La battaglia per l’Arizona – Upward News

APPROFONDIMENTI

La battaglia dell’Arizona per l’integrità delle elezioni continua

APPROFONDIMENTO | La candidata a governatore dell’Arizona Kari Lake si è rifiutata di concedere la vittoria alla sua sfidante democratica e di accettare come fatto compiuto le irregolarità elettorali ed attende ulteriori indagini.

Cosa sta succedendo: L’ufficio del procuratore generale repubblicano dell’Arizona Mark Brnovich ha chiesto ai funzionari della contea di Maricopa di chiarire i problemi elettorali della contea prima che i risultati vengano certificati il 28 novembre.

I problemi elettorali: Il 20% delle macchine per il conteggio elettronico dei voti, cioè 60 postazioni presenti nella contea di Maricopa, hanno avuto un malfunzionamento il giorno delle elezioni, nonostante fossero state testate il giorno prima. Secondo l’ufficio del procuratore generale, gli addetti alle operazioni di scrutinio hanno dato istruzioni errate agli elettori su come votare e poi avrebbero gestito illegalmente queste schede.

Si tratta della corsa al governatore: Con la combinazione di irregolarità elettorali e la proiezione iniziale di Kari Lake (R) di battere Katie Hobbs (D) con un ampio margine, la Lake si è rifiutata di concedere la sconfitta nella corsa. Nel fine settimana, Lake ha detto che sarebbe diventata governatrice, dichiarando che le elezioni nella contea di Maricopa fossero peggiori di quelle nelle “repubbliche delle banane di tutto il mondo”. Kari Lake è indietro solo di 18.000 voti.

Dai media tradizionali: Sebbene organi di stampa tradizionali come il Washington Post ed altri abbiano riconosciuto le irregolarità e i problemi delle elezioni in Arizona, concludono che questi problemi non avrebbero avvantaggiato una parte più dell’altra e che sono, quindi, “trascurabili“. I Repubblicani ritengono che affrontare i problemi dell’integrità delle elezioni sia di primaria importanza, considerando i margini ristretti della corsa.

Secondo una dichiarazione giurata formulata dal programma per l’integrità elettorale del Comitato nazionale repubblicano in Arizona, il 62% delle macchine per il conteggio elettronico dei voti avrebbe avuto un malfunzionamento, un numero significativamente maggiore rispetto al 20% riportato ufficialmente. Il Comitato ha anche riferito che le notevoli code causate dai ritardi costituiscono quella che i Democratici chiamano soppressione degli elettori“, considerando che i Repubblicani sono più numerosi rispetto ai Democratici come votanti nel giorno delle elezioni.

Alcune contee ritarderanno la certificazione: A causa dei problemi di voto nella contea di Maricopa, due contee rurali dello Stato dell’Arizona hanno votato per ritardare la certificazione delle elezioni.

Anche se è improbabile che le elezioni vengano ribaltate a suo favore, la candidata a governatore Kari Lake ha rilasciato una dichiarazione in cui definisce le elezioni compromesse” ed un “attacco alla democrazia“. Ha detto che continuerà a lottare finché non ci sarà fiducia nel processo elettorale.


Sondaggio


Il Dipartimento della Giustizia ha nominato un procuratore speciale per indagare su Donald Trump

APPROFONDIMENTO | Gli esperti legali sospettano che il neo procuratore speciale Jack Smith incriminerà rapidamente Donald Trump, che ora è ufficialmente un candidato alle presidenziali del 2024.

Cosa sta succedendo: Il procuratore generale Merrick Garland ha nominato un procuratore speciale – un funzionario inquirente che dovrebbe essere indipendente, terzo ed imparziale – per supervisionare le indagini del Dipartimento della Giustizia sui documenti riservati trovati nella tenuta di Mar-a-Lago dell’ex presidente Donald Trump, sulla rivolta in Campidoglio del 6 gennaio 2021 e sui presunti tentativi dei Repubblicani di rovesciare le elezioni del 2020.

Perché? Ora che Donald Trump ha annunciato la sua corsa alle presidenziali del 2024, Garland ha dichiarato che è “nell’interesse pubblico” nominare il procuratore Jack Smith. Ricorrendo ad un procuratore solamente di facciata “terzo e imparziale” per non indagare direttamente su un rivale politico, l’amministrazione Biden sta cercando di evitare di apparire parziale.

Alcuni Repubblicani sono scettici: I Repubblicani temono che Jack Smith sia prevenuto nei confronti della destra. Essi sottolineano il coinvolgimento di Smith in un giro di vite dell’Internal Revenue Service sotto l’amministrazione Obama, che ha bloccato centinaia di organizzazioni non profit conservatrici dall’ottenere lo status di esenzione fiscale e le ha sottoposte a un’invadente sorveglianza.

La rivalità tra i partiti si inasprisce: La posta in gioco è alta perché gli esperti legali sospettano che la nomina del procuratore speciale porterà ad un’incriminazione di Donald Trump. Nella stessa settimana, i Repubblicani hanno annunciato che avrebbero usato la maggioranza appena conquistata alla Camera per indagare sugli affari corrotti di Hunter Biden e sul presunto ruolo di Joe Biden nei suoi giri d’affari.

Lo Sciopero ferroviario incombe sugli Stati Uniti

APPROFONDIMENTO | Dodici grandi sindacati ferroviari stanno negoziando con l’industria ferroviaria per quanto riguarda la mancanza di ore di malattia retribuite ed orari di lavoro troppo esigenti. Quattro sindacati ferroviari hanno rifiutato un accordo mediato dall’amministrazione Biden, con il rischio di uno sciopero che potrebbe iniziare già il 5 dicembre.

Il 40% del trasporto merci negli Stati Uniti passa attraverso le ferrovie. Ogni giorno di sciopero costerebbe all’economia 2 miliardi di dollari ed avrebbe un impatto su quasi tutti i settori, compresi quelli alimentari e dei carburanti. Ci si aspetta che il Congresso intervenga e imponga condizioni contrattuali per i lavoratori delle ferrovie, considerando le possibili conseguenze economiche.


UpwardNews.com

Seguici sui Social