La Guerra contro Ron DeSantis – Upward News

Il Partito Repubblicano ha imparato dalle elezioni del 2020

APPROFONDIMENTO | Per quanto i media condannino ferocemente i “complottisti delle elezioni rubate”, le preoccupazioni per le elezioni del 2020 hanno reso l’integrità del voto un tema chiave della campagna elettorale del Partito Repubblicano.

Più sforzi per l’integrità elettorale: Dopo le controversie sui brogli elettorali del 2020, le preoccupazioni sull’integrità elettorale sono diventate un tema ricorrente per il GOP. Molti Stati governati dai Repubblicani hanno approvato leggi più severe sull’identificazione degli elettori, sul voto per corrispondenza ed altro ancora. Quest’anno, politici come il governatore della Florida Ron DeSantis ed il procuratore generale della Virginia Jason Miyares hanno istituito delle unità anti-frode elettorale.

In vista delle elezioni di metà mandato, importanti candidati del Partito Repubblicano hanno fatto campagna per migliorare l’integrità delle elezioni. Il Comitato Nazionale Repubblicano (RNC) ha reclutato oltre 45.000 osservatori elettorali “per garantire che le elezioni di midterm di novembre siano libere, eque e trasparenti”.

La narrazione della “Grande Bugia” dei media: I media dell’establishment continuano a condannare e a bollare lo scetticismo sulle elezioni del 2020 come “accuse infondate”, “affermazioni senza fondamento”, “bugie” o “teorie del complotto”. In realtà, continuano ad arrivare notizie sulle irregolarità diffuse nelle elezioni. Tra queste, le modifiche all’ultimo minuto delle regole di voto negli Stati in bilico vinti dai Democratici, che i tribunali hanno ora stabilito essere illegali, e centinaia di milioni di dollari di finanziamenti da parte di terzi che hanno favorito i Democratici.

Il quadro generale: Un sondaggio di maggio ha rilevato che il 55% degli elettori statunitensi ritiene che i brogli hanno probabilmente influenzato l’esito delle elezioni presidenziali del 2020“. Nonostante i media tradizionali dipingano i sostenitori di leggi più severe sulla sicurezza delle elezioni come “divisivi” e le loro argomentazioni “prive di fondamento”, questo sentimento non è limitato ad una sola parte politica. Ad esempio, le affermazioni sui brogli elettorali non erano considerate delle teorie della cospirazione nel 2016, quando molti Democratici e giornalisti invocavano il fallimento del sistema elettorale americano proprio per l’elezione di Donald Trump.

La guerra incombe su Ron DeSantis

APPROFONDIMENTO | L’idea del governatore della Florida Ron DeSantis di trasferire dei migranti verso le città democratiche che si definiscono “santuario” non era originale, ma il suo piano di inviarli in una piccola comunità molto benestante ha scatenato un panico a livello nazionale che altri governatori Repubblicani non erano riusciti a raggiungere. Ora c’è addirittura una class action contro di lui.

La causa: Il governatore della Florida Ron DeSantis ha inviato circa 50 migranti a Martha’s Vineyard. Il risultato è stato il panico che ha fatto attivare 125 membri della Guardia Nazionale per deportare i migranti in una vicina base militare. Tre migranti hanno intentato una causa collettiva contro l’amministrazione di DeSantis per aver “eseguito uno schema premeditato, fraudolento ed illegale… al solo scopo di promuovere… interessi politici”.

La base legale: Il governatore Ron DeSantis ha ripetutamente affermato che tutti i migranti trasportati dalla Florida hanno firmato i moduli di consenso. Alcuni di coloro che hanno fatto causa sostengono di non essere riusciti a comprendere i documenti e che l’opuscolo consegnato ai migranti fosse fuorviante. In sostanza, sostengono di essere stati ingannati per imbarcarsi su due aerei diretti a Martha’s Vineyard.

Dove si andrà a parare? Gli avvocati dei migranti stanno facendo pressione sul procuratore generale del Massachusetts e sul governo federale affinché aprano delle indagini penali sul governatore della Florida. L’amministrazione di Joe Biden sta anch’essa valutando la possibilità di avviare un’azione legale.

Il quadro generale: Sia i critici e gli ammiratori di Ron DeSantis lo considerano una versione “più competente” di Donald Trump. Il suo impegno per il conservatorismo e la sua trasformazione di uno swing-state come la Florida in un bastione dei conservatori e Terra di Libertà, quando la maggior parte degli Stati aveva ceduto alle restrizioni della era pandemica, potrebbero presto portarlo in una posizione simile a quella dell’ex presidente… sommerso da indagini di natura squisitamente politica.


UpwardNews.com

Seguici sui Social