Tucker Carlson sul caso dell’aborto: I Democratici sono inorriditi dal ritorno della democrazia

Tucker Carlson commenta il rovesciamento della sentenza “Roe vs Wade”

Questo articolo è adattato dal commento di apertura di Tucker Carlson dell’edizione del 24 giugno 2022 di “Tucker Carlson Tonight”.

Dopo quasi 50 anni, la decisione della Corte Suprema più scadente e distruttiva della storia americana è stata finalmente annullata. La sentenza “Roe vs. Wade” è stata annullata con una maggioranza di 6 a 3. Ecco come Fox News ha riportato la notizia.

BILL HEMMER di FOX NEWS: “La decisione è stata presa. È stata emessa dal giudice Alito e la sentenza Roe vs. Wade, secondo quanto riferito dalla Corte Suprema degli Stati Uniti e dalla nostra Shannon Bream, è stata ribaltata e la questione dell’aborto è tornata agli Stati.”

È scoppiato immediatamente il pandemonio. Nel titolo del sito satirico The Babylon Bee: “I Democratici sospendono l’udienza sul 6 gennaio per invocare un’insurrezione”. È sostanzialmente vero, ma da un punto di vista legale, che è quello che conta, non c’è nulla di sorprendente nella decisione. Era solo questione di tempo prima che “Roe vs. Wade” venisse rovesciata. Questo è ovvio da decenni. Persino i Democratici una volta lo hanno riconosciuto.

La “Roe vs. Wade” è stata una di quelle decisioni che non si è mai sentito difendere nei suoi termini. Molte persone vogliono l’aborto legale, ma nessuno ha mai spiegato come esattamente la Costituzione lo garantisca. La “Roe vs. Wade” era un documento politico. Non era un parere legale e per questo motivo la sua esistenza ha degradato e minato la legittimità della Corte Suprema, una delle istituzioni centrali del nostro Paese. Era un vero e proprio veleno. Lo scopo della Corte Suprema è semplice. È quello di stabilire se le leggi approvate dai politici sono coerenti con la Costituzione degli Stati Uniti. Tutto qui. La Corte Suprema non fa altro.

Ciò che la Corte Suprema non fa, ciò che non può fare e non dovrebbe mai fare è emanare leggi e non dovrebbe mai farlo perché una Corte che legifera sarebbe, per definizione, antidemocratica. Nessuno dei nove giudici della Corte Suprema è stato eletto da nessuno. Sono tutti nominati a vita. Se si avesse a cuore la democrazia e si volesse che la democrazia continuasse, si chiederebbe che tutte le leggi degli Stati Uniti siano approvate da parlamenti eletti. Ancora una volta, non importa come la pensiate sull’aborto o su qualsiasi altra questione specifica. In una democrazia, gli elettori hanno l’ultima parola su come vengono governati. Ecco cos’è la democrazia.

Ora, dopo quasi mezzo secolo, gli elettori hanno riavuto i loro diritti sulla questione dell’aborto. Se l’aborto piace, possono votare per la sua legalizzazione. Se non amano l’aborto, possono votare per vietarlo. Non è sconvolgente. È così che dovrebbe funzionare il nostro sistema, non essendo una monarchia e tutto il resto. Allora, qual è l’argomento contro tutto questo? Beh, non ce n’è uno, e lo sappiamo per certo dal dissenso alla sentenza della Corte Suprema che abbiamo sentito.

I tre giudici che si sono opposti non si sono nemmeno preoccupati di dare un’argomentazione legale a favore del mantenimento della “Roe vs. Wade. Invece, hanno fatto un imbarazzante capriccio. A un certo punto, Kagan, Breyer e Sotomayor hanno avvertito che il diabolico Clarence Thomas intendeva vietare il matrimonio interrazziale. Clarence Thomas contro il matrimonio interrazziale?

Poi, naturalmente, sbuffano su una cosa chiamata “autonomia sul proprio corpo”, di cui in realtà siamo fortemente favorevoli, anche se non è chiaro come si applichi all’aborto, che riguarda due corpi, ma in ogni caso, questi stessi sostenitori dell’autonomia sul proprio corpo sono gli stessi giudici che hanno appena votato per sostenere le vaccinazioni obbligatorie a milioni di americani, violando così la loro di autonomia sul proprio corpo– e questo è un argomento che non ha fermato Justin Trudeau del Canada, dove gli aborti sono legali fino al momento della nascita.

Justin Trudeau ha scritto questo: “Le notizie che arrivano dagli Stati Uniti sono orribili. Nessun governo, politico o uomo dovrebbe dire a una donna cosa può o non può fare del suo corpo“. Improvvisamente, le donne sono ora le uniche a rimanere incinte, come si può notare. Il Canada, tra l’altro, sotto la guida di Justin Trudeau, ha impedito ai cittadini non vaccinati di viaggiare all’interno del proprio Paese. Le vaccinazioni erano obbligatorie.

Justin Trudeau era perfettamente felice di dire alle donne canadesi cosa mettere dentro il proprio corpo. Quindi, cominciate a capire che esattamente zero persone che fanno i capricci oggi si sono prese la briga di spiegare la legge o i principi che presumibilmente sono alla base di “Roe vs. Wade”? Nemmeno una. Invece, stanno urlando, come fanno sempre, di sospendere le udienze sul 6 gennaio per dare inizio a un’insurrezione che, ovviamente, include anche Joe Biden. Eccolo qui.

JOE BIDEN: “Sono stati tre giudici nominati da un presidente, Donald Trump, il fulcro della decisione odierna di rovesciare la bilancia della giustizia ed eliminare un diritto fondamentale per le donne in questo Paese. Non fraintendetemi, questa decisione è il culmine di uno sforzo deliberato lungo decenni per sconvolgere l’equilibrio della nostra legge. È la realizzazione di un’ideologia estrema ed un tragico errore della Corte Suprema, a mio avviso.”

Si noti che la linea rossa per loro è l’aborto. L’aborto. Tra tutte le questioni, perché è così importante per loro? È ovvio perché è importante per le multinazionali americane, quasi tutte intervenute immediatamente per dire: “Vi faremo volare per farvi abortire nello Stato di vostra scelta“. Perché? Perché i dipendenti senza famiglia sono fedeli all’azienda e perché è molto più economico pagare un aborto che un congedo di maternità o un nome in più sulla polizza assicurativa. Quindi, per le aziende americane è tutta una questione di soldi, come sempre.

Le famiglie sono un male per le grandi aziende. Quindi, sono contro le famiglie, ma di cosa sta parlando esattamente Joe Biden? Cos’è questa ideologia estrema? Essere a favore dei bambini? È questa l’ideologia estrema che “sconvolge l’equilibrio della nostra legge”? Di cosa sta parlando Joe Biden? Questa particolare sentenza riduce drasticamente il potere dei giudici non eletti di dettare i dettagli della vita di milioni di americani e restituisce tale potere agli elettori. Gli elettori devono decidere come vogliono vivere. Si tratta di un’ideologia estrema che in qualche modo altera l’equilibrio del potere? Pensavamo che questa fosse la premessa del nostro sistema.

Pensavamo che questa fosse la democrazia e invece le stesse persone che per anni ci hanno fatto la predica sulla democrazia – “è la fine della democrazia” urlavano – ora sono inorridite dal ritorno della democrazia. Ci dicono che la legittimità delle nostre istituzioni è a rischio, eppure non possono permettere agli elettori di esprimersi sul loro modo di vivere. Cosa vi dice tutto questo? Che a loro interessa il potere, non il consenso popolare.

Hanno paura di mettere le loro idee alla prova del voto ed è per questo che il Dipartimento di Giustizia – che non dispensa più giustizia, ma lavora per conto del Partito Democratico – ha permesso ai teppisti di radunarsi fuori dalle case dei giudici della Corte Suprema nelle ultime settimane, in violazione delle leggi federali, nel tentativo di intimidirli affinché non facessero quello che invece hanno fatto, ed è per questo che avete visto diversi membri eletti del Congresso invocare un’insurrezione.

Tra questi, Alexandra “Sandy” Ocasio Cortez di Westchester. Tra questi, come sempre, Maxine Waters di Los Angeles. Non è la prima rivolta che la invoca. Ha minacciato di nuovo di usare la violenza contro i giudici della Corte Suprema perché hanno espresso un parere che lei non condivide ed ha promesso di sfidare la sentenza della Corte. Che ne dite di difendere le nostre istituzioni? Guardate.

MAXINE WATERS: “Vedete tutta questa affluenza di manifestanti? Non avete ancora visto nulla. Le donne controlleranno il loro corpo, non importa come cercheranno di fermarci. Al diavolo la Corte Suprema. Li sfideremo. Le donne avranno il controllo del loro corpo e se pensano che le donne nere siano intimidite o spaventate, hanno fatto male i conti”

Al diavolo la Corte Suprema“. “RobertaMugabe è lì con voi. “Li sfideremo”. Davvero? Sfiderete la nostra istituzione principale dopo aver mandato in prigione delle persone per aver messo in discussione le ultime elezioni? È questo che state dicendo? Non ci faccia mai più la predica sulla santità delle nostre istituzioni, sulle nostre norme, perché è chiaro che non le interessano affatto. Quello che le interessa è solo il potere.

Tucker Carlson Tonight” è il programma televisivo di punta della rete conservatrice americana Fox News, nemico giurato delle bugie, della superbia, dell’autocompiacimento e del pensiero unico. “Noi facciamo le domande che voi fareste – ed esigiamo delle risposte”. Tucker Carlson è fondatore e caporedattore del “The Daily Caller”, un sito di notizie politiche che ha lanciato nel 2010.


FoxNews.com

Seguici sui Social


Tucker Carlson Tonight” è un talk show americano e programma di attualità condotto dal commentatore paleoconservatore Tucker Carlson. Lo show viene trasmesso in diretta da Washington, D.C., su Fox News Channel alle 8:00 P.M. ET nei giorni feriali. Lo show include tipicamente commenti politici, monologhi, interviste e analisi. Ha debuttato come programma nella lineup di Fox News Channel il 14 novembre del 2016. Nel luglio 2020, “Tucker Carlson Tonight” ha battuto il record di programma con il più alto indice di gradimento nella storia delle notizie via cavo degli Stati Uniti, raccogliendo un’audience media di 4,33 milioni di spettatori.

Tucker Carlson è un conduttore di Fox News. Si è unito alla rete nel 2009 come collaboratore. Sostenitore dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, si dice anche che abbia influenzato alcune decisioni politiche chiave di Trump stesso. Le sue controverse dichiarazioni su razzismo, immigrazione e femminismo hanno portato al boicottaggio degli inserzionisti contro lo show. Fiero oppositore del progressismo politico, è stato definito un “nazionalista” ed un “paleoconservatore”. È un critico dell’immigrazione. Originariamente sostenitore della politica economica libertaria, ha poi criticato l’ideologia come “controllata dalle banche” ed è diventato un “protezionista”. È anche uno scettico sugli interventi militari all’estero degli Stati Uniti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...