Ora Ron DeSantis è peggio di Donald Trump – Red State

Ora Ron DeSantis è peggio di Donald Trump

di Bonchie per RedState

COMMENTO | Dalla metà del 2015, nessun uomo è stato più odiato dai media mainstream e dai Democratici di Donald Trump. L’isteria che circonda l’ex presidente non è mai cessata da quando è sceso dalla scala mobile della Trump Tower per annunciare la sua corsa alla Casa Bianca.

La situazione è sempre stata così folle che gli era stato persino coniato il soprannome di “cattivo uomo arancione”. Tutto ciò che Donald Trump fa viene esaminato come se fosse un terzo grado. Fonti anonime vengono costantemente citate alla base di articoli che spesso si rivelano falsi. Ancora oggi, Donald Trump è accusato di essere un suprematista bianco che svolge il ruolo agente straniero per conto del Cremlino.

Ma un nuovo candidato ad attirare tutte le ire della Sinistra sta salendo alla ribalta proprio in questi giorni. Secondo il New York Times sarebbe il governatore della Florida Ron DeSantis, che ora viene considerato dalla Sinistra perfino peggiore di Donald Trump.

Si potrebbe dire che anche Donald Trump è un bullo. Sì, lo è. Ma Donald Trump è anche una celebrità da sempre, con un personaggio che è tanto legato a “The Apprentice” come a “Mamma ho perso l’aereo 2” quanto alla sua carriera politica. Inoltre, Trump ha le capacità di una celebrità. È divertente, ha presenza scenica ed ha una sorta di carisma naturale. Può essere un prepotente in parte perché può temperare la sua crudeltà ed il suo egoismo con la performance di un clown o di un uomo di spettacolo. Può persuadere il pubblico che sta solo scherzando, che non dice sul serio.

Ron DeSantis invece non può. Può essere un Trump più competente in termini di capacità di usare le leve dello Stato per accumulare potere, ma è anche più cattivo e severo, senza le sfumature morbide e l’eccentricità del vero Donald Trump.

Avete capito bene? Vedete, Donald Trump sarà pure un bullo, ma è anche morbido (eh?) e riesce a domare il suo ego raccontando le barzellette. Mentre Ron DeSantis è peggio perché è più competente nell’usare le leve del potere ma non ha la capacità di temperare la sua “crudeltà”.

Leggendo questa frase viene da pensare a quanto sia insensata. Primo, anche DeSantis è simpatico, ed è per questo che ha uno dei più alti indici di gradimento tra i politici più di spicco. Secondo, Trump non è un pagliaccio che non porta mai a termine i suoi impegni: la sua amministrazione è stata ricca di azioni tangibili che hanno fatto infuriare la Sinistra.

Sì, DeSantis è più strategico e, di conseguenza, ha più successo nel portare avanti la sua agenda, ma non è la stessa cosa. Inoltre, quando mai Trump ha convinto il pubblico di non pensare davvero quello che dice? Di certo non succede ai suoi comizi.

Tutto questo appare solo come un revisionismo storico. I Democratici non hanno mai visto Donald Trump come un comico innocuo. Lo hanno sempre accusato di essere un nazista, per l’amor del cielo. Ma questo è sempre stato inevitabile. Poiché DeSantis è diventato sempre più efficace nel far infuriare la Sinistra, la riabilitazione di Trump era il passo successivo: “Vedete, è cattivo, ma non era poi così cattivo”.

Ecco la conclusione. Mentre la sinistra odia Trump, e lo odia a morte, teme DeSantis per ragioni diverse. Mentre pensano di poter tenere sotto controllo l’ex presidente con attacchi infiniti ed indagini governative, sono meno fiduciosi che anche DeSantis non riesca a superarli in ogni occasione. Da qui in poi la costernazione per l’uomo della Florida diventerà ancora più esilarante, quindi allacciate le cinture.


RedState.com

Seguici sui Social