Greg Abbott: È ora che Biden faccia il suo lavoro: Proteggere il nostro confine – Fox News

Nell’America di Joe Biden, ogni stato è uno stato di confine

Tratto e tradotto da un lettera del Gov. Greg Abbott a Fox News

Il nostro confine meridionale è in crisi. L’amministrazione Biden ha lasciato il nostro paese in una situazione terribile. Con la fine del Titolo 42 il mese prossimo, si stima che 18.000 immigrati illegali al giorno potrebbero riversarsi nelle nostre comunità già sovraccariche di migranti.

In risposta, il Texas sta facendo più di quanto qualsiasi altro stato abbia mai fatto per rendere sicuro il confine. Come parte dell’Operazione Lone Star, il Texas sta costruendo un muro di confine; abbiamo schierato 10.000 agenti della Guardia Nazionale del Texas e del DPS al confine; abbiamo arrestato migliaia di pericolosi criminali che hanno eluso le pattuglie di confine degli Stati Uniti; abbiamo respinto più di 15.000 immigrati che hanno cercato di entrare illegalmente. Ma con la fine del Titolo 42, anche questi passi senza precedenti non saranno sufficienti.

Ecco perché all’inizio di questo mese ho incontrato quattro governatori messicani che condividono il confine con il mio stato, Nuevo León, Chihuahua, Coahuila e Tamaulipas. Questi governatori capiscono l’importanza di lavorare insieme in questi tempi difficili ed hanno promesso di intraprendere azioni straordinarie per ridurre il flusso di immigrati illegali in Texas.

Mi sono seduto con ognuno di questi governatori ed ho firmato accordi che stabiliscono cosa possono fare per soddisfare queste circostanze uniche. Questi stati messicani ora aumenteranno la sicurezza nei loro varchi d’ingresso negli Stati Uniti e, soprattutto, lungo il Rio Grande, in particolare nei punti di attraversamento dove ci sono le acque basse, dove si dirige la gran parte dell’immigrazione illegale, il contrabbando di droga e l’attività dei cartelli.

A Chihuahua, il governatore Campos sta schierando la piattaforma Sentinel, un pacchetto tecnologico da 200 milioni di dollari che permetterà alla polizia di Stato di Chihuahua di seguire i veicoli dal momento in cui lasciano una zona industriale a Juárez fino a quando attraversano il confine con il Texas, assicurandosi che non diventino veicoli per il contrabbando dei cartelli della droga. Stanno anche utilizzando droni per pattugliare il confine e dispositivi biometrici per il riconoscimento facciale per aiutare nella cattura dei leader dei cartelli. Il governatore Campos è impegnato ad arginare la marea di contrabbando illegale in Texas.

A Coahuila, lo stato creerà punti di controllo in tutto il territorio per rilevare l’arrivo delle carovane di immigrati ed intercettarli prima che arrivino al confine con il Texas. Il governatore Riquelme schiererà anche squadre speciali di personale, compresi veicoli fuoristrada ed elicotteri, per impedire l’attraversamento dei migranti nei punti chiave e lungo il Rio Grande.

A Tamaulipas, lo stato messicano con il maggior numero di ponti che danno verso il Texas, il governatore Cabeza de Vaca si è impegnato a operare punti di controllo in tutto il suo stato per identificare i migranti in arrivo e restituirli alle autorità federali messicane dell’immigrazione. Sta anche schierando squadre tattiche speciali per impedire l’attraversamento dei migranti nei varchi di Nuevo Laredo, Miguel Alemán, Camargo, Reynosa, Nuevo Progresso, Matamoros, e negli attraversamenti nelle acque basse lungo il Rio Grande. Lo stato del Tamaulipas utilizzerà anche la sua nuova struttura di intelligence C5 a Reynosa per sorvegliare i punti di attraversamento e le aree ad alto traffico lungo il Rio Grande e condividere qualsiasi informazione appresa con il Texas DPS, in modo da poter lavorare insieme per ridurre l’attività illegale lungo il confine.

Ognuno di questi stati si è impegnato con me a lavorare contro gli sforzi dei cartelli della droga messicani che fanno fortune incalcolabili ogni anno contrabbandando persone, droghe mortali come il fentanyl, armi e valuta illegale attraverso il nostro confine meridionale. Non pensate che tutta questa situazione sia solo migranti innocenti che scappano da governi falliti in Sud e Centro America. Attraverso il nostro programma di applicazione delle frontiere, abbiamo catturato membri di bande, membri di cartelli della droga, assassini di poliziotti, stupratori e persino sospetti terroristi. E questi sono solo quelli che abbiamo arrestato. Provengono da più di 150 paesi del mondo.

Tutti questi sforzi senza precedenti ci aiuteranno a combattere i livelli mai visti di migranti che ci aspettiamo di vedere al nostro confine meridionale il mese prossimo. Ma nessuno di questi è un lavoro che io o qualsiasi altro governatore dovremmo essere costretti a fare. Questo è il lavoro del presidente Biden, eppure si rifiuta di farlo. Sotto la precedente amministrazione il nostro confine era il più sicuro come non lo era mai stato da anni, ma una delle prime cose che il presidente Biden ha fatto quando ha prestato giuramento è stato aprire le porte all’immigrazione illegale.

Questo è il motivo per cui ora sto inviando degli autobus carichi di immigrati clandestini che acciuffiamo in Texas e li stiamo lasciando a Washington, D.C. Può essere difficile per la Casa Bianca ed il Congresso comprendere la vera portata della crisi dell’immigrazione illegale se non la vedono di prima mano. Quindi, sto portando il confine da loro.

Per essere chiari, nell’America di Joe Biden, ogni stato è uno stato di confine, e fino a quando non metteremo in sicurezza il nostro confine meridionale, le droghe mortali, il crimine crescente e gli immigrati clandestini saliranno dal nostro confine per andare negli stati di tutto il paese.

È ora che Washington faccia la sua parte. Proteggete il nostro confine.


FoxNews.com

Seguici sui Social