Joe Biden annuncia la cancellazione dei debiti per i prestiti agli studenti mentre il debito pubblico sta salendo alle stelle – Fox News

Joe Biden “condona” 10.000 dollari di debito studentesco e 20.000 dollari di debito per i beneficiari di borse di studio Pell in vista delle elezioni di midterm

Joe Biden ha annunciato mercoledì che cancellerà 10.000 dollari di debito federale per i prestiti studenteschi per alcuni mutuatari che guadagnano meno di 125.000 dollari all’anno, e fino a 20.000 dollari per i beneficiari di Pell Grant, estendendo al contempo la sospensione dei pagamenti dei prestiti studenteschi federali fino alla fine dell’anno.

In linea con la promessa fatta in campagna elettorale, la mia amministrazione annuncia un piano per dare respiro alle famiglie dei lavoratori e della classe media che si preparano a riprendere i pagamenti dei prestiti studenteschi federali nel gennaio 2023″, ha twittato Joe Biden.

Joe Biden ha commentato il piano mercoledì pomeriggio.

Il debito studentesco federale della nazione supera ora i 1.600 miliardi di dollari, dopo essere cresciuto per anni. Più di 43 milioni di americani hanno un debito studentesco federale, con quasi un terzo che deve meno di 10.000 dollari e più della metà che deve meno di 20.000 dollari, secondo gli ultimi dati federali.

FLASH NEWS: LE PRIME REAZIONI DEGLI AMERICANI AL PIANO DI ELARGIZIONE DI PRESTITI AGLI STUDENTI DI JOE BIDEN: “ALTAMENTE SOSPETTO” (FOX NEWS)

Secondo il Dipartimento del Tesoro, il debito pubblico ammonta attualmente a 30.700 miliardi di dollari.

Joe Biden ha dichiarato che la sua amministrazione condonerà il debito dei prestiti studenteschi fino a 20.000 dollari per i mutuatari che hanno frequentato l’università con borse di studio Pell e 10.000 dollari per i mutuatari che non hanno ricevuto borse di studio Pell. Ha specificato che il condono si applica solo a coloro che guadagnano meno di 125.000 dollari“.

Joe Biden ha anche detto che i mutuatari con prestiti per studenti universitari possono limitare il rimborso al 5% del reddito mensile“.

FLASH NEWS: L’ACCORDO SUI PRESTITI AGLI STUDENTI POTREBBE COSTARE 900 MILIARDI DI DOLLARI E FAVORIRE CHI GUADAGNA DI PIÙ, SECONDO UN’ANALISI (FOX NEWS)

Joe Biden saluta le persone dopo essere tornato alla Casa Bianca a Washington mercoledì 24 agosto 2022. (Foto AP/Susan Walsh)

Il blocco dei pagamenti dell’era pandemica doveva terminare il 31 agosto, ma Joe Biden ha esteso ancora una volta la sospensione dei pagamenti un’ultima volta fino al 31 dicembre 2022“.

Il Dipartimento dell’Istruzione ha dichiarato mercoledì che la domanda di cancellazione del prestito sarà disponibile “al più tardi quando la sospensione sui rimborsi dei prestiti federali agli studenti terminerà alla fine dell’anno“.

“Ottenere una laurea o un certificato dovrebbe dare a ogni persona in America un vantaggio per assicurarsi un futuro brillante. Ma per troppe persone il debito per i prestiti agli studenti ha ostacolato la possibilità di realizzare i propri sogni, tra cui l’acquisto di una casa, l’avvio di un’attività o il sostentamento della propria famiglia”, ha dichiarato mercoledì il Segretario all’Istruzione Miguel Cardona. “Ricevere un’istruzione dovrebbe renderci liberi, non costringerci a restare a terra! Ecco perché, fin dal primo giorno, l’amministrazione Biden-Harris ha lavorato per risolvere i problemi dei programmi federali di aiuto agli studenti e per offrire un sollievo senza precedenti ai mutuatari”.

Ha aggiunto che l’amministrazione Biden sta “fornendo sgravi mirati che contribuiranno a garantire che i mutuatari non si trovino in una posizione finanziaria peggiore a causa della pandemia, e a ripristinare la fiducia in un sistema che dovrebbe creare opportunità, non una trappola per il debito”.

Per quanto riguarda il piano di rimborso basato sul reddito, il Dipartimento dell’Istruzione ha dichiarato che l’aggiornamento “ridurrà sostanzialmente i futuri pagamenti mensili per i mutuatari a reddito medio-basso”.

La norma proposta dimezzerebbe l’importo che i mutuatari devono pagare ogni mese per i prestiti universitari, portandolo dal 10% al 5% del reddito. La norma prevede inoltre che i mutuatari con prestiti sia per laureati che per diplomati paghino un tasso medio ponderato.

La norma proposta prevede anche la cancellazione dei saldi dei prestiti dopo 10 anni di pagamenti, invece degli attuali 20 anni previsti da molti piani di rimborso in base al reddito, per i mutuatari con saldi originali dei prestiti pari o inferiori a 12.000 dollari.

Secondo un modello di bilancio della Penn Wharton, un condono del debito massimo di 10.000 dollari una tantum per i mutuatari che guadagnano meno di 125.000 dollari costerà circa 300 miliardi di dollari ai contribuenti.

L’annuncio arriva mentre gli Stati Uniti stanno affrontando un’inflazione da record. Alla domanda se il piano aumenterà l’inflazione, un alto funzionario dell’amministrazione ha risposto che le misure adottate dall’amministrazione Biden si compenseranno a vicenda, osservando che ci sono “alcune condizioni e ipotesi in cui potrebbe essere neutrale o deflazionistico”.

Il funzionario ha affermato che la “combinazione” della proroga della sospensione dei pagamenti dei prestiti e della “riduzione mirata del debito” compenserà “ampiamente” l’inflazione.

Questo è il nostro punto di vista“, ha detto il funzionario, aggiungendo che “se tutti i mutuatari chiederanno lo sgravio a cui hanno diritto, 43 milioni di mutuatari federali di prestiti agli studenti ne beneficeranno, e di questi, 20 milioni avranno il loro debito completamente cancellato”.

FLASH NEWS: “ELEMOSINA SUI PRESTITI AGLI STUDENTI”: IL WALL STREET JOURNAL CRITICA LA “LEGGE SULL’ESPANSIONE DELL’INFLAZIONE” DI JOE BIDEN (FOX NEWS)

I Repubblicani hanno criticato la mossa dell’amministrazione Biden e la presidente del Comitato Nazionale Repubblicano Ronna McDaniel l’ha definita “il salvataggio di Biden per i ricchi“.

“Mentre gli americani che lavorano duramente lottano contro l’aumento dei costi e la recessione, Biden fa l’elemosina ai ricchi”, ha dichiarato la McDaniel. “Il salvataggio di Biden punisce ingiustamente gli americani che hanno risparmiato per l’università o che hanno fatto una scelta di carriera diversa, ma gli elettori sanno bene che questo è un miope e poco velato acquisto di voti“.

Il leader della minoranza del Senato Mitch McConnell ha criticato la mossa, affermando che i Democratici hanno “trovato un altro modo per peggiorare l’inflazione, premiare gli attivisti dell’estrema sinistra e non ottenere nulla per milioni di famiglie americane che lavorano e che riescono a malapena ad andare avanti”.

“Il socialismo dei prestiti studenteschi del Presidente Biden è uno schiaffo a tutte le famiglie che hanno fatto sacrifici per risparmiare per l’università, a tutti i laureati che hanno ripagato il loro debito e a tutti gli americani che hanno scelto un certo percorso di carriera o si sono offerti volontari per servire nelle nostre Forze Armate per evitare di indebitarsi”, ha dichiarato Mitch McConnell. “Questa politica è sorprendentemente ingiusta“.

Ha poi osservato che “l’americano medio che ha usufruito dei prestiti studenteschi ha già un reddito significativamente più alto dell’americano medio in generale“.

“Gli esperti che hanno studiato proposte simili in passato hanno scoperto che il beneficio maggiore del socialismo dei prestiti agli studenti va agli americani con un reddito più alto“, ha aggiunto. “I Democratici hanno scritto questa politica proprio per assicurarsi che le persone che guadagnano cifre a sei zeri ne beneficiassero”.

Mitch McConnell ha poi aggiunto: “Questo è l’unico filo conduttore delle politiche dei Democratici: Togliere denaro e potere d’acquisto alle famiglie che lavorano e ridistribuirlo ai loro amici preferiti“.


FoxNews.com

Seguici sui Social