Joe Biden esorta il Congresso a ripristinare le protezioni della sentenza “Roe vs. Wade” nella legge federale: “Non è finita” – Fox News

Joe Biden ha esortato i manifestanti a rimanere “pacifici” dopo la decisione della Corte Suprema di rovesciare la sentenza “Roe vs. Wade”

Joe Biden ha esortato il Congresso a ripristinare le protezioni della “Roe vs. Wade codificando il diritto all’aborto nella legge federale dopo che la Corte Suprema ha annullato la storica decisione, esortando i manifestanti a rimanere pacifici e dicendo che “la violenza non è mai accettabile”.

Biden, dalla Casa Bianca, ha criticato la decisione della Corte Suprema di rovesciare la sentenza “Roe vs. Wade”, che proteggeva “il diritto di scelta di una donna” ed “il suo diritto di prendere decisioni estremamente personali con il suo medico, senza interferenze politiche”.

Biden ha detto che la “Roe vs. Wade” “ha riaffermato i principi fondamentali dell’uguaglianza, secondo cui le donne hanno il potere di controllare il proprio destino, ed ha rafforzato il diritto fondamentale alla privacy”.

Biden ha anche detto che “Roe vs. Wade” “è stata una decisione corretta” su una “questione complessa attraverso un attento equilibrio con il diritto di scelta di una donna”.

Lasciatemi essere molto chiaro ed inequivocabile: l’unico modo per garantire il diritto di scelta della donna – l’equilibrio che esisteva – è che il Congresso ripristini le protezioni della “Roe vs. Wade” come legge federale“, ha detto Biden. “Nessuna azione esecutiva del Presidente può farlo”.

Biden ha detto che gli elettori “devono far sentire la loro voce” nelle elezioni di midterm di novembre, affermando che “devono eleggere più senatori e rappresentanti che codificheranno ancora una volta il diritto di scelta di una donna nella legge federale”.

“Eleggere più leader statali per proteggere questo diritto a livello locale”, ha detto. “Dobbiamo ripristinare le protezioni della Roe come legge del Paese. Dobbiamo eleggere funzionari che lo facciano”.

Biden ha detto che quest’autunno “la Roe è sulla scheda elettorale“.

“Le libertà personali sono in votazione. Il diritto alla privacy, alla libertà, all’uguaglianza: sono tutti sulla scheda elettorale”, ha detto Biden. “Fino ad allora, farò tutto ciò che è in mio potere per proteggere i diritti delle donne negli Stati in cui dovranno affrontare le conseguenze della decisione odierna”.

Biden ha detto che mentre la decisione della Corte Suprema “getta un’ombra scura su ampie zone del Paese”, ci sono ancora “molti Stati in questo Paese che riconoscono ancora il diritto di scelta di una donna”.

“Quindi, se una donna vive in uno Stato che limita l’aborto, la decisione della Corte Suprema non le impedisce di recarsi dal suo Stato di origine in uno Stato che lo consente“, ha spiegato Joe Biden.

Nel frattempo, Biden ha esortato “tutti, indipendentemente da quanto tengano a questa decisione, a mantenere tutte le proteste pacifiche, pacifiche, pacifiche, pacifiche“.

Nessuna intimidazione. La violenza non è mai accettabile“, ha sottolineato Biden. “Le minacce e le intimidazioni non sono discorsi. Dobbiamo opporci alla violenza in qualsiasi forma, indipendentemente dalle sue motivazioni”.

Biden ha anche detto che molti sono “frustrati e disillusi dal fatto che la Corte abbia tolto qualcosa di così fondamentale”.

“So che molte donne si troveranno ad affrontare situazioni incredibilmente difficili. Vi ascolto. Vi sostengo. Sono al vostro fianco”, ha detto Biden.

Criticando la maggioranza conservatrice alla Corte Suprema, Biden ha detto che mostra “quanto sia estrema” e “quanto sia lontana dalla maggioranza di questo Paese”.

L’ex presidente Donald Trump, durante la sua amministrazione, ha nominato alla Corte Suprema i giudici conservatori Neil Gorsuch, Brett Kavanaugh e Amy Coney Barrett.

Con queste nomine, la Corte Suprema è diventata a maggioranza conservatrice, che contra il presidente John Roberts, il giudice Samuel Alito, il giudice Clarence Thomas oltre a Gorsuch, Kavanaugh e Barrett.

“Hanno reso gli Stati Uniti un’eccezione tra le nazioni sviluppate del mondo”, ha detto Biden. “Ma questa decisione non deve essere l’ultima parola”.

I giudici Stephen Breyer, Sonia Sotomayor e Elana Kagan, tutti nominati da presidenti democratici, hanno dissentito dal parere della maggioranza che venerdì ha annullato la sentenza “Roe vs. Wade“.

Nel frattempo, Joe Biden ha detto che la sua amministrazione “userà tutti i suoi poteri appropriati e legittimi“, ma ha esortato il Congresso ad agire con il [suo] voto“.

“Potete agire. Potete avere l’ultima parola”, ha sottolineato Biden. “Non è finita qui“.

La sentenza è stata emessa dalla Corte nella causa “Dobbs vs. Jackson Women’s Health Organization“, incentrata su una legge del Mississippi che vietava l’aborto dopo 15 settimane di gravidanza. Lo Stato del Mississippi, a guida repubblicana, aveva chiesto alla Corte Suprema di annullare la sentenza di un tribunale di grado inferiore che aveva bloccato il divieto di aborto a 15 settimane.

“Terminiamo questo parere dove abbiamo iniziato. L’aborto presenta una profonda questione morale. La Costituzione non proibisce ai cittadini di ogni Stato di regolamentare o proibire l’aborto. Le sentenze Roe e Casey si sono arrogate questa autorità. Ora annulliamo quelle decisioni e restituiamo tale autorità al popolo e ai suoi rappresentanti eletti“, ha scritto il giudice Samuel Alito nel parere della Corte.

Il parere di Samuel Alito inizia con un’analisi e una critica della sentenza “Roe vs. Wade” e della sua affermazione secondo cui, sebbene gli Stati abbiano “un legittimo interesse a proteggere la ‘vita potenziale'”, questo interesse non sia abbastanza forte da proibire gli aborti prima del momento della vitalità del feto, intesa a circa 23 settimane di gravidanza.

“La Corte non ha spiegato la base di questa linea, e persino i sostenitori dell’aborto hanno trovato difficile difendere il ragionamento della Roe“, ha scritto Samuel Alito.

I giudici progressisti Breyer, Kagan e Sotomayor hanno dissentito, scrivendo che le sentenze Roe e Casey “hanno compreso le difficoltà e la divisione della questione dell’aborto” e che, rovesciando la storica sentenza “Roe vs. Wade“, una donna “non ha diritti di cui parlare”.

La Corte sapeva che gli americani hanno opinioni profondamente diverse sulla moralità di interrompere una gravidanza, anche nella sua fase iniziale“, si legge nella sentenza. E la Corte ha riconosciuto che “lo Stato ha interessi legittimi fin dall’inizio della gravidanza a proteggere la vita del feto che potrebbe diventare un bambino“.

Nel parere dei giudici dissenzienti si legge che “la Corte ha dovuto trovare un equilibrio, come spesso fa quando valori e obiettivi sono in competizione“, si legge nella sentenza. “Ha ritenuto che lo Stato potesse proibire gli aborti dopo la vitalità del feto, purché il divieto contenesse eccezioni per salvaguardare la vita o la salute della donna“.

Oggi la Corte scarta questo equilibrio“, si legge nel parere dei giudici dissenzienti. “Dice che dal momento stesso della fecondazione, una donna non ha diritti di cui parlare“.

Con dolore – per questa Corte, ma soprattutto per i molti milioni di donne americane che oggi hanno perso una fondamentale protezione costituzionale – dissentiamo“, hanno concluso i giudici dissenzienti.

Nel frattempo, il Joe Biden ha ordinato alla sua amministrazione di proteggere l’accesso delle donne ai farmaci approvati dalla Food and Drug Administration (FDA) e alla contraccezione, che, ha detto, “è essenziale per l’assistenza sanitaria preventiva”.

“Sto incaricando il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani di prendere provvedimenti per garantire che questi farmaci critici siano disponibili nella misura più ampia possibile”, ha detto Biden. “E i politici non possono interferire nelle decisioni che dovrebbero essere prese da una donna e dal suo medico”.

E ha aggiunto: “La mia amministrazione rimarrà vigile mentre le implicazioni di questa decisione si manifestano”.

In merito alla decisione di rovesciare la “Roe vs. Wade“, Biden ha dichiarato: “Questo è un percorso estremo e pericoloso su cui la Corte ci sta portando“.


FoxNews.com

Seguici sui Social