Donald Trump ha avuto un ruolo cruciale nel portare il Presidente della Camera Kevin McCarthy oltre la linea del traguardo – Breitbart News

L’ex presidente Donald J. Trump ha giocato un ruolo fondamentale dietro le quinte per portare ad un compromesso i Repubblicani della Camera per eleggere il deputato Kevin McCarthy come Speaker della Camera dei Rappresentanti, hanno dichiarato i legislatori ed una fonte che ha familiarità con la questione

Nello storico 15° scrutinio per l’elezione della presidenza della Camera, venerdì sera, Kevin McCarthy ha finalmente siglato l’accordo con i suoi oppositori ed ha ottenuto i voti necessari per la carica di Speaker.

Le votazioni si protraevano da martedì, quando un blocco di 21 Repubblicani, guidato principalmente dai membri dell’House Freedom Caucus, ha ripetutamente votato contro McCarthy. Tuttavia, l’accordo che McCarthy ed i suoi alleati hanno raggiunto con la delegazione degli oppositori ha fatto sì che il repubblicano californiano ottenesse il martelletto da Speaker.

Secondo diversi membri del Congresso ed una fonte che ha familiarità con le conversazioni, il principale responsabile del compromesso è stato Donald Trump.

Il deputato Jim Jordan dell’Ohio, che presiederà la commissione giudiziaria nel 118° Congresso e che ha avuto un ruolo cruciale in questi negoziati, ha elogiato Donald Trump per il suo lavoro che ha aiutato a raggiungere un accordo.

Questa cosa non si sarebbe fatta senza il sostegno e la leadership del Presidente Trump“, ha dichiarato a Breitbart News.

Anche il deputato Byron Donalds della Florida ha riconosciuto il ruolo del 45° presidente nei negoziati parlando con i giornalisti venerdì, notando che “ha svolto un buon ruolo in tutto questo“.

“Voglio che capiate che questo è un processo dei membri del Congresso, e quindi si tratta di qualcosa in cui i membri hanno avuto molto tempo a disposizione l’uno dell’altro per cercare di mettersi a proprio agio, intrattenere delle conversazioni sincere ed arrivare ad un risultato”, ha aggiunto.

Byron Donalds aveva sostenuto Kevin McCarthy il primo giorno di votazioni, ma quando è stato evidente che non aveva i voti necessari, Donalds ha iniziato a votare contro di lui ed è stato persino candidato per la posizione in opposizione allo stesso McCarthy in numerose votazioni. Donalds è stato infine tra i voti chiave che si sono coalizzati dietro a McCarthy e che hanno permesso al 118° Congresso di iniziare a lavorare.

Un’altra fonte che ha familiarità con la questione ha indicato che Donald Trump era impegnato nel processo fin dall’inizio di dicembre, facendo telefonate per tutto il mese per ottenere voti e consolidare il sostegno a Kevin McCarthy. Queste telefonate non sono state una tantum, ma hanno incluso una corrispondenza continua con molti legislatori diversi.

Secondo la stessa fonte, il coinvolgimento di Donald Trump è proseguito per tutta la settimana in vista della svolta decisiva per Kevin McCarthy.

Venerdì sera, Donald Trump ha telefonato ai rappresentanti Matt Gaetz della Florida ed Andy Biggs dell’Arizona, che da giorni stavano votando contro McCarthy, ed ha detto loro che la questione doveva essere risolta. Alla fine, al 15° scrutinio, entrambi hanno votato “presente”, contribuendo ad abbassare la soglia di voti necessari per eleggere Kevin McCarthy.

La reporter investigativa di ABC News Katherine Faulders ha riportato per prima le telefonate tra Trump, Gaetz e Biggs.

La deputata Marjorie Taylor Greene della Georgia ha dichiarato venerdì a Breitbart News che ilruolo di Trump è stato enormenei negoziati. In particolare, ha sottolineato le sue dichiarazioni a sostegno di McCarthy questa settimana e le telefonate che ha fatto dietro le quinte.

Le sue dichiarazioni a sostegno di Kevin McCarthy sono state come cemento per i nostri 201 che si rifiutavano di allontanarsi da Kevin“, ha detto la Greene. “Ha detto a molti di loro: “Guardate, il sostegno c’è”. Trump ha detto a tutti in quella dichiarazione: ‘Sto chiamando. Sto lavorando ai telefoni. Sto parlando con tutti”. È stato un sostegno necessario in un momento critico in cui i membri avrebbero potuto mollare”.

Marjorie Taylor Greene ha concluso: “E per fortuna non l’hanno fatto, perché l’America sta davvero per vedere lo Speaker repubblicano della Camera più conservatore degli ultimi decenni“.

Il fotoreporter Al Drago ha notato che la Greene fosse al telefono con Trump anche venerdì sera, ed avrebbe cercato di convincere il deputato Matt Rosendale del Montana a parlare con lui dopo che Rosendale aveva votato ancora una volta contro McCarthy al 14° scrutinio. Il momento avrebbe portato ad un “acceso scambio”, ha riferito PunchBowl News.

Parlando con i giornalisti venerdì pomeriggio, il deputato Matt Gaetz della Florida ha sottolineato i suoi tre voti a favore di Trump per la carica di Speaker, facendo notare che Donald Trump è entrato nella storia ricevendo più voti per la carica di Speaker di qualsiasi altro ex presidente.

“Sono molto emozionato, così come lui, per il fatto che ora detiene il record rispetto a John Quincy Adams“, ha dichiarato Matt Gaetz.

Il New York Times ha riportato giovedì che il terzo voto di Gaetz per Trump ha effettivamente superato il record di Adams.


BreitbartNews.com

Seguici sui Social