Tucker Carlson rimprovera Joe Biden per “la cosa più dannosa” che un presidente abbia mai fatto al paese e al mondo

Tucker Carlson rimprovera Joe Biden per “la cosa più dannosa” che un presidente abbia mai fatto al paese e al mondo.

Il conduttore di Fox News Tucker Carlson ha criticato Joe Biden per le sue politiche economiche e di spesa pubblica, che ha detto essere diventate nel loro insieme “la cosa più dannosa che un presidente americano abbia mai fatto a questo paese e al mondo“.

All’inizio del suo monologo, Tucker Carlson ha notato che senza alcuna l’approvazione del Congresso e senza un dibattito nazionale, l’amministrazione di Joe Biden ha assunto poteri di emergenza dopo l’invasione russa dell’Ucraina ed ha iniziato ad imporre una serie di politiche finanziarie che la Casa Bianca ha sostenuto essere state progettate per danneggiare il presidente russo Vladimir Putin, ma che invece hanno danneggiato direttamente i consumatori americani.

Inoltre, ha notato che l’imposizione di un divieto d’importazione sul petrolio russo ha immediatamente fatto salire i prezzi del petrolio a livello globale, fattore che si aggiunge ad una crisi preesistente della catena di approvvigionamento mondiale che Tucker Carlson ha detto essere stata solamente peggiorata dall’inettitudine dell’amministrazione Biden.

Allo stesso tempo, ha sostenuto, grazie anche ad anni di cattiva gestione da parte della Federal Reserve, i problemi sono stati esacerbati anche da due anni di chiusure a causa della pandemia di COVID-19, dal momento che queste in aggiunta con l’iniezione di trilioni di dollari nell’economia, hanno creato una spirale inflazionistica che la Fed non può più controllare.

Alla fine, Tucker Carlson ha detto, un grande cambiamento economico globale è probabilmente in arrivo – cioè, un allontanamento dal dollaro statunitense come valuta di riserva mondiale – che avrà effetti economici devastanti sulla maggior parte degli Americani: tutto ciò è stato accelerato dalle politiche di Joe Biden.

Ecco una trascrizione parziale del monologo di Tucker Carlson:

Vi chiedete se guardando indietro, tra molti anni, gli storici noteranno la notevole coincidenza temporale. L’avete notata? Eccola qui. Esattamente nel momento in cui i poteri di emergenza che si sono dati per combattere il COVID hanno cominciato a scemare, i nostri leader hanno iniziato a spingere per avere un conflitto con la Russia, e poi, sulla base di quel conflitto, hanno assunto poteri di guerra senza precedenti.

Senza nemmeno concedersi una pausa, l’amministrazione Biden ha dichiarato una guerra economica totale ad un paese sovrano. Nessun americano era stato ucciso. Gli Stati Uniti non erano stati invasi o attaccati e, purtuttavia, senza alcun dibattito pubblico significativo o alcuna autorizzazione da parte del Congresso, l’amministrazione Biden ha distrutto la moneta di quel paese, poi l’ha rimossa dal sistema bancario internazionale, fattore che ha impoverito la sua popolazione.

Poi l’amministrazione ha iniziato a sequestrare le proprietà di persone affiliate a quel paese senza alcun processo, senza alcun giusto processo di qualsiasi tipo, senza nemmeno preoccuparsi di spiegare esattamente quale crimine avessero commesso. Nessun governo americano aveva mai fatto qualcosa di simile prima d’ora. […]

La mattina in cui la Russia ha invaso l’Ucraina, avreste potuto parlare di un sacco di cose diverse – del COVID, o del crimine, o di crisi migratoria al confine meridionale. Ora non più. Con grande sollievo della Casa Bianca, tutti questi argomenti sono stati dimenticati, forse per sempre. Nessuna popolazione è mai stata manipolata più abilmente di quanto la nostra popolazione venga manipolata in questo momento, ma anche con i monopoli tecnologici impegnati sul caso a tempo pieno, ci sono dei limiti, alcuni argomenti non possono essere nascosti, e l’inflazione è uno di questi. […]

In effetti, l’inflazione è così alta in questo momento che anche le persone benestanti sono preoccupate, e non preoccupate in qualche senso astratto, come la salute a lungo termine del paese. Le persone che guadagnano 250 mila dollari all’anno sono preoccupate di non poter continuare a vivere come fanno ora. Si può essere dispiaciuti o meno per loro, ma mettiamolo in prospettiva. Immaginate se guadagnaste 50 mila dollari all’anno o 30 mila dollari all’anno, come fanno molti americani, sareste terrorizzati di fronte a questa inflazione, e forse già lo siete.

Allora, qual è la causa? Qual è la radice dell’inflazione? Se volete conoscere la risposta a questa domanda, il modo più veloce per ottenerla è controllare cosa negano i politici. Qualunque cosa sostengano non sia la causa dell’inflazione quasi certamente è la causa dell’inflazione, e con questo in mente, ecco Joe Biden che vi dice che la spesa pubblica non ha nulla a che fare con la spirale dell’inflazione. […]

Nei mesi successivi alla crisi finanziaria del 2008, la Federal Reserve ha assunto poteri di emergenza per rispondere al crollo finanziario. Ora, se state notando un tema qui, le persone in carica che si danno poteri di emergenza di fronte a una crisi che hanno creato, potreste cominciare ad avere qualche dubbio su qualcosa. Ma in ogni caso, dopo il 2008, la Fed ha abbassato i tassi di interesse quasi a Zero e poi ha iniziato a stampare denaro. Questo avrebbe dovuto salvare la nostra economia, e forse avrebbe salvato l’economia se fosse finita ad un certo punto, ma non è finita. È andata avanti fino ad oggi. Sono quasi 14 anni e nel processo, ciò che era stato progettato per salvare la nostra economia ha distrutto la nostra economia.

Più volte nel corso degli anni, le teste pensanti più sagge della Fed hanno parlato di abbandonare le misure di emergenza e di reintrodurre la realtà nell’economia americana, reintroducendo le forze del mercato. Ve li ricordate? Ma ogni volta che hanno contemplato di fare questa cosa, Wall Street si è ribellata in modi molto pubblicizzati. La crescita dei salari e l’economia produttiva erano in stallo, ma il mercato dei jet privati era in pieno boom. Così, l’inflazione dei beni divenne la base della ricchezza per molte persone nella fascia alta. Comprare cose, poi rivenderle ad un prezzo più alto. Non fare nulla, insomma.

Ora, nessuna società può continuare così per molto tempo perché non è intrinsecamente produttiva. È un gioco di gusci, ma la nostra lo ha fatto per più di 14 anni e, nel processo, questo paese è diventato economicamente più sbilenco di quanto lo sia mai stato. Meno persone che possiedono più cose. La Fed ne era pienamente consapevole. Non sono stupidi. Sapevano che stavano causando queste tendenze e che la maggior parte di queste tendenze erano pericolose e negative per l’America, ma la verità è che nessuno poteva fermarle. […]

Grazie alla cattiva gestione dell’amministrazione Biden, le materie prime su tutta la linea sono aumentate drammaticamente – potassio, fertilizzanti, grano… enormemente. Il nichel è salito del 250% in due giorni. Chi pagherà per tutto questo? Voi. Questo è il più grande aumento delle tasse della vostra vita, e, a proposito, potrebbe facilmente andare anche peggio. Perché? Perché il petrolio viene scambiato in dollari statunitensi. Mai sentito il termine “petrodollari”?

Perché il resto del mondo dovrebbe continuare a commerciare il petrolio in dollari statunitensi, un fatto che ci avvantaggia enormemente, quando c’è l’incertezza imposta dalle forze politiche sui mercati del petrolio? Ci sarebbe un enorme incentivo a commerciare il petrolio in un’altra valuta. Forse la valuta cinese? Forse l’euro? Forse le criptovalute? Chi lo sa? Ma ci saranno mercati nuovi e concorrenti in cui il petrolio viene scambiato in qualcosa di diverso dai dollari statunitensi, e questa sarà una perdita enorme per noi. […]

Ecco la verità più grande: i nostri sistemi finanziari globali ci avvantaggiano. Questo può non essere giusto, ma è vero, e sono la base della nostra ricchezza. Quindi, se li distruggete nel tentativo di fermare Vladimir Putin, chi state veramente distruggendo? State distruggendo gli Stati Uniti, ed è esattamente quello che hanno fatto. Quando attaccate e destabilizzate i sistemi finanziari globali, per ribadire il concetto, state attaccando e destabilizzando gli Stati Uniti, non Putin.

Non potete vederlo ora, perché c’è così tanta isteria in giro che viene generata dai media, in particolare sui social media, ma quando questa isteria se ne andrà, quando la nuvola finalmente evaporerà, sarà ovvio che la risposta dell’amministrazione Biden all’invasione dell’Ucraina è stata la cosa più dannosa che un presidente americano abbia mai fatto a questo paese e al mondo – non a Putin – a noi e a molti piccoli paesi che non lo meritavano.

È difficile vederlo ora. Tutto quello che state vedendo sono emoji di bandiere ucraine su Twitter, ma un giorno valuteremo questo momento con le idee più chiare, e quando lo faremo, resteremo inorriditi.

Tucker Carlson Tonight” è il programma televisivo di punta della rete conservatrice americana Fox News, nemico giurato delle bugie, della superbia, dell’autocompiacimento e del pensiero unico. “Noi facciamo le domande che voi fareste – ed esigiamo delle risposte”. Tucker Carlson è fondatore e caporedattore del “The Daily Caller”, un sito di notizie politiche che ha lanciato nel 2010.


ConservativeBrief.com

Seguici sui Social


Tucker Carlson Tonight” è un talk show americano e programma di attualità condotto dal commentatore paleoconservatore Tucker Carlson. Lo show viene trasmesso in diretta da Washington, D.C., su Fox News Channel alle 8:00 P.M. ET nei giorni feriali. Lo show include tipicamente commenti politici, monologhi, interviste e analisi. Ha debuttato come programma nella lineup di Fox News Channel il 14 novembre del 2016. Nel luglio 2020, “Tucker Carlson Tonight” ha battuto il record di programma con il più alto indice di gradimento nella storia delle notizie via cavo degli Stati Uniti, raccogliendo un’audience media di 4,33 milioni di spettatori.

Tucker Carlson è un conduttore di Fox News. Si è unito alla rete nel 2009 come collaboratore. Sostenitore dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, si dice anche che abbia influenzato alcune decisioni politiche chiave di Trump stesso. Le sue controverse dichiarazioni su razzismo, immigrazione e femminismo hanno portato al boicottaggio degli inserzionisti contro lo show. Fiero oppositore del progressismo politico, è stato definito un “nazionalista” ed un “paleoconservatore”. È un critico dell’immigrazione. Originariamente sostenitore della politica economica libertaria, ha poi criticato l’ideologia come “controllata dalle banche” ed è diventato un “protezionista”. È anche uno scettico sugli interventi militari all’estero degli Stati Uniti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...