Byron York: Il decreto transgender di Joe Biden

Byron York’s Daily Memo – Il decreto transgender di Joe Biden

Uno dei modi per chiudere il dibattito su un argomento controverso è quello di dichiarare che non c’è più un dibattito sull’argomento. Tutti, assolutamente tutti, sono d’accordo con una sola delle parti, quindi perché si discuterne ancora? È deciso.

L’amministrazione di Joe Biden lo sta facendo ora su ciò che i funzionari chiamano “gender-affirming care” per i giovani che credono di essere transgender. “Non c’è più discussione tra i professionisti medici, pediatri, endocrinologi pediatrici, medici di medicina adolescenziale, psichiatri adolescenti, psicologi, ecc. sul valore e l’importanza della ‘gender-affirming care‘”, ha detto alla NPR la dottoressa Rachel Levine, in veste di assistente segretario del Dipartimento della Salute, la persona transgender di più alto livello nell’amministrazione Biden. Il giorno dopo, la Levine ha esposto il caso in un discorso alla conferenza “Out for Health” alla Texas Christian University.

La “gender-affirming care” lett. assistenza sanitaria per i transgender o assistenza per l’affermazione del genere, comprende la prevenzione, la diagnosi ed il trattamento delle condizioni di salute fisica e mentale, nonché le terapie necessarie per la riassegnazione del sesso, destinata alle persone transgender. Le questioni implicate nell’assistenza sanitaria transgender includono la varianza di genere, la terapia di riassegnazione del sesso, i rischi per la salute (in relazione alla violenza ed alla salute mentale) e l’accesso all’assistenza sanitaria per le persone transgender in diversi Paesi del mondo.

Un mese prima, a marzo, nell’osservanza della “Giornata internazionale della visibilità dei transgender“, l’agenzia di Levine, il Dipartimento della salute e dei servizi umani (HHS), ha pubblicato un foglio informativo sulla “cura di genereper i giovani. “Per i bambini e gli adolescenti transgender e non binari, le cure precoci per l’affermazione del genere sono fondamentali per la salute ed il benessere generale, in quanto consente al bambino o all’adolescente di concentrarsi sulle transizioni sociali e può aumentare la loro fiducia mentre navigano nel sistema sanitario”, ha detto il Dipartimento.

Il foglio informativo includeva una tabella che dettagliava cosa si intendesse con “cure per l’affermazione del genere“. Ha elencato quattro tipi specifici di cure, con una definizione ed un commento sul fatto che fosse o meno “reversibile”. Il primo tipo di cura era “l’affermazione sociale“, che definiva come “l’adozione di acconciature di genere, abbigliamento, nome, pronomi di genere, servizi igienici ed altre strutture”. Questo può essere fatto “a qualsiasi età ed in qualsiasi stato“, ha detto HHS, ed è “reversibile“. Infatti, mentre c’è un dibattito sulla saggezza di tali sforzi, essi sono, in effetti, reversibili.

Ma il Dipartimento ha elencato altri tre trattamenti approvati che non sono reversibilibloccanti della pubertà, terapia ormonale, ed “interventi chirurgici per l’affermazione del genere“. La tabella ha definito il primo come “l’uso di alcuni tipi di ormoni per mettere in pausa lo sviluppo puberale”, che ha raccomandato essere adottata “durante la pubertà”. Ha definito tale trattamento “reversibile”, anche se c’è un grande dibattito su questo, e in ogni caso, è difficile vedere come ritardare l’età in cui un bambino raggiunge la pubertà possa essere un’operazione reversibile dal momento che il bambino non passerà mai più da quell’età.

L’HHS ha definito la terapia ormonale come somministrazione di “ormoni-testosterone per coloro che sono stati assegnati come femmina alla nascita” ed “ormoni-estrogeni per coloro che sono stati assegnati come maschi alla nascita”, raccomandati sin dalla “prima adolescenza in poi” ed etichettati come “parzialmente reversibili”.

Gli “interventi chirurgici per l’affermazione del genere” sono stati definiti come “chirurgia ‘superiore’ per creare una forma del torace tipica del maschio o migliorare i seni”, “chirurgia ‘inferiore’ sui genitali o sugli organi riproduttivi”, e “femminilizzazione del viso ed altre procedure”. Tali misure sono “tipicamente utilizzate in età adulta o, caso per caso, anche nell’adolescenza” e sono ovviamente “non reversibili”.

Rachel Levine ha detto che non c’èalcuna discussionesul valore e sull’importanza di questi trattamenti. Ma in realtà, tutti e tre, sia i bloccanti della pubertà, sia la terapia ormonale che gli interventi chirurgici “gender-affirming“, sono piuttosto controversi.

Basta guardare alcuni dei commenti di un’organizzazione chiamata “Society for Evidence-Based Gender Medicine“, che è formata dal tipo diprofessionisti medicia cui la Levine si riferiva. Nelle parole del gruppo stesso, “Siamo un gruppo internazionale di oltre 100 medici e ricercatori preoccupati per la mancanza di prove di una certa qualità per l’uso di interventi ormonali e chirurgici come trattamento di prima linea per i giovani con la disforia di genere“. Per avere un’idea del suo approccio, leggete questo fact-cheking che hanno pubblicato proprio sul documento informativo sul “gender-affirming” del HHS citato sopra.

Avreste potuto conoscere di più su questo gruppo, se non fosse che le opinioni dei suoi membri vengono a volte censurate dalle principali organizzazioni dei medici. Per esempio, l’anno scorso il Wall Street Journal ha riportato che l’American Academy of Pediatrics (AAP) ha impedito alla Society for Evidence-Based Gender Medicine di allestire uno stand alla sua conferenza annuale. L’AAP stalavorando molto duramente per dare l’apparenza che tutto è già stato deciso e che non si sia alcun dibattito“, ha detto al Wall Street Journal la dottoressa Julia Mason, un membro della Society for Evidence-Based Gender Medicine.

Ed ora, questo è ciò che anche l’amministrazione Biden sta cercando di fare. Rachel Levine ha dichiarato finita la discussione tra i professionisti della medicina. Il nuovo consenso medico-scientifico, sorprendentemente, è d’accordo con la Levine. Ed ora, l’amministrazione passerà al passo successivo. Poiché dicono che il dibattito è finito, poiché dicono che c’è unconsenso scientifico unanime” a favore del trattamento sul “gender-affirming“, allora coloro che ancora parlano non stanno discutendo sui fatti. Stanno solamente attaccando i loro simili“.

Coloro che ora attaccano la nostra comunità LGBTQI+ sono guidati da un’agenda che non ha nulla a che fare con la medicina, nulla a che fare con la scienza, e nulla a che fare con il calore, l’empatia, la compassione o la comprensione“, ha detto Rachel Levine nel suo discorso alla Texas Christian University. “Stanno rifiutando il valore della medicina di supporto, rifiutando la scienza consolidata, e rifiutando la compassione umana di base. Preferiscono la calunnia, il bigottismo ed i discorsi d’odio basati sul genere“.

Chi vorrebbe farlo? Chi vorrebbe rischiare di essere accusato di calunnia, bigottismo e “gender-baiting“, rischiare la reputazione ed il proprio stipendio, per aver messo in discussione la saggezza delle curegender-affirmingsui minorenni? Meglio starsene zitti e basta.

Dopo tutto, Rachel Levine ha detto che la discussione è chiusa, almeno finché la Levine e l’amministrazione Biden resteranno al potere.


WashingtonExaminer.com

Seguici sui Social


Byron York è il corrispondente politico capo del Washington Examiner e un collaboratore di Fox News. Ha seguito le amministrazioni Bush, Obama, Trump e ora Biden, così come il Congresso ed ogni campagna presidenziale sin dal 2000. È l’autore di “The Vast Left Wing Conspiracy”, un resoconto dell’attivismo liberal nelle elezioni del 2004. Già corrispondente dalla Casa Bianca per il National Review, i suoi scritti sono stati pubblicati sul Wall Street Journal, Washington Post, Atlantic Monthly, Foreign Affairs e New Republic. Laureato all’Università dell’Alabama e all’Università di Chicago, vive a Washington, D.C.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...