Sabotaggio in Occidente – Upward News

L’uragano Ian è approdato in Florida

APPROFONDIMENTO | Il governatore della Florida Ron DeSantis ha dichiarato che “l’impatto della tempesta sarà enorme“.

Lo stato della tempesta

  • L’uragano Ian si è intensificato fino a 2 miglia orarie dall’essere classificato come una tempesta di categoria 5.
  • Più di 2 milioni di persone in Florida sono sottoposte a ordini di evacuazione obbligatoria.
  • Più di 160.000 abitanti della Florida sono già rimasti senza corrente.
  • La tempesta percorrerà la costa occidentale della Florida attraversando la Florida centrale.

Il governatore Ron DeSantis: “Questa sarà una di quelle tempeste storiche. Darà forma alle comunità del sud-ovest della Florida ed avrà un impatto profondo sul nostro Stato. Chiediamo alle persone di pensare e di pregare”.

Da parte di Joe Biden: “Abbiamo approvato tutte le richieste che la Florida ha fatto per l’assistenza temporanea, l’assistenza di emergenza e l’assistenza a lungo termine”.

Tutto è politica: Joe Biden e Ron DeSantis avevano in programma di discutere degli aiuti federali per l’uragano, ma secondo quanto riportato, Biden avrebbe aspettato fino all’ultima ora a disposizione per parlare con il governatore, scegliendo invece di parlare con tre sindaci della Florida. Alcuni organi di informazione, come la CNN e POLITICO, hanno già definito l’uragano mortale come un “test sulla competenza del governatore della Florida”.

Il sabotaggio del Nord Stream e il suo significato

APPROFONDIMENTO | Il gasdotto Nord Stream prometteva alla Germania un accesso diretto all’energia russa, ma l’America ha combattuto duramente per impedirne il funzionamento. L’attacco potrebbe aver posto fine con la forza a questo braccio di ferro geopolitico.

Il Nord Stream: Prima della guerra in Ucraina, l’Europa dipendeva fortemente dal petrolio e dal gas russo a basso costo. La Germania ha cercato di aumentare questa dipendenza attraverso il Nord Stream, una coppia di gasdotti che avrebbero inviato il gas naturale direttamente dalla Russia alla Germania senza intermediari esterni.

L’America ha combattuto il Nord Stream fino alla fine. Perché? L’America temeva che la Russia potesse usare la coppia di gasdotti come arma politica, bloccando il flusso di gas come leva politica. Inoltre, vedevano che il gasdotto avrebbe rafforzato e normalizzato le relazioni tra l’Europa e la Russia, rivale degli Stati Uniti. Per questi motivi, gli Stati Uniti hanno cercato di impedire il completamento del gasdotto attraverso sanzioni e sforzi diplomatici, fino a giurare che non lo avrebbero mai lasciato funzionare.

Entrambi i gasdotti Nord Stream sono stati attaccati, causando perdite di gas ed impedendo per ora le operazioni future. Il Centro sismologico nazionale svedese ha dichiarato che “non c’è dubbio che si tratti di esplosioni”. La maggior parte dei principali centri studi di geopolitica concorda sulla probabilità di un sabotaggio.

Chi è stato?

Le nazioni europee, unite contro la Russia, danno la colpa a quest’ultima, dicendo che sarebbe una scusa per intensificare l’escalation della guerra. Chi contesta queste affermazioni cita i forti investimenti della Russia in questi gasdotti e l’opportunità che questi le offrono per esercitare un’influenza regionale, rendendo improbabile l’auto-sabotaggio.

Critici e commentatori come Tucker Carlson stanno esaminando il ruolo dell’America. Citano gli sforzi e le promesse fatte in passato dall’America di voler sabotare gli oleodotti. Altri sostengono che il ruolo dell’America sia improbabile, considerando che la CIA ha avvertito la Germania dei tentativi di sabotaggio settimane fa.

Il quadro generale: Probabilmente non sapremo di quale nazione sia la colpa. Tuttavia, il sabotaggio del Nord Stream segna un’escalation globale nella guerra tra Russia e Ucraina.


UpwardNews.com

Seguici sui Social