Tucker Carlson: Quando la legge viene applicata in base al colore della pelle la gente muore

Gli Americani vogliono solo che le leggi che hanno votato vengano applicate

Questo articolo è adattato dal commento di apertura di Tucker Carlson dell’edizione del 21 aprile 2022 di “Tucker Carlson Tonight”.

Ecco una storia interessante. Se il New Yorker fosse ancora una vera rivista, potrebbero scriverla, ma ovviamente non lo faranno. Eccola qui: L’estate scorsa, nelle viscere del Dipartimento dei Trasporti a Washington, alcuni analisti federali senza nome si sono imbattuti in una tendenza molto sconcertante in un mucchio di statistiche sulle morti per incidenti stradali.

Si è scoperto che nell’anno 2020, il numero di automobilisti americani morti sulle strade ha avuto un’impennata drammatica. Le morti per incidenti stradali sono aumentate di più del 10% in un solo anno. Ora, in qualsiasi anno, questo sarebbe strano ed angosciante, ma venendo come è stato il 2020, è assolutamente bizzarro perché, come ricorderete, nel 2020, c’era una pandemia. Era appena iniziata. Milioni di persone rimasero in casa quell’anno. Non guidarono per andare al lavoro. Molti non guidavano affatto.

Nel 2020, le strade erano meno affollate di quanto lo fossero state per decenni in questo paese. Quindi, naturalmente, ci si aspetterebbe molti meno morti per incidenti stradali– meno traffico, meno persone che muoiono per gli incidenti – eppure ci sono stati più morti lo stesso. Pensate che sia strano? Diventa ancora più strano. Se si guarda più a fondo nei numeri, si vede che non solo più americani sono morti in auto nell’anno 2020, un numero impressionante di quelli che sono morti erano afroamericani.

Le morti per incidenti stradali tra gli afroamericani sono aumentate di quasi il 25% in un solo anno. Questo è un dato senza precedenti. Quindi, in una normale amministrazione presidenziale, la domanda “perché sta succedendo questo?” sarebbe oggetto di un urgente studio accademico. “La gente sta morendo, cerchiamo di capire perché”. Ma in questa amministrazione, non è stato oggetto di studio accademico urgente. Perché? Perché Pete Buttigieg è ora il segretario ai trasporti. Pete Buttigieg ha lavorato alla McKinsey, quindi conosceva già la causa di queste morti ed era, inutile dirlo, il razzismo.

Il razzismo l’ha fatto, perché le strade d’America sono razziste. Uccidono gli afroamericani. Come ha detto il Washington Post, il Dipartimento dei Trasportiha concluso che le comunità afroamericane tendono ad essere interessate da strade più pericolose“. Ora, questo ha senso per il Washington Post e si può anche capire perché. Gli ingegneri civili, i costruttori di strade, starebbero silenziosamente pianificando un genocidio, e metterebbero, inutile dirlo, tutte le strade pericolose nei quartieri degli afroamericani. Questo è quello che sono e questo genere di cose accade continuamente in America. Questo è un paese razzista; Joe Biden ce lo ha detto innumerevoli volte.

Ma quello che non ha senso è la tempistica qui. Ben poche di queste strade razziste sono nuove. La maggior parte era lì da molto tempo. Quindi, perché così tanti automobilisti afroamericani hanno improvvisamente iniziato a morire nell’anno 2020? Pete Buttigieg non ne aveva idea. Non si è nemmeno preoccupato di indovinare perché, e onestamente, non gli importava poi molto, ma a noi Sì. Abbiamo una teoria ed eccola qui: Se guardate i numeri, noterete che le morti per traffico tra gli afroamericani nell’anno 2020 sono aumentate nel mese di giugno.

Gli incidenti mortali con conducenti afroamericani nel giugno 2020 sono stati complessivamente il 55% in più rispetto al giugno del 2019. Non si vedono mai aumenti del genere. Cosa può essere successo? Beh, vediamo. Fu nell’ultima settimana di maggio del 2020 che un pregiudicato di nome George Floyd morì sotto la custodia della polizia a Minneapolis e dopo di ciò ricorderete che tutto cambiò. Ciò che è cambiato, soprattutto, è stato il modo in cui consideriamo lo stato di diritto.

Come ha detto Russ Martin dell’Associazione dei Governatori per la Sicurezza Autostradale, la morte di George Floydha accelerato la discussione nazionale sull’equità nei trasporti” e quella discussione avrebbe incluso “questioni sull’applicazione della legge“. Oh, eccola, proprio lì. Ecco la risposta. Ai poliziotti di tutto il paese fu detto di smettere di far rispettare le leggi del traffico agli automobilisti afroamericani. Nessuno voleva essere accusato di aver arrestato qualcuno perché “automobilista e nero”. Così, in nome dell’equità, la legge non venne più applicata ad un gran numero di persone. Risultato? Migliaia di americani sono morti.

Questa è una tendenza, avrete notato, e non si applica solo al traffico e non causa solo morti nel traffico. Se guardate attentamente un grafico che mostra il numero di afroamericani assassinati ogni anno dal 2010 al 2020, noterete due grandi picchi. Un picco è arrivato nel 2014. Quello è stato esattamente il momento in cui i media hanno deciso di mentirci sulla morte di Michael Brown a Ferguson, nel Missouri. Gli attivisti hanno poi usato quella falsa storia per cacciare la polizia dai quartieri afroamericani in molte parti d’America. Questo avrebbe dovuto migliorare le cose. Meno poliziotti, meno razzismo. Giusto? No. E qual è stato effetto? Un sacco di gente è stata uccisa e la maggior parte di loro erano afroamericani.

Poi c’è il secondo picco nell’ultimo decennio, il più grande finora. Come abbiamo detto, è arrivato nell’estate del 2020 e continua ancora oggi. Stesso motivo, stesso effetto. Non ci sono molte tendenze nelle scienze sociali che possano essere spiegate in un singolo grafico, ma questa è una di quelle. Meno forze dell’ordine significa più crimine e col tempo significa anche più bambini morti, più genitori in lutto. Non c’è bisogno di essere un criminologo per capirlo. È molto ovvio. Persino Lori Lightfoot lo capisce.

Lori Lightfoot è il sindaco di Chicago. Grazie alle sue politiche sull’equità, la città di Chicago sta cadendo a pezzi. La gente sta morendo in gran numero. Le sparatorie a Chicago sono aumentate del 60% l’anno scorso. Lori Lightfoot sa perfettamente che questo sta succedendo. Sa perché sta succedendo, ma a Lori Lightfoot non interessa. Lori Lightfoot è completamente disinteressata a tutte queste morti, per lo più di persone di colore, che non risponde nemmeno alle domande che le vengono poste.

CONDUTTORE RADIO DI CHICAGO, WILLIAM J. KELLY: “Ogni volta che tiene una conferenza stampa, dice che il crimine è diminuito, l’economia è in pieno boom.”

LORI LIGHTFOOT: “Beh, non è, non è vero, ma si faccia la sua domanda signore.

CONDUTTORE RADIO DI CHICAGO, WILLIAM J. KELLY: “Dall’altra parte della strada, avevamo un agente di polizia in servizio, vittima di un pirata della strada. Abbiamo Michigan Avenue, la Magnificent Miles ora chiamata il “Miglio della paura”. Il Water Tower Place ha ridato le chiavi al locatore. Dicono che non vogliono più stare a Chicago. I veri abitanti di Chicago mi chiedono: “Come puoi anche solo pensare di candidarti di nuovo come sindaco della città di Chicago, dopo tutto il male che hai causato?”.

LORI LIGHTFOOT: “Beh, non sono fondamentalmente d’accordo con lei e non credo di dover affrontare alcuno e dignitoso commento un secondo di più. Prossima domanda?”

“Prossima domanda?”. Allora, Lori Lightfoot non vuole rispondere alla domanda proprio perché conosce già la risposta. In nome dell’equità, i funzionari di Chicago hanno smesso di far rispettare le leggi, ma non qualche legge fiscale esoterica che nessuno capisce veramente, ma le leggi più basilari come “non si può fare del male agli altri”. Stanno rilasciando criminali che continuano ad uccidere altri cittadini. Questo è il trionfo dell’ideologia sulla vita umana. Ecco solo un esempio che viene dall’emittente FOX di Chicago:

REPORTER: “I dettagli sulla storia precedente del colpevole mettono in discussione il modo in cui è stato rilasciato. Questo documento dell’ufficio del procuratore della contea di Cook dice che nel giugno del 2021, il sedicenne Anthony Brown ha condotto la polizia in un inseguimento a piedi. È stato allora che hanno recuperato una pistola Glock calibro 22 carica con un caricatore esteso. Cinque giorni dopo, è stato rilasciato sotto monitoraggio elettronico. Quattordici giorni dopo, il braccialetto è stato tolto e gli è stato imposto un coprifuoco. Sei mesi dopo, si dice che sia stato coinvolto in un furto d’auto. Questa volta, la polizia ha recuperato una pistola Glock calibro 9mm carica con un colpo in canna. È stato allora che è stato rimesso in libertà vigilata. Nel caso della sparatoria di martedì, il 16enne è accusato di omicidio di primo grado e furto d’auto. L’ha rubata ad un autista di Lyft all’inizio della giornata e se n’è andato su quella stessa Infiniti dopo la presunta sparatoria ad un adolescente che non conosceva nemmeno.”

Storie come questa accadono costantemente nella città di Chicago, come nelle città di tutto il paese. Sono sempre le stesse, ma i dettagli di questa raccontano tutto. Un criminale scappa dalla polizia con una pistola posseduta illegalmente. Poi gli stessi politici, che non smettono mai di farti la predica sul controllo delle armi, (“È immorale difendersi”, ti urlano dietro) quelle stesse persone a questo tizio che ha usato una pistola per commettere un crimine, fuori dal carcere immediatamente perché questa è equità. Poi si libera della sua cavigliera e commette un furto d’auto. Poi cosa succede? Beh, gli amici di Lori Lightfoot lo rilasciano ancora una volta perché “incarcerazione, male”. Quindi, cosa fa? Guida e va a sparare e ad uccidere un quindicenne, e perché non dovrebbe? Non c’è nessuna pena.

Ora, se succedessero tragedie come questa ogni tanto, le chiamereste incidenti. Vi sentireste tristi, ma non sareste infastiditi. Questi non sono incidenti. Questo accade ogni giorno nella città di Chicago. Complessivamente, il 43% di tutti i criminali condannati nello stato dell’Illinois commettono nuovi crimini entro tre anni dal rilascio, ed alcuni vengono rilasciati molto presto. Questo è un numero elevato rispetto ad altri stati.

In posti più sani di mente come il Texas, il Sud Carolina e la West Virginia, il tasso di recidiva dopo tre anni è di circa la metà. Qual è la differenza? La politica. Onestamente, non è un discorso di parte. È vero. Nell’ultimo decennio, per esempio, lo stato più liberal del paese, la California, ha registrato un tasso di recidiva di quasi il 50%.

Ora, tenete a mente l’ironia qui. Vi dicono che non dovremmo incarcerare le persone perché l’incarcerazione non funziona e se volete vedere riabilitate le persone, dobbiamo farle uscire. Ma non vengono riabilitati. Diventano dei recidivi, e quasi il 50% nello stato della California. L’incarcerazione ha due scopi. Uno è quello di rieducare il prigioniero in modo che non torni a delinquere di nuovo, ma lo scopo principale è quello di proteggere il resto di noi che non sta commettendo crimini, che ha figli che vogliono solo vivere una vita normale. Hanno dimenticato quella parte.

Così, ogni giorno in California, i politici rilasciano criminali veramente pericolosi di nuovo nella sfera pubblica ed è per questo che ora state correndo un rischio molto grande se osate usare il trasporto pubblico nella città di Los Angeles. Potrebbero spararvi o aggredirvi sessualmente, e non stiamo tirando a indovinare. Abbiamo i filmati.

TUCKER CARLSON ESPLORA LE POLITICHE DEL “PAZZO” GASCÓN E LA TRASFORMAZIONE DI LOS ANGELES IN UNA “ZONA DI GUERRA – TUCKER CARLSON ORIGINALS

Ci sono innumerevoli filmati di sorveglianza dal sistema di trasporto pubblico di Los Angeles. Includono immagini di una donna violentata in pubblico mentre è seduta. È successo in pubblico e succede spesso, questo genere di cose. Siamo andati a Los Angeles per la prima della seconda stagione della nostra serie di documentari. Siamo andati lì perché vogliamo capire come un uomo, un uomo chiamato George Gascón, un procuratore sostenuto da George Soros, possa aver fatto così tanto in così poco tempo per distruggere la città e, naturalmente, lo ha fatto in nome dell’equità. Abbiamo parlato con la famiglia di una vittima di omicidio chiamata Fatima Johnson. È stata una conversazione sconvolgente.

TUCKER CARLSON ORIGINALS: “Fatima Johnson, madre di sei figli, è stata trovata brutalmente assassinata nel suo appartamento. È stata uccisa con violenza, picchiata a morte, legata e imbavagliata. Il sospettato è un criminale di professione di nome Daryl Collins. Collins ha scontato decenni di prigione per due omicidi, oltre a una serie di rapine a mano armata. Aveva una storia criminale abbastanza lunga, una serie di rapine a mano armata. Ha ucciso due persone diverse in due diverse occasioni. Aveva meno di 25 anni quando ha commesso quegli omicidi. Ha ottenuto la libertà vigilata giovanile perché la commissione per la libertà vigilata ha statuito: “Oh, sembra che tu ti sia riabilitato ed andremo avanti e ti rilasceremo”. È stato un errore enorme. Entrò e disse a mia madre che l’avrebbe sposata e che sarebbe stato il nostro patrigno. Il principe azzurro...”. Ma nonostante le precedenti condanne per omicidio e nonostante il fatto che Fatima Johnson sia stata legata ed orribilmente torturata prima di venire uccisa, George Gascón si rifiuta di aggiungere qualsiasi aggravante a questo caso.”

George Gascón non è l’unico procuratore corrotto che sta facendo questo. George Soros ha pagato persone proprio come George Gascón in molte città americane: Kim Foxx a Chicago; Larry Krasner a Philadelphia; Alvin Bragg ora a Manhattan; e altri ancora. In ogni caso, molti americani, migliaia in totale, sono morti come risultato.

Quindi, chi sta beneficiando di questo massacro e come esattamente? Questa è una domanda giusta. C’è da chiederselo. Sappiamo per certo che gli elettori non lo vogliono.

Gli americani vogliono che le leggi che hanno votato vengano applicate e questo vale per gli elettori afroamericani come per tutti gli altri, perché non dovrebbe essere così? Mi dispiace, cari liberal bianchi, gli afroamericani non amano il crimine. In realtà, non state aiutando gli afroamericani aumentando la quantità di crimine nei loro quartieri ed un nuovo sondaggio del Pew Research lo dimostra.

Il sondaggio ha chiesto agli adulti afroamericani a cosa tenessero di più e, indovinate un po’? Non era il razzismo o la diversità o l’equità. Questi temi erano vicino al fondo della lista. Ciò di cui si preoccupano di più è “la violenza ed il crimine”. Ecco cosa gli importava. Perché non dovrebbero preoccuparsene? Così, mentre Pete Buttigieg si preoccupa delle strade razziste, migliaia di afroamericani stanno morendo per le ferite d’arma da fuoco. La gente normale è stufa di tutto questo.

A San Francisco, il pazzoide procuratore distrettuale, Chesa Boudin, sta affrontando la procedura per la rimozione, che potrebbe avere successo. Boudin ha, tra le altre cose, incoraggiato i mercati di narcotici all’aperto in tutta la città di San Francisco e, come risultato, avrete indovinato, più del doppio delle persone sono morte per overdose di droga a San Francisco che per il COVID.

Chi potrebbe sostenere una cosa del genere? Bisognerebbe essere piuttosto fuori dal mondo. Beh, il cantante John Legend lo fa: “Ho appoggiato Chesa come procuratore distrettuale quando si è candidato alle elezioni”, ha twittato Legend, “e lo appoggio ancora”. Certo che lo fai, John Legend. Anche l’amministrazione Biden lo sostiene. Solo pochi giorni fa, la polizia di Washington ha ispezionato un appartamento dove ha trovato un cane di nome Pablo. Il cane era stato rubato da dei ladri che avevano preso anche droga e denaro con la minaccia delle armi. La polizia ha arrestato quattro uomini e tre giovani nell’appartamento. Poche ore dopo, il Dipartimento di Giustizia di Joe Biden ha annunciato che si rifiutava di accusarli.

STEPHANIE RAMIREZ, WTTG REPORTER: “L’ufficio del procuratore degli Stati Uniti ha deciso di non procedere con le accuse ed ha anche confermato che i quattro adulti arrestati sono stati rilasciati. Posso dirvi che le sette persone arrestate ieri sono state accusate di ricettazione. Quindi, rapire il cane Pablo in questo caso. Pablo è stato uno dei due cani rubati durante una violenta ondata di crimini del mercoledì che la polizia dice sia durata quasi un’ora. Ci sono stati quattro incidenti segnalati in quel lasso di tempo, tra cui una doppia sparatoria nel nord-est di Washington, insieme alle rapine a mano armata che hanno coinvolto due proprietari di cani. La polizia ci dice che quando hanno recuperato Pablo in un appartamento nel nord-est di Washington, D.C., hanno anche preso, sequestrato alcuni oggetti, tra cui droga, una pistola ed un fucile stile AR-15 e le munizioni.”

Quindi cosa succede quando si permette alla gente di commettere violenza, l’unica cosa che lo stato non può mai permettere? Lo stato ha il monopolio della violenza. In una democrazia, siamo noi a decidere quando la violenza è appropriata. Cosa succede quando si permette agli elementi antisociali di commettere tutta la violenza che vogliono? Si ottiene molta violenza e la tua città comincia ad assomigliare agli inferni del terzo mondo. La gente viene giustiziata in pieno giorno e nessuno si preoccupa di chiamare la polizia. Questo è appena successo ad Atlanta.

REPORTER: “Questa è la guardia di sicurezza 51enne Anthony Frazier che scende dal suo veicolo, lunedì, vicino a Cleveland Avenue nel sud-ovest di Atlanta. Frazier non sa che sta per essere assassinato. Ora guardate come il sospetto uomo armato cammina verso di lui con una pistola nella mano destra. Un altro uomo, seduto sul marciapiede, assiste a tutto ciò che accade. La polizia non mostra la sparatoria vera e propria, solo le conseguenze. Frazier giace a terra morto. Il suo corpo insanguinato è stato censurato. Il presunto uomo armato fruga tra i suoi effetti personali prima di allontanarsi con disinvoltura dalla scena. Inspiegabilmente, il testimone che era seduto all’angolo, si alza e cammina vicino al corpo senza vita di Frazier, scuotendo solo la testa in apparente incredulità. Poi altri due uomini si sono avvicinati alla vittima e sembrano anche loro perquisirlo. Date un’occhiata più da vicino. Abbiamo ingrandito il video mentre si allontanano con quello che sembra essere il portafoglio della vittima deceduta.”

C’è qualcosa di veramente sbagliato in questo video, tranne il morto. C’è qualcosa di veramente sbagliato nel resto di noi per aver sopportato tutto questo e non aver capito perché esattamente stia succedendo. È un po’ più complicato del razzismo e dell’incarcerazione di massa. Sta succedendo qualcosa di veramente oscuro, ma possiamo dire che questo genere di cose accade molto più di quanto accadrebbe altrimenti quando si decide che la legge debba essere applicata sulla base del colore della pelle.

Quando si decide questo, molta gente muore. Si dissanguano lungo gli scoli, nelle strade della città mentre il resto del quartiere si nasconde in casa in preda al terrore e, guarda caso, la maggior parte dei morti proviene proprio dal gruppo che i nostri leader dicono di proteggere. “Vi amiamo così tanto che vi lasciamo morire“. Questo è il programma dell’equità. Peccato che BLM non ci abbia mai detto come sarebbe andata a finire.

Tucker Carlson Tonight” è il programma televisivo di punta della rete conservatrice americana Fox News, nemico giurato delle bugie, della superbia, dell’autocompiacimento e del pensiero unico. “Noi facciamo le domande che voi fareste – ed esigiamo delle risposte”. Tucker Carlson è fondatore e caporedattore del “The Daily Caller”, un sito di notizie politiche che ha lanciato nel 2010.


FoxNews.com

Seguici sui Social


Tucker Carlson Tonight” è un talk show americano e programma di attualità condotto dal commentatore paleoconservatore Tucker Carlson. Lo show viene trasmesso in diretta da Washington, D.C., su Fox News Channel alle 8:00 P.M. ET nei giorni feriali. Lo show include tipicamente commenti politici, monologhi, interviste e analisi. Ha debuttato come programma nella lineup di Fox News Channel il 14 novembre del 2016. Nel luglio 2020, “Tucker Carlson Tonight” ha battuto il record di programma con il più alto indice di gradimento nella storia delle notizie via cavo degli Stati Uniti, raccogliendo un’audience media di 4,33 milioni di spettatori.

Tucker Carlson è un conduttore di Fox News. Si è unito alla rete nel 2009 come collaboratore. Sostenitore dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, si dice anche che abbia influenzato alcune decisioni politiche chiave di Trump stesso. Le sue controverse dichiarazioni su razzismo, immigrazione e femminismo hanno portato al boicottaggio degli inserzionisti contro lo show. Fiero oppositore del progressismo politico, è stato definito un “nazionalista” ed un “paleoconservatore”. È un critico dell’immigrazione. Originariamente sostenitore della politica economica libertaria, ha poi criticato l’ideologia come “controllata dalle banche” ed è diventato un “protezionista”. È anche uno scettico sugli interventi militari all’estero degli Stati Uniti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...