Il Giorno del Giudizio per Hunter Biden – Upward News

I procuratori federali sono vicini ad accusare Hunter Biden di reati fiscali e di possesso illegale di arma da fuoco

APPROFONDIMENTO | Le prove sono state raccolte mesi fa ed inviate al Procuratore degli Stati Uniti del Delaware, nominato da Donald Trump, che deciderà se approvare le accuse.

Cosa sta succedendo: I procuratori federali hanno trovato prove sufficienti per accusare Hunter Biden di reati fiscali e legati al possesso di armi, secondo fonti anonime che hanno parlato con il Washington Post.

Quali sono i reati? I procuratori sostengono che Hunter Biden non abbia dichiarato i redditi derivanti da affari esteri in Paesi come la Cina e l’Ucraina, che gli avrebbero fruttato milioni durante il periodo della vicepresidenza del padre. Inoltre, si sostiene che abbia acquistato una pistola mentendo su un controllo federale circa il suo uso massiccio di cocaina.

Il suo portatile ha qualcosa a che fare con questo caso? L’indagine è iniziata due anni prima del ritrovamento del portatile nel 2020 e non è chiaro se il suo contenuto faccia parte delle prove.

E gli altri suoi presunti crimini? L’FBI ha ottenuto anni fa le prove che Hunter Biden potrebbe essere colpevole anche di reati legati alla prostituzione. Il suo portatile mostra anche che il padre, allora vicepresidente degli Stati Uniti, sapeva e partecipava ai suoi affari all’estero. L’FBI si è rifiutata di indagare su queste preoccupazioni. I Repubblicani hanno promesso di indagare sulla corruzione della famiglia Biden se otterranno la maggioranza al Congresso dopo le elezioni di midterm.

La grazia di Biden

APPROFONDIMENTO | A poche settimane dalle elezioni di metà mandato, Joe Biden si adopera per mantenere la promessa fatta in campagna elettorale di cancellare le accuse federali per possesso di marijuana e di depenalizzare la droga.

La grazia: Giovedì, Joe Biden ha graziato tutti i condannati per reati federali che riguardano il semplice possesso di marijuana, ovvero possesso di una sostanza controllata per uso personale senza intenzione di venderla.

Chi riguarda? Non c’è un solo americano in una prigione federale solamente per semplice possesso di marijuana; la maggior parte delle condanne sono a livello statale. Tuttavia, l’amministrazione ha fatto notare che la grazia interesserebbe direttamente circa 6.500 americani condannati per questa accusa e con precedenti penali che riguardano l’occupazione, l’alloggio e le opportunità di istruzione.

Il passo verso la depenalizzazione federale: A livello federale, la marijuana è ancora nella stessa categoria di classificazione dell’eroina e dell’LSD. Joe Biden sta ora facendo pressione sul Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani affinché riveda la classificazione della droga nel tentativo di depenalizzare la marijuana a livello federale.

Il quadro generale: A un mese dalle elezioni di metà mandato, Joe Biden sta facendo passi avanti per mantenere una promessa popolare della campagna elettorale: il 72% dei Democratici (ed il 47% dei Repubblicani) ritiene che la marijuana debba essere legale per uso medico e ricreativo. Ha anche fatto un cenno alla sua politica razziale, affermando che i suoi sforzi correggerebbero, a suo avviso, le leggi sulla marijuana che opprimono le minoranza.


Sondaggio


UpwardNews.com

Seguici sui Social