No a nuovi testimoni, mercoledì l’assoluzione di Trump

Il muro repubblicano ha retto in Senato, dove solo i senatori repubblicani Collins e Romney hanno votato assieme ai democratici. Fallito il piano dei dem di portare a processo le accuse di Bolton, il GOP ha ottenuto di vietare la presentazione di nuovi testimoni e di nuove accuse. Il Senato americano ha bocciato la mozione per la presentazione di nuovi documenti e testimoni al processo … Continua a leggere No a nuovi testimoni, mercoledì l’assoluzione di Trump

IMPEACHMENT. Ecco un’analisi dettagliata degli eventi fino al voto della Camera

In questo articolo abbiamo analizzato in modo dettagliato tutti gli eventi accaduti dalla telefonata di Donald Trump con il Presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj del 25 luglio 2019 fino al voto del 18 dicembre 2019 della Camera dei Rappresentanti, a maggioranza democratica, che ha votato a favore della “messa in stato di accusa” del Presidente. Questo articolo è stato pubblicato in 4 parti su Termometro Politico … Continua a leggere IMPEACHMENT. Ecco un’analisi dettagliata degli eventi fino al voto della Camera

Chi è Robert O’Brien e quali sfide lo attendono?

Robert O’Brien subentra a John Bolton nel ruolo di Consigliere per la Sicurezza Nazionale. Robert O’Brien, partner di uno studio legale di Los Angeles, è già il quarto a rivestire questo incarico durante la presidenza di Donald Trump. Prima di lui vi fu Michael Flynn, costretto alle dimissioni dallo scoppio del “Russiagate”. Fu poi il turno di Herbert McMaster, da subito penalizzato per i suoi cattivi rapporti con “l’allora” Segretario alla difesa James … Continua a leggere Chi è Robert O’Brien e quali sfide lo attendono?

Mueller non scagiona Trump: “Sono i Democratici che devono decidere sull’Impeachment”

Parla Mueller. Non esclude che Trump possa aver commesso reati: “Ma non sono riuscito a provarlo”. Per Trump: “Caso chiuso”. Robert Mueller rompe il silenzio. Per la prima volta da quando ha preso in mano le indagini sulle interferenze russe nelle elezioni Usa del 2016 parla all’America. Il procuratore speciale Robert Mueller ha concluso il suo lavoro al dipartimento di Giustizia statunitense dopo quasi due … Continua a leggere Mueller non scagiona Trump: “Sono i Democratici che devono decidere sull’Impeachment”

“Caso chiuso”: il leader della maggioranza al Senato Mitch McConnell dichiara finita l’indagine di Robert Mueller

Il leader dei repubblicani al Senato: “Basta con questo spettacolo ripetitivo, andiamo avanti”. Ma per i democratici “Il caso non è chiuso”. Il leader della maggioranza repubblicana al Senato, Mitch McConnell, ha parlato in Aula del rapporto Mueller, chiedendo ai colleghi di porre fine a polemiche, veleni e attacchi, a oltre sei settimane dalla conclusione delle indagini del procuratore speciale Robert Mueller. Le indagini sono … Continua a leggere “Caso chiuso”: il leader della maggioranza al Senato Mitch McConnell dichiara finita l’indagine di Robert Mueller

Russiagate: i democratici ora hanno paura!

Il 3 maggio, il Capo della Commissione Giustizia al Senato, il Senatore Lindsey Graham (R) della South Carolina ha twittato chiedendosi, in merito all’attività di controspionaggio sulla campagna di Trump nel 2016, che cosa spessero su questa vicenda il Presidente Obama, Susan Rice e gli altri. Nel Tweet c’era il link a un articolo scritto da Kimberly A. Strassel, sul Wall Street Journal del 3 maggio, … Continua a leggere Russiagate: i democratici ora hanno paura!

Russiagate: ultimi sviluppi penosi per i Dem

Dagli articoli apparsi sul Wall Street Journal, su Fox News, su Axios e sul Washington Examiner si è ricostruito cosa è accaduto all’udienza della Commissione Giustizia del Senato di mercoledì 1° maggio, quando ha testimoniato William Barr, Attorney General in merito al rapporto di Mueller. I Democratici e i media, con l’udienza al Senato presso la Commissione Giustizia, hanno trasformato l’AG in un criminale e solo … Continua a leggere Russiagate: ultimi sviluppi penosi per i Dem

Il vice Attorney General Rod Rosenstein ha presentato le dimissioni.

Il sostituto procuratore generale Rod Rosenstein, spesso si è trovato polticamente sotto i riflettori causa del suo ruolo nell’indagine del consigliere speciale Robert Mueller. Rosenstein sovraintendeva all’indagine sulla collusione con la Russia, in quanto l’ex Attorney General Jeff Sessions aveva ricusato se stesso nell’ambito della stessa e quindi la supervisione è toccata al 2° in comando al Dipartimento di Giustizia (DOJ). Lunedì 29 aprile, ha … Continua a leggere Il vice Attorney General Rod Rosenstein ha presentato le dimissioni.

Per l’Attorney General William Barr, non vi è stata ostruzione alla giustizia nell’ambito del russiagate.

Negli articoli di KYLE CHENEY su Politico del 18/04/2019 e del 19/04/2019 si è discusso della possibile ostruzione alla giustizia da parte del Presidente nell’ambito dell’indagine sul russia-gate e della reazione dei democratici. Il procuratore generale William Barr giovedì 18 aprile ha dichiarato di non essere d’accordo con alcune delle teorie legali del consulente speciale Robert Mueller, in merito a un possibile ostacolo alla giustizia … Continua a leggere Per l’Attorney General William Barr, non vi è stata ostruzione alla giustizia nell’ambito del russiagate.

William Barr ha ragione. Lo spionaggio sulla campagna elettorale di Trump si è verificato.

Byron York del Washington Examiner nel suo editoriale del 10 aprile, si è focalizzato sulla recente affermazione dell’Attorney General (ministro della Giustizia) William Barr, secondo la quale, durante le presidenziali del 2016, la Campagna elettorale di Trump è stata oggetto di spionaggio da parte delle agenzie governative. Tale affermazione con pesanti implicazioni, sopratutto per l’Amministrazione Obama, ha avuto come conseguenza naturale, le reazioni scandalizzate e … Continua a leggere William Barr ha ragione. Lo spionaggio sulla campagna elettorale di Trump si è verificato.