I Candidati sostenuti da Donald Trump salgono 129 a 8 alle primarie dopo le grandi vittorie in South Carolina, Nevada, Nord Dakota – Breitbart News

I Candidati sostenuti da Donald Trump salgono 129 a 8 alle primarie dopo le grandi vittorie in South Carolina, Nevada, Nord Dakota – Breitbart News.

I candidati sostenuti dall’ex presidente Donald J. Trump hanno avuto una notte quasi perfetta nelle primarie di martedì sera in South Carolina, Nevada e North Dakota, dove 12 candidati si sono assicurati la nomination, mentre solo uno ha perso la sua corsa. Il record di appoggi andato a buon segno di Donald Trump è ora di 129 a 8 nelle primarie repubblicane di questo ciclo elettorale di midterm.

  • CAROLINA DEL SUD

Il deputato Russell Fry ha sconfitto il deputato in carica Tom Rice nelle primarie per il 7° distretto congressuale della Carolina del Sud. Rice si era unito ad altri nove Repubblicani della Camera per votare a favore dell’impeachment di Trump per “incitamento all’insurrezione“, cosa che ha portato il Partito Repubblicano della Carolina del Sud a censurarlo.

Donald Trump ha attaccato Tom Rice nel suo messaggio di sostegno a Russell Fry, definendolo “il codardo che ha abbandonato i suoi elettori cedendo a Nancy Pelosi ed alla sinistra radicale, e che in realtà ha votato contro di me sulla bufala dell’impeachment 2”. Ha aggiunto che il rappresentante “deve essere cacciato dall’ufficio il prima possibile – e noi abbiamo l’uomo giusto per farlo”.

Donald Trump ha detto che Russell Fry è “uno dei principali combattenti per l’integrità delle elezioni, è a favore della vita, di Dio, delle armi e, cosa molto importante, contro l’aumento delle tasse” e lo ha incoronato come “Campione dell’America First“.

Il candidato repubblicano per il 7° distretto congressuale è apparso su Breitbart News Saturday lo scorso fine settimana e non ha usato mezzi termini parlando del suo avversario.

“Quando volete dei combattenti conservatori sul ring, persone che si battono per il programma America First, proprio qui in South Carolina, non guardate oltre la campagna di Russell Fry”, ha detto. “La gente è stufa del deputato Tom Rice, e lui è stato, come sapete, credo che il voto per l’impeachment ci abbia davvero mostrato chi era e, francamente, ha messo in luce una grande frustrazione nei suoi confronti in generale, ovvero dove è andato su alcune delle questioni che contano per il popolo americano. E vediamo questa continua sbandata verso sinistra”.

Russell Fry correrà alle elezioni generali contro il candidato democratico Daryl Scott.

L’ex rappresentante di Stato Katie Arrington, sostenuta da Donald Trump, ha invece perso la sua corsa contro la rappresentante in carica Nancy Mace nel 1° distretto congressuale. La Mace, che ha ottenuto l’appoggio dell’ex governatrice ed ambasciatrice delle Nazioni Unite Nikki Haley nella corsa, è sempre stata critica nei confronti di Donald Trump. Nel fine settimana, il 45° presidente aveva attaccato la rappresentante in carica appoggiando la Arrington. Mace affronterà la candidata democratica Annie Andrews nelle elezioni generali.

Secondo i risultati elettorali dell’AP compilati dal New York Times, i restanti sette candidati che hanno ricevuto l’appoggio di Donald Trump e si sono guadagnati le rispettive nomination martedì sono:

  • Il Senatore Tim Scott (R) – Candidato al Senato degli Stati Uniti
  • Il Governatore Henry McMaster (R) – Candidato a governatore
  • Il Procuratore generale Alan Wilson (R) – Candidato a procuratore generale
  • Il Rappresentante Joe Wilson (R) – Candidato per il 2° distretto congressuale
  • Il Rappresentante Jeff Duncan (R) – Candidato per il 3° distretto congressuale
  • Il Rappresentante William Timmons (R) – Candidato per il 4° distretto congressuale
  • Il Rappresentante Ralph Norman (R) – Candidato per il 5° distretto congressuale
  • NEVADA

L’ex procuratore generale del Nevada Adam Laxalt è diventato martedì il candidato repubblicano al Senato degli Stati Uniti dopo aver battuto il veterano dell’esercito Sam Brown. Laxalt sfiderà la senatrice Catherine Cortez Masto (D) nelle elezioni generali di questo autunno. Giovedì, il candidato repubblicano del Nevada al Senato degli Stati Uniti è apparso su Breitbart News Daily ed ha previsto una “onda rossaa novembre.

“La realtà è che, come ogni altra crisi che stiamo affrontando in questo momento, non importa che i media mainstream la stiano ignorando o che stiano coprendo Joe Biden, perché i cittadini del Nevada la stanno vivendo – la stanno sperimentando”, ha detto a Breitbart News. “Capiscono che nel mio Stato i Democratici sono al comando di tutto, ed ovviamente, anche a livello federale, i Democratici sono al comando di tutto, ed è per questo che ci aspetta una massiccia onda rossa a novembre”.

Lo sceriffo della contea di Clark Joe Lombardo ha conquistato la nomination repubblicana per la carica di governatore, battendo un affollato campo di primarie. Lombardo sarà in lizza per scalzare il governatore in carica Steve Sisolak (D) nelle elezioni generali di quest’anno.

  • DAKOTA DEL NORD

Il senatore John Hoeven (R) si è assicurato la candidatura per la rielezione contro lo sfidante Riley Kuntz. Hoeven, ex governatore del Nord Dakota, si contenderà per il terzo mandato consecutivo al Senato degli Stati Uniti alle elezioni generali contro la candidata democratica Katrina Christiansen. Anche il rappresentante Kelly Armstrong (R) ha ufficialmente ottenuto martedì la sua candidatura per l’unico distretto congressuale.

Donald Trump aveva ottenuto 117 appoggi andati a segno contro 7 sconfitte alle primarie repubblicane dopo le vittorie di tutti e i suoi 17 candidati in California, Iowa, Mississippi, Montana, New Jersey e South Dakota la scorsa settimana. Il forte risultato del 7 giugno era stata preceduto da scelte perfette anche in Alabama, Texas e Arkansas nelle elezioni del 24 maggio. Tuttavia, i candidati sostenuti da Donald Trump hanno avuto un intoppo in Georgia, dove ben quattro candidati che avevano ottenuto il suo appoggio non sono riusciti a vincere le loro primarie.

La settimana precedente, 23 candidati sostenuti da Donald Trump hanno vinto le loro primarie in North Carolina, Pennsylvania, Kentucky e Idaho, mentre solo due hanno perso. Il 10 maggio, tre candidati che hanno ottenuto l’appoggio del 45° presidente hanno vinto in West Virginia e Nebraska, dopo le vittorie in Ohio ed Indiana, dove tutti e i 22 candidati sostenuti da Donald Trump hanno portato a casa le rispettive primarie. In Texas, 33 repubblicani di Donald Trump hanno vinto le loro primarie del 1° marzo o hanno costretto lo sfidante ad andare al ballottaggio, mentre nessuno ha perso.

Il ciclo delle elezioni di midterm del 2022 riprenderà la prossima settimana in Virginia.


BreitbartNews.com

Seguici sui Social