La Camera approva il pacchetto di regole e formalizza l’accordo di Kevin McCarthy con gli oppositori – Breitbart News

NOTIZIA

La Camera approva il pacchetto di regole e formalizza l’accordo di Kevin McCarthy con gli oppositori

Lunedì la Camera ha adottato le regole per il 118° Congresso, che comprendono gli accordi presi tra l’attuale presidente Kevin McCarthy e i suoi detrattori repubblicani durante la storica battaglia per l’elezione del presidente della Camera della scorsa settimana.

Il pacchetto di regole, che include numerose modifiche alle regole applicate nello scorso Congresso, è stato approvato quasi per partito preso, con un risultato di 220 a 213 voti.

Il rappresentante Tony Gonzales (Repubblicano del Texas) è stato l’unico repubblicano a votare contro il pacchetto insieme a tutti i Democratici.

Le modifiche apportate alle regole dell’ultimo Congresso mirano a ridurre la spesa pubblica, ad aumentare la trasparenza del processo legislativo e a spostare il potere dalla leadership ai membri più importanti delle commissioni parlamentari.

Kevin McCarthy ha detto in una dichiarazione dopo l’approvazione del regolamento:

Le regole che danno ai deputati la possibilità di discutere e legiferare stanno sostituendo quelle che mettevano a tacere la loro voce e accentravano il potere. Le regole che aumentano la trasparenza stanno sostituendo quelle che tenevano il processo legislativo nascosto e a porte chiuse. E le regole che riaprono il Congresso a noi cittadini sostituiscono le regole come il voto per delega che hanno mantenuto questa sala vuota.

Le regole includono il mantenimento della spesa netta al di sotto del livello attuale per i prossimi dieci anni.

Ora sarà richiesta una super-maggioranza dei 3/5 anche per votare l’aumento delle tasse, un preavviso di 72 ore per l’esame della legislazione ed una soglia di un membro per presentare una mozione di sfiducia dello Speaker, una regola che la scorsa settimana era stata un punto di contesa, in quanto gli oppositori repubblicani di Kevin McCarthy avevano spinto per abbassare la soglia da cinque a uno.

Le regole escludono la possibilità per i membri di votare per delega e limitano le apparizioni virtuali dei testimoni nelle commissioni a discrezione del presidente della commissione. Il voto per delega è stato implementato in risposta alla Pandemia del Coronavirus cinese nel maggio 2020, ma il suo utilizzo è stato ampiamente abusato fino al dicembre 2022.

Le regole apportano anche diverse modifiche alle commissioni, tra cui il cambiamento della Commissione per la supervisione e le riforme in Commissione per la supervisione e la responsabilità.

Esse richiedono l’esame di due risoluzioni relative alle commissioni, una per l’istituzione di una potente sottocommissione ristretta sulla “weaponization of the federal government” (lett. il ricorso per fini politici ai poteri del governo federale) da collocare all’interno della commissione giudiziaria ed una per l’istituzione di una commissione ristretta che esamini la “competizione strategica tra gli Stati Uniti e il Partito comunista cinese”.

Kevin McCarthy ha trascorso settimane a negoziare i termini delle regole e ad assumere altri impegni non inclusi nel pacchetto, nel tentativo di conquistare i conservatori più intransigenti, la maggior parte dei quali fa parte dell’House Freedom Caucus, che si erano opposti a votare per lui.

I negoziati sono culminati in un intenso tira e molla durato quattro giorni la scorsa settimana, prima che un numero sufficiente di ritardatari si convincesse a consegnare il martelletto a Kevin McCarthy. Alla fine ha vinto al 15° scrutinio, mai così tanti per diventare Speaker da prima della Guerra Civile.

Il presidente del Freedom Caucus, Scott Perry (Repubblicano della Pennsylvania), ha commentato in un comunicato il successo dei Repubblicani nell’approvazione del pacchetto di regole, affermando che il voto abbia “ratificato un accordo storico e di trasformazione per restituire la Casa del Popolo al popolo americano“.

Per la prima volta da una generazione, i conservatori hanno gli strumenti per fermare trilioni di spese sconsiderate, elargizioni di interessi speciali, accordi segreti dell’ultimo minuto ed altre pratiche abusive ed irresponsabili“, ha dichiarato Perry. “Soprattutto, abbiamo di nuovo la possibilità di chiedere ai nostri leader di rispondere delle loro promesse al popolo americano di smantellare l’agenda radicale di Biden”.


BreitbartNews.com

Seguici sui Social