Donald Trump scrive una risposta piccata alla commissione sul 6 gennaio, ma non dice se testimonierà – Fox News

L’ex presidente Donald Trump ha preso anche in giro gli scarsi ascolti televisivi delle udienze della commissione e si è difeso dalle insinuazioni

L’ex presidente Donald Trump ha pubblicato venerdì una lettera in cui critica il Comitato della Camera sul 6 gennaio per non aver indagato su quelle che considera questioni fondamentali riguardanti la rivolta.

La commissione ha emesso un mandato di comparizione per ottenere la testimonianza di Donald Trump durante la riunione di giovedì.

La lettera, datata giovedì, si apre con le affermazioni di Donald Trump secondo cui le elezioni del 2020 sarebbero state rubate, prima di rivolgersi direttamente alla commissione sul 6 gennaio e metterne in dubbio lo scopo.

FLASH NEWS: PROCESSO DI ALTO PROFILO SUL 6 GENNAIO. INIZIA IL PROCESSO A STEWART RHODES, LEADER DEGLI OATH KEEPERS, IMPUTATO DI UNA ACCUSA CHE RISALE DELL’EPOCA DELLA GUERRA CIVILE (FOX NEWS)

In nessun punto del suo memo Donald Trump ha chiarito se avrebbe onorato la citazione in giudizio oppure se l’avrebbe ignorata.

Il deputato Bennie Thompson, D-Miss, fa delle osservazioni durante un’audizione del Comitato che indaga sull’attacco del 6 gennaio al Campidoglio degli Stati Uniti. (Tom Williams/CQ-Roll Call, Inc via Getty Images)

FLASH NEWS: GINNI THOMAS, LA MOGLIE DEL GIUDICE DELLA CORTE SUPREMA CLARENCE THOMAS, HA ACCETTATO L'”INTERVISTA VOLONTARIA” DELLA COMMISSIONE SUL 6 GENNAIO (FOX NEWS)

“Il Comitato ha deliberatamente ignorato il fatto che giorni prima del 6 gennaio 2021, ho raccomandato e autorizzato il dispiegamento di migliaia di truppe per garantire la pace, la sicurezza e l’incolumità del Campidoglio e di tutta Washington D.C. il 6 gennaio, perché sapevo, basandomi solo sull’istinto e su ciò che sentivo, che la folla che sarebbe venuta ad ascoltare il mio discorso ed altri, e sarebbe stata molto grande, molto più grande di quanto chiunque pensasse possibile”, ha scritto Donald Trump.

La lettera di Donald Trump:

FLASH NEWS: MARK MEADOWS SI ADEGUA AL MANDATO DI COMPARIZIONE DEL DOJ, CONSEGNANDO I DOCUMENTI PRECEDENTEMENTE CONDIVISI CON LA COMMISSIONE SUL 6 GENNAIO. (FOX NEWS)

Le argomentazioni di Donald Trump contro il prosieguo degli sforzi della commissione sul 6 gennaio toccano punti simili alle più ampie critiche rivolte all’indagine dai gruppi conservatori.

I Repubblicani della Camera hanno ultimato un rapporto che descrive le carenze di intelligence e di sicurezza verificatesi durante l’assalto al Campidoglio del 6 gennaio 2021.

Un’immagine dell’ex presidente Donald Trump viene mostrata durante un’udienza della House Select Committee to Investigate the January 6th Attack on the U.S. Capitol nel Cannon House Office Building di Washington, D.C. (Drew Angerer/Getty Images)

“La cronologia del Dipartimento della Difesa mostra che le truppe della Guardia Nazionale avrebbero potuto essere facilmente presenti al Campidoglio prima del 6 gennaio e che ho autorizzato pienamente questa raccomandazione e richiesta. In seguito alla mia autorizzazione, il Dipartimento della Difesa è stato sorpreso di ricevere un netto rifiuto, per iscritto, da parte del sindaco di Washington Muriel Bowser e della Polizia del Campidoglio, che non dipende da me, ma dalla Presidente della Camera Nancy Pelosi. La legge richiede la loro autorizzazione prima che qualsiasi dispiegamento di truppe possa essere utilizzato a Washington”.

FLASH NEWS: I REPUBBLICANI INTENDONO PUBBLICARE UN PROPRIO RAPPORTO SULLE CARENZE DI SICUREZZA VERIFICATESI IL 6 GENNAIO 2021 (FOX NEWS)

In questa foto di archivio del 6 gennaio 2021, alcuni sostenitori del presidente Donald Trump prendono d’assalto le mura del Campidoglio a Washington, D.C. (AP Photo/John Minchillo, File)

Perché l’incapacità di agire o di usare questa forza pronta?” ha chiesto Donald Trump nella sua lettera.

L’ex presidente ha poi approfittato dell’occasione per colpire le continue indagini della commissione e per deridere la mancanza di copertura delle udienze.

Nonostante gli scarsi ascolti televisivi, il Comitato Non-Selezionato ha perpetuato un Processo Spettacolo come questo Paese non ha mai visto prima. Non c’è un giusto processo, non c’è un esame incrociato, non ci sono membri Repubblicani ‘veri’ e non c’è legittimità dal momento che non si parla di frode elettorale o di mancato impiego delle truppe. È una caccia alle streghe di altissimo livello, una continuazione di ciò che sta accadendo da anni“, ha scritto Donald Trump.

L’ex presidente Donald Trump parla ad un comizio Save America a Wilmington, Carolina del Nord, il 23 settembre 2022. (Allison Joyce/Getty Images)

La deputata Liz Cheney ha proposto la mozione di citazione dopo che i membri hanno presentato il ruolo di Donald Trump nell’attacco del 6 gennaio al Campidoglio da parte dei suoi sostenitori. Il voto della commissione è stato unanime.

“Dobbiamo chiedere la testimonianza sotto giuramento del personaggio chiave del 6 gennaio”, ha detto Liz Cheney a proposito della mozione per obbligare Donald Trump a testimoniare.

Donald Trump non solo ha respinto le offerte di testimoniare davanti alla commissione, ma ha invitato gli alleati ed i suoi ex collaboratori a fare altrettanto.


FoxNews.com

Seguici sui Social