Elezioni di metà mandato: Immigrazione, il Titolo 42 ha messo i Democratici in “cattiva forma”, dicono gli esperti dei sondaggi – Fox News

Sempre più Democratici stanno rompendo con l’amministrazione di Joe Biden mentre i Repubblicani cercano di portare a casa la questione dell’immigrazione

L’anno con le elezioni di metà mandato già difficile per i Democratici è pronto a diventare ancora più duro quando l’amministrazione Biden annullerà il Titolo 42 questo mese, una mossa che gli esperti avvertono potrebbe portare ad una corsa di migranti in cerca di asilo negli Stati Uniti.

In alcune interviste con Fox News, i sondaggisti dicono che porre fine alle espulsioni dell’era pandemica lungo il confine tra Stati Uniti e Messico sarà un altro grande problema per i Democratici che cercano di aggrapparsi alle loro strette maggioranze alla Camera e al Senato.

I Democratici sono in cattiva forma – alcuni direbbero in forma terribileper le elezioni di metà mandato“, ha detto a Fox News Larry Sabato, direttore dell’University of Virginia Center for Politics. “La controversia sul Titolo 42 non sta facendo nulla per aiutarli e probabilmente peggiora addirittura le prospettive per i Democratici“.

“L’indizio è che i Democratici moderati ed in pericolo per la rielezione al Congresso stanno scatenando l’inferno e disertando i piani dell’amministrazione Biden“.

Ciò che era iniziato come qualche voce isolata tra i moderati si sta ora trasformando in un coro di dissenso tra i tutti i Democratici che si trovano in prima linea, che dicono che l’amministrazione Biden non dovrebbe rescindere il Titolo 42, come annunciato per il 23 maggio, finché non ci sarà un piano per affrontare l’ondata migratoria che si abbatterà sul confine.

L’ordine esecutivo contenete il Titolo 42 era stato implementato nel marzo 2020 sotto l’amministrazione dell’ex presidente Donald Trump come una modalità studiata per tentare di tenere il COVID-19 fuori dai confini americani. L’amministrazione di Joe Biden l’ha mantenuto in vigore tra gli avvertimenti che l’annullamento avrebbe potuto solamente peggiorare la crisi migratoria al confine. Ma il CDC ha recentemente annunciato che le espulsioni il base al Titolo 42 finiranno il 23 maggio perché l’ordinanza di salute pubblica “non è più necessaria“.

I progressisti hanno lodato la mossa del CDC. Ma i moderati e i candidati vulnerabili sono scontenti, dovendo affrontare un panorama per le elezioni di midterm già difficile con un’alta inflazione ed i bassi indici di approvazione di Joe Biden. Un peggioramento della crisi migratoria al confine produrrebbe solo più dolore.

Citando un individuo a conoscenza delle discussioni interne all’amministrazione, Axios ha riferito che la Casa Bianca sta rimuginando se continuare con l’abrogazione del Titolo 42 mentre montano le preoccupazioni dei membri del Partito di Joe Biden.

“Questo li mette… in una posizione molto difficile. I Democratici moderati e i Democratici progressisti stanno discutendo proprio ora sulla migliore strategia elettorale per le elezioni di metà mandato“, ha detto a Fox News James Wallner, Senior Fellow del R Street Institute per la governance.

I progressisti dicono che dovremmo fare le cose in grande anche se questo significa che non avremo successo, e dovremmo cercare di mantenere ciò che abbiamo promesso ai nostri elettori. E i moderati ovviamente non dicono questo“, ha aggiunto James Wallner. “Questo è un disaccordo politico tra queste due ali del partito, penso che sia molto significativo”.

Il crescente numero di senatori democratici che stanno rompendo con la Casa Bianca mostra quanto siano “chiaramente preoccupati” per la reazione degli elettori, ha detto David Winston, presidente del Winston Group, che fa ricerche e strategie elettorali attraverso i sondaggi per i Repubblicani.

“I dati dei sondaggi su questo aspetto specifico della questione dell’immigrazione sono limitati, ma ciò che è là fuori mostra che gli elettori indipendenti, un gruppo fondamentale di elettori, si oppongono alla fine del Titolo 42 con un significativo margine di 20 punti“, ha detto David Winston a Fox News.

Sebbene l’inflazione sia il problema più grande che i Democratici devono affrontare, il Titolo 42è solo un altro problema per il presidente ed il suo partito che sta andando nella direzione sbagliata”, ha concluso.

I Democratici si sono uniti ai Repubblicani nel denunciare all’ipocrisia – chiedendo perché l’amministrazione di Joe Biden stia chiedendo al Congresso di approvare altri miliardi in aiuti per affrontare la pandemia di COVID-19, sebbene il Coronavirus non sia apparentemente più una preoccupazione nemmeno al confine tra gli Stati Uniti e il Messico.

Al Senato, i senatori Democratici Mark Kelly e Kyrsten Sinema dell’Arizona, Jon Tester del Montana, Joe Manchin della Virginia Occidentale e Maggie Hassan del New Hampshire hanno già introdotto una proporsta legislativa per estendere il Titolo 42 per altri 60 giorni e richiedere all’amministrazione Biden di presentare un piano al Congresso su come affrontare il previsto aumento di migranti al confine tra gli Stati Uniti e il Messico.

Alla Camera, i rappresentanti Henry Cuellar del Texas, Jared Golden del Maine, Stephanie Murphy della Florida, Greg Stanton dell’Arizona, Chris Pappas del New Hampshire e Tom O’Halleran dell’Arizona hanno introdotto una proposta simile.

E i candidati Democratici al Senato in Pennsylvania, North Carolina, Ohio, Florida e Wisconsin hanno tutti preso le distanze dalla politica migratoria di Joe Biden.

Anche il senatore Gary Peters, che presiede il Comitato per la sicurezza interna del Senato ed il comitato democratico per la campagna elettorale dei senatori, ha detto che i candidati democratici al Senato hanno “ragione di sollevare domande” sulla politica dell’immigrazione.

“A meno che non abbiamo un piano ben congegnato, penso che sia qualcosa che dovrebbe essere rivisto e forse ritardato”, ha concluso Gary Peters, D-Michigan, secondo POLITICO.

Neil Newhouse, co-fondatore di Public Opinion Strategies, che fa sondaggi per i Repubblicani, vede un’apertura qui per il GOP per fare più incursioni tra gli elettori latinos ed ispanici – ne è così convinto, infatti, che sta conducendo dei focus group sulle questioni relative all’immigrazione.

Non c’è dubbio che gli elettori latino-ispanici siano sul piedistallo in queste elezioni“, ha detto Newhouse a Fox News. “Sono cauti nella loro approvazione del presidente. I Repubblicani hanno vinto una percentuale significativa di elettori ispanici nelle ultime elezioni”.

Lo stratega democratico James Carville ha detto che i sondaggi gli dicono 3che alla gente generalmente piace l’immigrazione, ma quello che non piace è il disordine“. I richiedenti asilo hanno sempre avuto un posto privilegiato negli Stati Uniti e in altri paesi, ha detto, e ci sono modi per testare i migranti che entrano negli Stati Uniti per il COVID-19.

“È solamente un errore pensare che l’immigrazione sia automaticamente una cattiva notizia per i Democratici”, ha detto Carville a Fox News. “Non me la bevo”.

Detto questo, Carville ha dichiarato che le midterms non stanno andando molto bene in questo momentoper i Democratici, data l’inflazione, e spera in un’inversione di tendenza entro la fine dell’estate, quando gli aumenti 2salariali dovrebbero superare i costi crescenti.

“Se avete un’inflazione del 5% ed una crescita dei salari del 6,5%, questo sarà più significativo di quante persone stiano cercando di entrare nel paese” ha detto Carville.

Il Democratic Congressional Campaign Committee (DCCC) ed il Democratic Senatorial Campaign Committee (DSCC) non hanno offerto i loro commenti su come il Titolo 42 avrà un impatto sulle elezioni di metà mandato. Ma un leader della maggioranza della Camera, Steny Hoyer, D-Maryland, ha detto che i Democratici stanno ancora cercando di mettere assieme una riforma completa dell’immigrazione.

“Dobbiamo continuare a garantire e gestire efficacemente il confine tra Stati Uniti e Messico, accogliendo umanamente coloro che hanno delle richieste valide di asilo negli Stati Uniti”, ha detto Hoyer in una dichiarazione a Fox News. “I risultati dei Repubblicani sulle politiche dell’immigrazione dicono che non ha fatto nulla per risolvere l’arretrato che si è accumulato nel sistema dell’immigrazione, eppure continuano a fare demagogia su questo tema, mentre i Democratici al Congresso stanno lavorando per portare avanti soluzioni che migliorano la gestione dei confini e riflettono i nostri valori, compresa una riforma completa dell’immigrazione”.

Nel frattempo, il Comitato Nazionale Repubblicano del Congresso (NRCC) ed il Comitato Nazionale Repubblicano del Senato (NRSC) mirano a legare i Democratici alla crisi migratoria da qui a novembre e non permetteranno ai Democratici che stanno prendendo le distanze da Joe Biden di sfilarsi.

I Democratici sono fregati in ogni caso“, ha detto a Fox News Chris Hartline, direttore delle comunicazioni del NRSC. “La loro base pensa che questa sia una politica razzista dell’era Trump, mentre la maggioranza degli americani è preoccupata per l’attuale crisi di confine che sarà solamente esacerbata dalla rescissione del Titolo 42″.

Abrogare il Titolo 42 porterà ancora più elettori delle comunità di confine ad abbandonare i Democratici“, ha aggiunto la portavoce del NRCC Torunn Sinclair.

Il leader dei Repubblicani della Camera, Kevin McCarthy, che è pronto a diventare il prossimo presidente della Camera qualora i Repubblicani riprendano la Camera, si appoggia alla questione dell’immigrazione.

La maggioranza democratica della Camera ha applaudito alle politiche delle frontiere aperte del presidente Biden per più di un anno, e la crisi al nostro confine meridionale è solamente peggiorata“, ha detto McCarthy in una dichiarazione a Fox News. “Il popolo americano vuole e merita confini sicuri. Il presidente e i Democratici al Congresso dovrebbero lavorare per implementare le soluzioni dei Repubblicani della Camera per mantenere sicure le comunità americane”.


FoxNews.com

Seguici sui Social