Il Dr. Oz ha distrutto John Fetterman al dibattito per la corsa al Senato della Pennsylvania – Townhall

Il Dr. Oz ha distrutto John Fetterman al dibattito per la corsa al Senato della Pennsylvania

Tratto e tradotto da un articolo di opinione di Spencer Brown per Townhall

Martedì sera, Mehmet Oz e John Fetterman si sono finalmente incontrati per un dibattito, dopo che la campagna di Fetterman aveva cercato di evitare il confronto con il Dr. Oz, per poi cedere sotto l’immensa pressione da parte di tutti gli schieramenti politici.

Già prima del dibattito di martedì tra i due uomini in corsa per rappresentare il Keystone State al Senato degli Stati Uniti, la campagna di Fetterman si era affannata a ridimensionare le aspettative sul proprio candidato, anche se forse non le ha ridimensionate abbastanza.

I moderatori hanno iniziato spiegando come avrebbe funzionato il sistema dei sottotitoli richiesto dalla campagna di Fetterman per la partecipazione del candidato, a causa dei persistenti problemi di elaborazione uditiva dovuti all’ictus di cui Fetterman ha sofferto.

Ma anche con l’assistenza del sistema di sottotitolazione, Fetterman ha faticato a rispondere alle domande.

Quando gli è stato chiesto di parlare del salario minimo a livello federale, Fetterman ha faticato a dare una risposta che cercasse di invocare un “salario di sussistenza”, definendolo un “salario volontario” ed in generale incespicando nella risposta.

Fetterman non è riuscito a spiegare meglio cosa intendesse per “salario volontario”.

Nonostante i tentativi dei Democratici di rendere le elezioni di midterm del 2022 un tema sull’aborto, Fetterman non ha fatto alcun favore al suo Partito parlando di come ritiene “che la scelta spetti alle donne e ai loro medici“.

Anche su altri argomenti che Fetterman e la sua campagna avrebbero dovuto prevedere ed essere ben preparati a rispondere, Fetterman non è riuscito a trovare alcuna nuova battuta per rispondere alla domanda sul perché non abbia rilasciato la sua cartella clinica dopo essere stato poco disponibile con gli elettori della Pennsylvania sulla sua prognosi e sulle sue condizioni mediche nei primi giorni dopo l’ictus.

Anche in questo caso, Fetterman si è basato su una lettera del suo medico che affermava che il candidato era in grado di svolgere un mandato di sei anni nel più importante organo deliberativo del mondo.

Come ha riferito Townhall all’epoca in cui la campagna di Fetterman ha reso nota la lettera, il medico è un importante donatore dei Democratici, tra cui più di 1.000 dollari dati proprio a Fetterman in questa campagna.

I moderatori del dibattito hanno anche chiesto a Fetterman perché la sua posizione sul fracking fosse cambiata, mostrando una citazione del 2018 in cui Fetterman diceva di non sostenere il fracking.

Fetterman, tuttavia, ha risposto a questa domanda affermando di aver “sempre sostenuto il fracking“, nonostante la citazione precedente lo contraddica ed il suo sostegno altrimenti dichiarato per una moratoria sul fracking nel Keystone State.

In altre risposte, i tentativi di Fetterman di attaccare Oz sono andati completamente a vuoto, come in questo caso, quando sembra che abbia cercato di invocare una situazione in cui Oz ha ricevuto uno sgravio fiscale di 50 dollari:

Man mano che il dibattito proseguiva, Fetterman è sembrato sempre più in difficoltà nel confondere le parole, lottando con “vogotional schools” e “wayjuhlottaway“.

In altri momenti del dibattito, Fetterman ha interrotto Oz con sfoghi apparentemente senza senso, come in questo caso, esclamando: “Tu vai con Doug Mastriano!”.

E di nuovo interrompendo con “Vuoi tagliare la sicurezza sociale” mentre Oz stava rilasciando la sua dichiarazione conclusiva:

Mehmet Oz, tuttavia, ha accettato il formato poco ortodosso e i punti spesso poco coerenti del suo avversario. Il candidato del Partito Repubblicano ha attaccato le politiche sull’apertura delle frontiere dei Democratici, accusandoli di aver creato “una crisi umanitaria” e di aver “reso ogni Stato uno Stato di frontiera“, permettendo al contempo l’ingresso nel Paese del letale fentanyl.

Oz ha anche sferrato un attacco solido e personale a Fetterman per la sua mancanza di scuse per la volta in cui, come sindaco di Braddock, ha puntato un fucile contro un afroamericano disarmato ed innocente credendolo coinvolto in un crimine dopo che lo stesso Fetterman aveva pensato di aver sentito degli spari. Come per molte altre questioni, la risposta di Fetterman è stata… non buona.

Se la risposta immediata di NewsNation (la cui società madre Nexstar ha ospitato il dibattito) è indicativa della reazione generale al dibattito, la campagna di Fetterman – come già detto – non ha abbassato abbastanza le aspettative prima di martedì sera.

Se non altro, il dibattito ha confermato le preoccupazioni espresse da NBC News in seguito alla recente intervista con Fetterman ed ha mostrato agli elettori che il certificato medico che lo dichiara “pronto” per il Senato potrebbe essere un’immagine un po’ troppo rosea del candidato democratico al Senato degli Stati Uniti.

Il dibattito di John Fetterman è stato molto peggiore del previsto e questi tre momenti lo dimostrano perfettamente

Tratto e tradotto da un articolo di opinione di Bonchie per Townhall

Il dibattito tra John Fetterman e Mehmet Oz rimmarrà impresso nei libri, e sto per fare la dichiarazione più non iperbolica mai fatta su questo sito. Quel dibattito è stata la cosa peggiore e più inquietante che abbia mai visto in politica.

È stato così brutto, e se non l’avete visto, non potete capire quanto sia stato brutto. Lo dico sinceramente. Se vi limitate a leggere citazioni o a guardare gli spezzoni, non riuscirete mai a comprendere la portata del disastro che si è verificato.

Sarò completamente onesto. Ho giudicato male questo momento. Pensavo davvero che John Fetterman avrebbe potuto partecipare a questo dibattito e soddisfare le aspettative estremamente basse riposte in lui. Ma è messo molto, molto peggio di quanto non sia stato rivelato in precedenza e, per illustrarlo, userò solo tre spezzoni del dibattito.

Cominciamo con la risposta di Fetterman sul mancato rilascio delle sue cartelle cliniche, un tema che probabilmente è di primaria importanza vista la performance che ha appena messo in scena.

Potrei dedicare l’intero articolo a parlare delle condizioni mentali in cui si trova Fetterman, chiaramente non qualificate. Solo una settimana fa, la maggior parte dei media tradizionali insisteva sul fatto che avesse bisogno solo di sottotitoli e che per il resto stesse bene. Questo mito è stato completamente sfatato sul palco del dibattito. Abbiamo a che fare con un uomo che non solo ha problemi a elaborare mentalmente ciò che sente, ma che non riesce nemmeno ad elaborare mentalmente ciò che vuole dire, e questo va ben oltre il semplice inciampare su qualche parola occasionalmente.

Per quanto riguarda le sue cartelle cliniche, nel corso del dibattito Fetterman ha avuto la possibilità di promettere di renderle pubbliche. Invece, ha parlato a vanvera del “mio medico”, anche se quel medico è un donatore della campagna elettorale. E la mia parafrasi di ciò che ha detto è gentile perché le sue citazioni reali erano in gran parte incomprensibili.

Passando oltre, sulla questione del fracking, Fetterman è stato contestato per la sua citazione del 2018 in cui affermava di non aver sostenuto e di non aver mai sostenuto questi processi di trivellazione. Invece di provare almeno a spiegarsi, il democratico ha continuato a dire che sostiene il fracking come un robot rotto che si è inceppato.

Mettendo da parte l’inquietante crollo mentale che si è verificato durante la sua risposta, Fetterman sta mentendo e sa di mentire, il che è altrettanto grave se si considera che vuole essere eletto al Senato degli Stati Uniti. Si è opposto al fracking per tutta la sua carriera, fino a poco tempo fa, e sembrava che in questo caso stesse usando la sua condizione per nasconderla, come se sapesse che il moderatore sarebbe passato oltre.

Ma se c’è un filmato che posso mostrarvi che dimostra quanto sia veramente rotto il cervello di Fetterman, è quello successivo che lo mostra mentre interrompe l’intervento conclusivo di Oz.

Non si interrompe mai la dichiarazione conclusiva di qualcuno. È una cosa che non succede nei dibattiti, perché anche i candidati più aggressivi seguono questa regola. Eppure, Fetterman ha iniziato a gridare a caso sulla sicurezza sociale, un argomento che Oz non stava nemmeno affrontando. È stata una scena sorprendente, che dimostra come Fetterman non abbia solo grossi problemi cognitivi, ma anche problemi di controllo. È quasi come se avesse dimenticato in quale parte del dibattito si trovasse.

Concludo ammonendo i giornalisti che hanno mentito al popolo americano sulle condizioni di Fetterman, arrivando a cestinare uno dei loro per cercare di proteggerlo. Sapevano che stava così male e hanno insistito sul fatto che gli fosse sfuggita una parola qua e là. Questo dibattito, però, è stato un momento di smascheramento. Non è più possibile nascondere ciò che tutti hanno visto. Fetterman non è in grado di servire al Senato, e prima questa farsa finisce, meglio sarà.


Townhall.com, RedState.com

Seguici sui Social


Townhall.com è un sito web americano politicamente conservatore, una rivista cartacea ed un servizio di informazione radiofonica. Precedentemente pubblicato dalla Heritage Foundation, è ora di proprietà e gestito da Salem Communications. Il sito web contiene più di 80 rubriche (sia in esclusiva che in syndication) di diversi scrittori e commentatori. Il sito pubblica anche articoli di notizie dell’Associated Press.

Fornisce anche notiziari radiofonici di cinque minuti, 24 ore su 24, che illustrano le notizie nazionali sugli Stati Uniti e mondiali. Questi notiziari vanno in onda all’inizio di ogni ora su molte stazioni radiofoniche di proprietà di Salem Communications e su quelle affiliate alla Salem Radio Network, oltre che su Sirius XM Patriot Channel 125.