I manifestanti di Hong Kong scendono in piazza con le bandiere americane!

Gruppi di manifestanti di Hong Kong con bandiere americane: non c’è nulla di peggio per i comunisti che vedere i vessilli del nemico storico nelle mani dei manifestanti. Le immagini di Hong Kong che i media hanno trasmesso nel corso delle ultime settimane ricordano quelle di cinque anni fa della “Rivoluzione degli ombrelli”: un fiume di manifestanti ed ombrelli colorati che ci ricordano l’aperta opposizione politica dei giovani di Hong … Continua a leggere I manifestanti di Hong Kong scendono in piazza con le bandiere americane!

Tulsi Gabbard asfalta Kamala Harris. Ma spunta la “pista russa” (questa volta in salsa Dem)

Mentre i Repubblicani assistono questo giro da spettatori alle primarie Democratiche, Kamala Harris può già dire addio alla corsa per le presidenziali. Durante l’ultimo dibattito delle primarie del Partito Democratico tenutosi a Detroit, la senatrice liberal Kamala Harris (D-CA) è stata letteralmente umiliata dalla più giovane Rappresentante Tulsi Gabbard (D-HI). L’accusa della Gabbard, alla quale la Harris non è riuscita a contro-argomentare efficacemente, riguarda il … Continua a leggere Tulsi Gabbard asfalta Kamala Harris. Ma spunta la “pista russa” (questa volta in salsa Dem)

Trump contro Macron: dazi sui vini francesi in risposta alla Web Tax sui colossi approvata da Parigi

Il Presidente Donald Trump è pronto a colpire con i dazi i vini francesi importati negli Stati Uniti, in risposta alla Web Tax approvata l’11 luglio scorso dal Senato francese.  È nuovamente tensione tra Francia e Stati Uniti. La Francia approva la Web Tax? E gli Stati Uniti rispondono con i dazi sul vino. Donald Trump si è detto contrario all’imposta pari al 3% per sui colossi del Web … Continua a leggere Trump contro Macron: dazi sui vini francesi in risposta alla Web Tax sui colossi approvata da Parigi

La Fed taglia i tassi d’interesse – per la prima volta dal dicembre del 2008: Trump: “Come al solito Powell ci ha deluso”

La Federal Reserve annuncia il primo taglio dei tassi dal dicembre del 2008 e mette fine alla riduzione del suo bilancio, due mesi prima del previsto. Una mossa prudente per alcuni, una concessione a Trump per altri. Come ampiamente atteso, la Federal Reserve, ovvero la banca centrale americana, ha annunciato il primo taglio dei tassi d’interesse dal dicembre del 2008, quando – nel pieno della crisi finanziaria … Continua a leggere La Fed taglia i tassi d’interesse – per la prima volta dal dicembre del 2008: Trump: “Come al solito Powell ci ha deluso”

Trump contro Elijah Cummings: respinte ai mittenti le accuse di “razzismo” da Baltimora

Trump vs. Cummings: un “bullo brutale”, il distretto di Baltimora da cui proviene il deputato democratico è “infestato da topi e roditori disgustosi”. Dovrebbe spendere più tempo nella sua città per “dare una mano a rendere più pulito un posto schifoso”. Nel mirino di Donald Trump questa volta ci è finito Elijah Cummings, Presidente della House Committee on Oversight and Reform (Commissione di sorveglianza della Camera … Continua a leggere Trump contro Elijah Cummings: respinte ai mittenti le accuse di “razzismo” da Baltimora

Quando il politicamente corretto censura la Storia…

E’ il caso della Nike che ritira un suo prodotto per i capricci di un suo testimonial. Le reazioni sono state immediate e, sui social, anche divertenti. Nella settimana in cui si festeggia il 4 Luglio, data nella quale nel 1776 fu firmata la Dichiarazione d’Indipendenza, il duo Nike-Colin Kaepernick ha scatenato le polemiche in nome del politicamente corretto, un tempo meglio conosciuta come “censura“. … Continua a leggere Quando il politicamente corretto censura la Storia…

La stella Ocasio-Cortez brilla sempre di meno: precipita nei sondaggi di gradimento

Interessante come i “centristi” tutto d’un tratto ignorino o minimizzino gli effetti di razzismo, sessismo e fake news, quando si discute del tasso di approvazione di AOC. Questo il testo di un tweet di David Atkins del 18 Marzo 2019, ritwittato poco dopo da Alexandria Ocasio-Cortez in persona. Il problema evidenziato dal tweet di David Atkins esiste, ma non per lo stesso motivo per cui lui, … Continua a leggere La stella Ocasio-Cortez brilla sempre di meno: precipita nei sondaggi di gradimento

Beto O’Rourke rompe il silenzio e fa il ‘botto’: annuncia un programma Socialista degno di Sanders.

Vi ricordate ancora di Beto O’Rourke? L’ex-deputato alla Camera dei Rappresentanti per il Texas, che sfidò Ted Cruz alla corsa per il seggio al Senato, che perse (anche se di poco) e per questo fu portato in Trionfo, la promessa di un futuro “blu” per il Texas, la dimostrazione della crisi di consenso del GOP nei suoi stessi Stati, la certezza di aver trovato il … Continua a leggere Beto O’Rourke rompe il silenzio e fa il ‘botto’: annuncia un programma Socialista degno di Sanders.

La Frontiera meridionale è ormai al collasso

L’articolo di Bob Price su Breitbart News mette in risalto, senza ombra di dubbio, la gravità della crisi migratoria in atto sul confine meridionale degli USA. La dichiarazione di Emergenza Nazionale di Trump e la minaccia di chiudere il confine sono ben motivate e la causa si vede in una pressione migratoria talmente grande da saturare i centri di detenzione, mandando in corto circuito il … Continua a leggere La Frontiera meridionale è ormai al collasso

Alexandria Ocasio-Cortez e Ilhan Omar ancora al centro delle polemiche: stavolta, lamentano la mancanza di spazio nei centri di detenzione per migranti, anche se proprio i dem volevano meno posti!

Le due neo-deputate, le due punte della stella del nuove corso dem, Alexandria Ocasio-Cortez (D-NY) e Ilhan Omar (D-MN) hanno condannato il governo per aver designato troppo poco spazio per i centri di detenzione per immigrati. Nel suo tweet, Ocasio-Cortez esprime la sua indignazione, accusando il governo di aver seguito una politica sbagliata, con tanto di foto ‘strappalacrime’ come la buona dottrina dell’indignazione progressista insegna. La … Continua a leggere Alexandria Ocasio-Cortez e Ilhan Omar ancora al centro delle polemiche: stavolta, lamentano la mancanza di spazio nei centri di detenzione per migranti, anche se proprio i dem volevano meno posti!

La provocazione di George Conway non scalfisce la moglie Kellyanne

Il marito di Kellyanne Conway (Counselor to the President di Donald Trump, per il quale, durante le elezioni presidenziali del 2016, aveva diretto la campagna elettorale), George Conway, ha pensato bene di insultare il Presidente Trump su twitter circa il suo stato di salute mentale. Pronta la risposta del presidente che su twitter, e davanti ai giornalisti, lo ha chiamato “whak job” che in italiano … Continua a leggere La provocazione di George Conway non scalfisce la moglie Kellyanne