Il bugiardo Dick Cheney, che ha distrutto milioni di vite, dichiara Donald Trump come la più grande minaccia nella storia degli Stati Uniti – Breitbart News

Il bugiardo Dick Cheney, che ha distrutto milioni di vite, dichiara Donald Trump come la più grande minaccia della storia degli Stati Uniti

Tratto e tradotto da un articolo di Rebecca Mansour per Breitbart News

“Nei 246 anni di storia della nostra nazione, non c’è mai stato un individuo che sia stato una minaccia più grande per la nostra repubblica come Donald Trump“, così affermava l’ex vicepresidente Dick Cheney in uno spot pubblicitario pubblicato per la campagna di rielezione di sua figlia Liz Cheney.

Dick Cheney basa questa sua valutazione sull’affermazione, sempre sua, che Donald Trump sia un “bugiardo“. Secondo Cheney, Trump è “un codardo” e neanche un “vero uomo”, perché “un vero uomo non mentirebbe ai suoi sostenitori“.

Un “vero uomo” mentirebbe invece al mondo? Perché è proprio quello che ha fatto Dick Cheney.

Come ha affermato Donald Trump già nel 2016 durante il dibattito dei Repubblicani subito prima delle primarie in South Carolina (che proprio Trump vinse): “Ovviamente la guerra in Iraq è stata un grosso, grosso errore. Hanno mentito. Hanno detto che c’erano armi di distruzione di massa. Non c’erano, e sapevano che non c’erano“.

Dick Cheney – considerato la mente dietro la disastrosa amministrazione dell’ex presidente George W. Bush – è stato uno degli architetti della guerra in Iraq.

La miope ed arrogante avventura all’estero di Dick Cheney è costata cara all’America e ai nostri alleati in termini di sangue e tesori, per non parlare degli orrori che la sua guerra ha inflitto al popolo iracheno.

Un resoconto completo delle malefatte di Dick Cheney va oltre la portata di un solo articolo. (Vi ho parlato delle selvagge torture dei prigionieri iracheni che il segretario alla Difesa dell’amministrazione Bush-Cheney ha approvato, secondo il generale di brigata statunitense che dirigeva la prigione? Solo per questo ci vorrebbero parecchi volumi). Ma limitiamoci a considerare le grandi bugie.

Innanzitutto, l’amministrazione Bush-Cheney ci aveva detto che Saddam Hussein aveva armi di distruzione di massa. Ci era stato detto che l’Iraq aveva cercato di acquistare ossido di uranio, noto come “Yellowcake“. Questo si è rivelato totalmente falso. Così come tutti i tentativi di collegare Saddam Hussein agli attentati dell’11 settembre. Sì, Saddam Hussein era un uomo malvagio, ma non era una minaccia per gli Stati Uniti. Ed ora sappiamo anche che l’amministrazione Bush sapeva già all’epoca che le sue “informazioni” sulle armi di distruzione di massa fossero “imprecise“. Ma questo non li ha fermati dal lanciare un’invasione di un Paese che non rappresentava una minaccia.

In secondo luogo, l’amministrazione Bush-Cheney ci disse che le forze statunitensi sarebbero stateaccolte come liberatori“. L’invasione sarebbe stata, come aveva detto un neocon esaltato, una “passeggiata”. In realtà, le vittime statunitensi in Iraq sono state 4.598, con altri 32.000 feriti.

In terzo luogo, ci è stato detto dall’amministrazione Bush-Cheney, sostenuta dai loro cheerleader nei neocon (la maggior parte dei quali sono i più accaniti Never Trump), che l’operazione Iraqi Freedom avrebbe scatenato un’ondata di democratizzazione in tutto il Medio Oriente. Invece, ha scatenato un’ondata di lotte settarie, attentati suicidi, instabilità regionale, guerre civili, crisi dei migranti ed una pulizia etnica genocida delle antiche comunità cristiane, tanto che nella regione che ha dato i natali al cristianesimo non è rimasto quasi nessun cristiano.

Nella guerra in Iraq sono morti 306.000 tra civili e truppe e circa 3 milioni di iracheni sono rimasti sfollati. La vera portata della devastazione non potrà mai essere conosciuta.

Pensate a tutti i membri delle forze armate che sono morti a causa delle bugie di Dick Cheney.

Pensate a tutti i veterani che sono tornati a casa segnati per sempre a causa delle bugie di Dick Cheney.

Pensate a tutti i bambini americani che sono cresciuti senza padri o madri perché i loro genitori stavano servendo in una guerra lanciata a causa delle bugie di Dick Cheney.

Pensate a tutti gli iracheni innocenti che hanno visto le loro case distrutte, il loro Paese saccheggiato ed il loro mondo stravolto a causa delle bugie di Dick Cheney e del suo “mini-me” George W. Bush. Le conseguenze delle loro bugie si faranno sentire per generazioni.

Ma Dick Cheney vuole farci credere che Donald Trump siauna minaccia più grande per la nostra Repubblica” di chiunque altro in tutti i nostri 246 anni di storia.

Mi dispiace, Dick Cheney. Ma se c’è qualcuno che si è guadagnato questa menzione, quello sei tu.

Rebecca Mansour è Senior Editor-at-Large di Breitbart News.


BreitbartNews.com

Seguici sui Social