Il dottor Anthony Fauci annuncia il suo ritiro nella speranza di evitare di rispondere delle sue menzogne – The Federalist

Gli americani considerano Anthony Fauci un impostore che ha fatto danni irreparabili al popolo ed alla nazione. Sarà chiamato a rispondere delle sue azioni?

Tratto e tradotto da un articolo di Deane Waldman per The Federalist

Il direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID) e volto noto della risposta degli Stati Uniti alla pandemia Anthony Fauci ha rivelato l’intenzione di andare in pensione a dicembre. Non aspetterà fino al gennaio del 2025, come aveva annunciato in precedenza, segno che forse sta cercando di “lasciare la città” prima che arrivi il conto da pagare.

Per due anni, il narcisista Anthony Fauci è stato in piedi su un pulpito-medico traballante, sputando falsità per giustificare l’imposizione di una sua legge quasi marziale e per togliere le libertà agli americani. Una volta era il salvatore del Paese. Ora la gente lo considera come un impostore che ha fatto danni irreparabili al popolo e alla nazione.

Di seguito sono elencate alcune delle più gravi falsità di Anthony Fauci. Sarà chiamato a rispondere dei danni che ha fatto?

  • L’Origine cinese del COVID-19

L’epidemia di Covid-19 è iniziata a Wuhan, in Cina, la provincia che ospita l’Istituto di virologia sperimentale di Wuhan. All’inizio della pandemia è stata avanzata l’ipotesi di una fuga del virus dal laboratorio. Fauci respinse furiosamente la teoria della fuga dal laboratorio e sminuì coloro che osavano suggerire che potesse essere anche solo una possibilità. Le prove dimostrano che il virus è stato probabilmente rilasciato dal laboratorio di Wuhan. Fauci continua a non crederci.

  • Finanziamenti del National Institutes of Health (NIH) al laboratorio di Wuhan

Fauci ha mentito davanti al Congresso. Ha ripetutamente negato che il National Institutes of Health (NIH) avesse finanziato la ricerca “gain-of-function” nel laboratorio di Wuhan. La ricerca “gain-of-function” si riferisce al rendere un virus più contagioso, più infettivo e/o più letale. I documenti hanno confermto che il NIH ha effettivamente finanziato studi sul “gain-of-function” nel laboratorio di Wuhan.

Nel 2012, Fauci ha difeso la ricerca sul “gain-of-function”, riconoscendo che ci fossero rischi di innescare una pandemia ma che i benefici superassero i rischi. Due anni dopo la difesa di Fauci di questa ricerca ad alto rischio, il governo degli Stati Uniti ha ritenuto il lavoro così pericoloso da essere vietato sul suolo nazionale.

Ironia della sorte, l’NIH ha appena annunciato che non finanzierà più il laboratorio di Wuhan, lo stesso che Fauci giura di non aver mai finanziato.

  • Il continui cambi di idea sull’utilità della mascherina

L’efficacia della mascherina è stata un’altra truffa di Fauci. Prima diceva che bastava una mascherina, poi due, poi addirittura tre; diceva che tutti gli americani avrebbero dovuto metterla, anche ai bambini piccoli, anche a quelli che uscivano da soli in bicicletta. La mascherina divenne così un talismano contro il contagio e un segnale di virtù rigorosamente imposto.

Eppure, numerosi studi, anche del CDC, dimostrano che le mascherine non proteggono. Inoltre, nessuno ha valutato il potenziale pericolo delle mascherine per la salute generale e per la comunicazione, soprattutto per i bambini a scuola.

Gli stessi messaggi di posta elettronica di Fauci hanno messo in luce un’incredibile inversione di tendenza sull’efficacia delle mascherine. Nei primi giorni della pandemia, Fauci scrisse: “Le mascherine sono in realtà per le persone infette, per impedire loro di diffondere l’infezione a persone non infette, piuttosto che per proteggere le persone non infette dal contagio”.

In un’intervista del marzo 2020, Fauci ha persino dichiarato nel programma “60 Minutes” che “non c’è motivo di andare in giro con una mascherina“, anche perché “potrebbe portare ad una carenza di mascherine per le persone che ne hanno davvero bisogno“.

  • Quarantena nazionale

Nel febbraio 2021, il medico-tiranno Anthony Fauci ha imposto il “distanziamento sociale” e la quarantena, assicurando alla nazione che queste misure, mai usate prima d’allora, avrebbero fermato la pandemia, probabilmente entro poche settimane. Diciotto mesi dopo, continua a dire che quello che ha fatto è giusto, nonostante i fatti.

Gli Stati che hanno seguito rigorosamente gli ordini di Fauci di rimanere chiusi, con la mascherina ed il distanziamento sociale hanno avuto risultati medici (ed economici) molto peggiori rispetto agli Stati che hanno riaperto prima, hanno gettato via le mascherine ed hanno riportato i bambini a scuola. Chiaramente, il programma di risposta alla pandemia di Covid-19 di Fauci non era basato sulla scienza.

  • Obblighi vaccinali

Per mandato e delega, Fauci ordinò a tutto il Paese di sottoporsi a un’iniezione sperimentale, un vaccino a base di mRNA, iljab” come lo chiamano in America. Probabilmente la falsità più eclatante di Fauci è stata la sua ripetuta affermazione secondo cui i vaccini fossero “sicuri, efficaci ed approvati dai medici“.

La vaccinazione a base di mRNA ha un’efficacia limitata, non quel 94% di protezione pubblicizzato da Fauci, Pfizer e Moderna. Non esistono studi a lungo termine. Sono disponibili solo dati a breve termine, nonostante i rapporti contrari siano stati censurati, soppressi oppure denigrati. Le prove confermano che le vaccinazioni anti Covid-19 possono causare infiammazioni cardiache, disabilità fisiche, irregolarità mestruali, riduzione dello sperma e persino decessi post-vaccinazione, soprattutto negli atleti adolescenti e nei bambini piccoli.

In una recente apparizione alla MSNBC, Fauci si è lamentato del fatto che la gente non segua i suoi consigli, non si metta la mascherina o che rifiuta il vaccino. Ha affermato (ancora una volta) che i dati dimostrano che i vaccini più i richiami proteggono le persone, mentre in realtà gli studi dimostrano che i vaccini non proteggono e i richiami possono far precipitare il decorso di malattie gravi. Joe Biden ha fatto due vaccinazioni più almeno due richiami e recentemente è risultato positivo al Covid-19, per ben due volte.

  • Terapie

All’inizio della pandemia, i medici negli ospedali volevano trattare i pazienti affetti da Covid-19 con farmaci come l’idrossiclorochina, l’ivermectina ed il Regeneron (anticorpi monoclonali). Fauci, che non ha mai curato un paziente dopo la sua formazione ricevuta più di quarant’anni fa, ha sminuito coloro che cercavano di usare questi farmaci. Era totalmente ed esclusivamente focalizzato nella prevenzione attraverso i vaccini a mRNA.

Fauci denigrava, sopprimeva ed annullava i tentativi di utilizzare o di studiare i farmaci sopra elencati. “Non fatelo” ha detto, mettendo in guardia dall’Ivermectina in un’intervista alla CNN. Dopo che l’ex presidente Donald Trump ha elogiato il Regeneron ed ha parlato del fatto che lo abbia aiutato a guarire dal Covid-19, Fauci ha immediatamente minimizzato, dicendo ad Andrea Mitchell della MSNBC che i ricercatori hanno bisogno dei risultati di un ampio studio clinico prima di trarre qualsiasi conclusione sull’efficacia del farmaco Regeneron.

  • Pagamenti della Royalties

In un rapporto scioccante, non pubblicizzato dai media tradizionali o dai principali organi di informazione online, l’organizzazione Open the Books ha scoperto che le aziende farmaceutiche hanno pagato a Fauci, al direttore dell’NIH Francis Collins, da poco in pensione, ed ad altri alti funzionari medici, un totale di 134 milioni di dollari in pagamenti di royalty ben nascosti ma tecnicamente legali. Fauci ha affermato che si trattava di una “pratica standard” ed ha negato che le royalties avessero un qualsiasi effetto sulle sue decisioni su quali farmaci raccomandare.

Quando Fauci andrà in pensione, lascerà il suo incarico con la pensione governativa più alta della storia, superiore a 350.000 dollari all’anno. Si tratta di una cifra superiore a quella che percepisce un Presidente al momento del pensionamento.

È così che Anthony Fauci sarà ritenuto responsabile delle bugie che ha detto e dei danni che ha fatto alla nazione?


TheFederalist.com

Seguici sui Social


The Federalist è una rivista conservatrice americana online ed un podcast che tratta i politica, politiche, cultura e religione, e pubblica anche una newsletter. Il sito è stato co-fondato da Ben Domenech e Sean Davis ed è stato lanciato nel settembre 2013. I contenuti di The Federalist vengono promossi dal sito americano di sondaggi RealClearPolitcs.