L’urlo della Silent Majority

Il mondo appariva silenzioso, ma potevo sentire le esultanti urla dalla Trump Tower, e le lacrime scorrere sui volti di chi Hillary l’aveva sostenuta, credendosi perfino moralmente superiore. Era l’8 novembre 2016. Una data che rimarrà negli annali della politica, perché è stato il giorno in cui l’America – quella stanca di Obama, disillusa dalla sua politica – diede un prepotente schiaffo al suo proseguo, … Continua a leggere L’urlo della Silent Majority

Due importanti successi repubblicani nelle elezioni del 5 novembre

Nella notte fra il 5 e il 6 di novembre in Italia, l’America è andata al voto per numerose cariche legislative in diversi stati americani. Nessuna particolare sorpresa, ma anzi, qualche conferma nell’ala repubblicana, in particolare per due prestigiosi seggi. Rispettivamente, quello di procuratore generale del Mississippi e procuratore generale del Kentucky. In Mississippi è stata eletta Lynn Fitch, precedentemente tesoriere dello stato, con una … Continua a leggere Due importanti successi repubblicani nelle elezioni del 5 novembre

L’ex speaker della Camera Paul Ryan fonda la no-profit American Idea Foundation

Lunedì 28 ottobre l’ex speaker della Camera, Paul Ryan, ha ufficialmente lanciato la sua no-profit, di cui è anche presidente: l’American Idea Foundation. La fondazione avrà sede a Janesville, Wisconsin, casa natale dell’ex speaker, e si basa sulla stessa idea sulla quale sono nati gli Stati Uniti, ossia che ogni uomo ha diritto a una vita dignitosa e all’opportunità di realizzare se stesso. L’obiettivo della … Continua a leggere L’ex speaker della Camera Paul Ryan fonda la no-profit American Idea Foundation

JFK? Membro a vita dell’NRA e sostenitore del Secondo Emendamento

Il Presidente Kennedy, nonostante sia stato eletto nel corso della sua carriera politica come un democratico, non amava definirsi un liberale. Anzi, soprattutto nel periodo trascorso in Senato, dichiarò: “Non sono per niente un liberale. Non sono a mio agio con quelle persone”. Le riteneva semplicemente troppo radicali. JFK era un democratico con tendenze conservatrici, in particolar modo sul piano fiscale, ma anche in numerosi … Continua a leggere JFK? Membro a vita dell’NRA e sostenitore del Secondo Emendamento

I giovani repubblicani hanno paura ad esprimere la propria opinione

In un mondo sempre più polarizzato, dalla politica agli aspetti sociali, oggi molti di noi hanno paura a dire la propria opinione, per paura di offendere qualcuno, o peggio, sentirsi esclusi, considerati la parte inferiore della società. Troppo spesso, purtroppo, questo accade con l’elettorato più a destra. Studenti di “fede” repubblicana che per paura del giudizio dei propri compagni o professori tengono nascosti i loro … Continua a leggere I giovani repubblicani hanno paura ad esprimere la propria opinione

“Conservatorismo compassionevole”: George W. Bush e i giorni seguenti l’11 settembre

90%. Questo era l’indice di approvazione nella nazione del Presidente George W. Bush nei giorni successivi l’attentato alle Torri Gemelle. Un dato statistico indicativo di due fattori. La reazione decisa e allo stesso tempo umana da parte del presidente, e la forte reazione psicologica da parte del pubblico americano. Mai l’America era stata colpita così all’improvviso sul proprio suolo, dai tempi di Pearl Harbor. Il … Continua a leggere “Conservatorismo compassionevole”: George W. Bush e i giorni seguenti l’11 settembre

La rima della Storia

Recentemente, e come conseguenza delle continue notizie che arrivano da oltre oceano, ho avuto modo di riflettere nuovamente sulla libertà americana, e sui diritti che, in particolare la Costituzione, garantisce loro. In particolare un argomento che mi preme discutere oggi, e che mi è sempre stato caro, è quello riguardante il Secondo Emendamento, ossia il diritto di possedere e portare armi. Ho sempre lottato strenuamente … Continua a leggere La rima della Storia

La nipote 22enne di Bobby Kennedy è morta per probabile overdose a Hyannis Port

Nella serata italiana fra il 1 e il 2 di agosto, nella residenza estiva di Hyannis Port, una nuova tragedia ha toccato le vite della famiglia Kennedy. Secondo le prime indagini, Saoirse Kennedy Hill, nipote 22enne di Bob Kennedy, è morta per overdose, nella casa nella quale vive tutt’oggi la nonna Ethel. Saoirse era l’unica figlia di Courtney Kennedy (quinta figlia di Bob Kennedy) e … Continua a leggere La nipote 22enne di Bobby Kennedy è morta per probabile overdose a Hyannis Port

Buon compleanno President Bush! Un presidente Texano nello Studio Ovale

Tanto è stato scritto, spesso a sproposito, su George W. Bush. Un uomo dal carattere certamente complesso e turbolento, ma anche dettato dal nome che porta sulle spalle e dalle aspettative che chiunque ha sempre cercato di riporre su di lui. Per definire “Dubya”, come viene chiamato l’ex-presidente americano in perfetto accento texano, potrebbe però bastare una parola, che racchiude un intero mondo di pensieri, … Continua a leggere Buon compleanno President Bush! Un presidente Texano nello Studio Ovale

Wyoming: Analisi di un bastione Repubblicano

Differentemente da quello che in molti – sbagliando – tendono a pensare, facendosi sopraffare da opinioni comuni o da ideologie sociali, il Wyoming è uno stato molto diverso da quelli presenti nel West (e Midwest) che poi forniscono i voti per quelli che saranno i successi (eventuali) del Partito Repubblicano. “The Cowboy State” (o, se preferite, “The Equality State”) è uno stato ricco, soprattutto da … Continua a leggere Wyoming: Analisi di un bastione Repubblicano

Kennebunkport, Maine: l’ancora di salvezza di George H.W. Bush

A un orecchio inesperto Kennebunkport potrebbe non dire molto. Questo caratteristico villaggio perso lunga la frastagliata costa del Maine, però, è stato per oltre cent’anni il luogo di vacanza di uno dei clan politici americani più amati – e non meno discussi: i Bush. In particolare questa cittadina lega il proprio nome con quello del Presidente George H.W. Bush, che qui acquistò, durante i suoi anni … Continua a leggere Kennebunkport, Maine: l’ancora di salvezza di George H.W. Bush