Con la Drag Queen a “Dancing With The Stars”, la Disney punta su un’ulteriore propaganda sessuale per i bambini – The Federalist

Poiché “Dancing With The Stars” è considerato uno show “adatto alle famiglie”, anche i bambini possono guardare la serie su Disney Plus senza che i genitori lo sappiano

Tratto e tradotto da un articolo di Bailey Duran per The Federalist

In una mossa che non dovrebbe sorprendere, vista la propensione della Disney a rivolgersi ai bambini con la propaganda sessuale, la stagione 31 di “Dancing With The Stars” presenta una Drag Queen. Nella prima puntata, la Drag QueenShangela” e il suo partner Gleb Savchenko si sono guadagnati gli elogi dei giudici e si sono classificati terzi su sedici coppie di ballerini.

Permettere ad una Drag Queen di gareggiare, per di più con un ballerino professionista maschio, è solo un’altra parte di uno sforzo sistematico della Disney – che ora ospita “Dancing with the Stars” su Disney Plus – per spingere la perversa agenda sessuale del gigante dell’intrattenimento sui bambini.

Shangela è un uomo di 40 anni di nome Darius Pierce. Pierce è cresciuto a Paris, in Texas, ed è stato allevato da una madre single veterana dell’esercito. Da bambino faceva parte del coro della chiesa, ma si è avvicinato al mondo delle Drag Queen all’età di 16 anni per un progetto scolastico. È diventato famoso dopo aver partecipato a tre stagioni di “RuPaul’s Drag Race“.

Darius Pierce dice di identificarsi come Queer e Gay. Pur non dichiarandosi transgender, è d’accordo con l’indottrinamento dei bambini con l’ideologia trans.

All’inizio di quest’anno, durante un gioco a premi ispirato a “Jeopardy!“, è stato chiesto ai concorrenti di individuare quale governatore ha paragonato le cure per l’affermazione del genere agli abusi sui bambini“. Senza perdere tempo, Pierce ha risposto: “Penso che si riferisca a quel pazzo tiranno noto come il governatore del Texas Greg Abbott“. Ha poi elogiato la “GLAAD” (Gay and Lesbian Alliance Against Defamation) per aver “radunato Hollywood e i media per combattere la legislazione anti-trans in Texas ed in tutto il Paese“.

Ha anche preparato la sua figlioccia Hailey, di 9 anni, per il concorso “Toddlers and Tiaras e la si può vedere camminare come una modella davanti a dei bambini mentre è completamente travestita. Nel video, la figlioccia dice: “Penso che le Drag Queen siano forti. Sono come dei modelli”.

Questo tipo di propaganda sessuale non è quello che la maggior parte del pubblico target della Disney vuole che gli venga propinato ogni volta che accende la televisione. La Disney ha commesso lo stesso errore con il fiasco di “Lightyear“. I registi hanno infarcito un film per bambini con la propaganda LGBTQ e il film è stato bocciato. Naturalmente, i media e la stessa Disney hanno fatto finta che l’insuccesso del film non avesse nulla a che fare con la politica, ma ora dovranno fare i conti con la realtà.

Nelle prove con il partner professionista Gleb Savchenko, Darius Pierce ha l’aspetto di un qualsiasi uomo che si vede per strada (anche se sgargiante), ma nelle interviste e negli spettacoli è vestito da donna. Quando ho guardato per la prima volta le foto dei membri del cast, non avevo idea che Pierce fosse un Drag performer. Quanto potrebbero rimanere confusi i bambini?

Anche se Savchenko e Pierce saranno la prima coppia tutta al maschile nella storia di “Dancing With The Stars“, l’agenda sessuale dello show non è iniziata quest’anno. La prima coppia tutta al femminile è stata presentata l’anno scorso nella stagione 30, quando l’icona dei bambini gay JoJo Siwa è stata abbinata alla professionista di “Dancing With The Stars” Jenna Johnson.

Molti non erano soddisfatti di questo abbinamento, ed è uno dei fattori che ha portato la stagione 30 a registrare un calo record di ascolti. La prima ha ottenuto poco più di 5 milioni di telespettatori, con un calo del 33% rispetto alla stagione 29.

A quanto pare, i dirigenti dello show non hanno imparato la lezione.

I genitori sono stanchi di vedere i loro figli bersagliati da una grossolana propaganda sessuale, ovunque, dalle piattaforme di intrattenimento come Disney Plus alle aule scolastiche. Permettere questo tipo di contenuti è dannoso per i bambini e addirittura malvagio. Ogni sottigliezza è sparita e al suo posto c’è un megafono che grida attraverso la televisione che il matrimonio tradizionale e la visione tradizionale del sesso non sono solo un’opzione tra le tante, ma sono superate, strane e “non più cool“.

Come se non fosse già abbastanza difficile per i genitori combattere contro un gigantesco insieme di istituzioni, dall’istruzione all’intrattenimento, che spingono alla confusione sessuale, devono farlo in un mondo abituato a celebrare la licenziosità anche a prescindere da un’agenda LGBTQ. La nostra cultura sconcia è stata impregnata di così tanti eccessi sessuali che le persone eterosessuali che si vestono come spogliarelliste sono viste come “normali”, soprattutto nel mondo dello spettacolo. Il passaggio alle persone omosessuali che si vestono in modo simile o al cross-dressing non è purtroppo un salto così grande.

Uomini e donne sono stati creati in modo diverso e per adempiere a uno scopo specifico. Allo stesso modo, la sessualità è una parte importante e bella dell’essere umano, progettata per essere goduta in modi ordinati, non per essere abusata o commercializzata. I giganti dell’intrattenimento della Sinistra che distorcono la verità e celebrano la confusione sessuale danneggiano proprio le persone che affermano di voler sostenere. La confusione sessuale non è qualcosa di cui essere entusiasti. Dovremmo mostrare con amore alle persone da dove viene il loro valore e la loro identità intrinseca, non spingerle ulteriormente verso uno stile di vita dannoso e malvagio.

Ora che “Dancing With The Stars” ha dato il via a questa tendenza, è probabile che da qui in avanti ci sarà almeno una coppia di ballerini dello stesso sesso in ogni stagione. E poiché è considerato uno show “adatto alle famiglie”, i bambini che hanno accesso agli account Disney Plus potranno guardare la serie senza che i genitori lo sappiano.

Bailey Duran è una scrittrice appassionata di fede, famiglia e valori americani tradizionali. Si è laureata alla Liberty University nel maggio 2021 con una laurea in giornalismo.


TheFederalist.com

Seguici sui Social


The Federalist è una rivista conservatrice americana online ed un podcast che tratta i politica, politiche, cultura e religione, e pubblica anche una newsletter. Il sito è stato co-fondato da Ben Domenech e Sean Davis ed è stato lanciato nel settembre 2013. I contenuti di The Federalist vengono promossi dal sito americano di sondaggi RealClearPolitcs.