Midterms “illegittime” – Upward News

La nuova serie di cause contro Donald Trump, spiegate bene

APPROFONDIMENTO | La causa lunga 214 pagine è uno dei tanti tentativi della procuratrice generale di New York Letitia James di mantenere la promessa fatta in campagna elettorale di perseguire con ogni mezzo e ad ogni costo Donald Trump, rivelando un palese conflitto di interessi.

La nuova causa: Dopo oltre tre anni di indagini sulla Trump Organization, la procuratrice generale di New York Letitia James ha intentato una causa civile contro la società, coinvolgendo l’ex presidente Donald Trump, i suoi tre figli ed altre persone in un presunto schema di frode bancaria.

La posta in gioco: La James ha chiesto alla Corte Suprema di Manhattan di escludere la famiglia Trump dalla leadership della società, di impedirle di svolgere attività commerciali per cinque anni e di pagare un risarcimento di 250 milioni di dollari. Nessuno degli imputati rischia il carcere, poiché il caso non è di natura penale.

La promessa del procuratore generale: la procuratrice generale democratica ha fatto campagna elettorale promettendo che avrebbe cercato di incriminare l’allora presidente Donald Trump, impegnandosi ad “unirsi alle forze dell’ordine e ad altri procuratori generali in tutta la nazione per rimuoverlo” dal suo incarico. Ha iniziato l’indagine sui suoi affari entro cento giorni dal suo insediamento. Ha anche proseguito una causa avviata dal suo predecessore contro la Trump Foundation, che non ha scopo di lucro, accusandola di aver usato in modo improprio i fondi destinati alla beneficenza.

Il quadro generale: A prescindere dal merito delle nuove accuse di Letitia James, i suoi sforzi legali sono chiaramente tentativi di guadagnare consenso politico e di mantenere le promesse della sua campagna elettorale. Persino l’ex procuratore generale Bill Barr, solitamente critico nei confronti di Donald Trump, ha definito l’azione legale “un colpo politico”.

I Democratici ripropongono la narrativa della “soppressione degli elettori”

APPROFONDIMENTO | In un’intervista a NBC News, la vicepresidente Kamala Harris ha promesso che se i Democratici manterranno la maggioranza al Senato, Joe Biden porrà fine all’ostruzionismo per approvare una legge che corregga la “soppressione degli elettori“.

Joe Biden sostiene che le elezioni di metà mandato potrebbero essere illegittime: Dopo le elezioni del 2020, diversi Stati governati dai Repubblicani hanno approvato proposte di legge sull’integrità elettorale che regolano requisiti come l’identificazione degli elettori, i voti anticipati, il voto per corrispondenza ed altro ancora. L’establishment della Sinistra, compreso Joe Biden, ha risposto con accuse di “soppressione degli elettori” alla Jim Crow, che Upward News ha sfatato. Joe Biden ha affermato che senza le sue riforme federali, le prossime elezioni di midterm potrebbero essere “illegittime“.

La soluzione dei Democratici: A gennaio, i Democratici al Congresso hanno tentato di approvare un’ampia legge sui diritti di voto che avrebbe federalizzato le regole delle elezioni come il voto per corrispondenza, i cassoni per la raccolta dei voti postali e la registrazione degli elettori nello stesso giorno delle elezioni, concedendo al contempo al Dipartimento di Giustizia la supervisione sulle regole di voto emanate dagli Stati. I Repubblicani al Senato hanno bloccato la legge, ma Kamala Harris spera di vederla avanzare e di garantire che il diritto di voto sia “senza ostacoli”.

Il ritorno della “narrazione della soppressione degli elettori”: Kamala Harris ha rilanciato questa narrazione, sostenendo nella sua intervista che i Repubblicani “estremisti” stanno mentendo sulle presunte minacce della frode elettorale per “approvare leggi che rendano più difficile votare alle persone”.

Il quadro generale: In risposta alle irregolarità e alle procedure di voto emanate illegalmente nelle elezioni del 2020, i Repubblicani hanno lavorato a misure che favoriscono integrità elettorale per prevenire problemi simili nelle elezioni successive. I Democratici hanno definito questi sforzi come “soppressione degli elettori“.


UpwardNews.com

Seguici sui Social