La governatrice dell’Iowa ha dato la risposta dei Repubblicani al discorso sullo Stato dell’Unione di Biden

Gli Stati Uniti “non possono proiettare la propria forza all’estero se siamo deboli in casa”.

La governatrice repubblicana dell’Iowa Kim Reynolds ha colpito Joe Biden dopo il suo discorso sullo stato dell’Unione di martedì, accusandolo di non essere riuscito a rendere l’America “rispettata” e di nuovo “unita”.

“Anche prima di prestare il giuramento, il presidente ci ha detto che voleva ‘far rispettare di nuovo l’America nel mondo ed unirci qui in casa’. Ha fallito su entrambi i fronti“, ha detto la Reynolds nella risposta dei Repubblicani al discorso di Joe Biden.

Ha sottolineato il caotico ritiro dell’Afghanistan dello scorso anno, l’inflazione storica, la crisi migratoria al confine tutt’ora in corso e la recente invasione della Russia in Ucraina.

La debolezza sulla scena mondiale ha un costo e l’approccio del presidente alla politica estera è stato sempre troppo poco e troppo tardi“, ha detto. “È tempo per l’America di proiettare ancora una volta fiducia. È tempo di essere decisivi. È tempo di guidare. Ma non possiamo proiettare forza all’estero se siamo deboli a casa“.

Mentre alcuni momenti prima, Joe Biden aveva lodato gli Stati Uniti come “più forti oggi di quanto fossimo un anno fa”, la governatrice dell’Iowa ha insistito che il paese è cambiatoma non in meglio.

“Questo non è lo stesso paese di un anno fa. Il presidente ha cercato di dipingere un quadro diverso stasera. Ma le sue azioni negli ultimi dodici mesi non corrispondono alla retorica. Non è quello che ha promesso quando è entrato in carica”, ha detto la Reynolds.

Poi è sembrata fare un appello agli elettori americani, mentre le elezioni di midterm del 2022 si avvicinano.

“Ma non deve essere così. C’è un’alternativa. In tutta la nazione, i governatori e i legislatori repubblicani stanno mostrando agli americani che aspetto abbia una leadership conservatrice, che cosa significa rispettare le persone che serviamo, ascoltarle, resistere in piedi per loro e camminare al loro fianco“, ha detto.

Nelle sue osservazioni, la Reynolds ha spinto l’idea che gli americani siano stanchi di “una classe politica che cerca di rifare questo paese, trasformandolo in un luogo dove un’élite di pochi dice a tutti gli altri cosa possono e non possono dire, cosa possono e non possono credere“.

Ha sottolineato gli obblighi sulle mascherine che sono stati implementati in tutto il paese durante la pandemia di COVID-19, così come le tensioni tra i governi locali e i genitori per quanto riguarda l’istruzione dei bambini.

“Hanno rifiutato di fornire le risorse per fermare il traffico di esseri umani, per fermare l’afflusso impressionante di droghe mortali che arrivano nei nostri quartieri. Si sono rifiutati di proteggervi“, ha detto, indicando il Texas e l’Arizona, che ha detto invece essere gli stati che hanno guidato la carica contro le decisioni del governo federale.

Sull’inflazione, la Reynolds ha accusato l’amministrazione di Joe Biden per averla definita come un “problema della classe più elevata”.

Posso dirvi che è un problema di tutti“, ha detto la Reynolds.

“Mentre i Democratici a Washington spendono trilioni mandando l’inflazione alle stelle, i leader Repubblicani in tutto il paese stanno consolidando i bilanci e tagliando le tasse“, ha detto.

Verso la fine delle sue osservazioni, la Reynolds ha sottolineato come i Repubblicani siano “in testa“.

Ci stiamo battendo per i genitori e per i bambini. Ci stiamo battendo per la vita. Stiamo mantenendo le nostre comunità al sicuro e ringraziando le forze dell’ordine. Stiamo lottando per ripristinare l’indipendenza energetica dell’America, e questa include anche i biocarburanti. Stiamo riportando le persone al lavoro, non pagandole per stare a casa. Ma più di ogni altra cosa, stiamo rispettando la vostra libertà“, ha detto.

Il discorso della Reynolds è stato elogiato dai colleghi Repubblicani, con il leader della minoranza al Senato Mitch McConnell che l’ha definito “eccezionale” rispetto alla “lista per la lavanderia di Biden”.

La Reynolds “ha fatto un grande lavoro governando con buon senso attraverso le difficoltà della pandemia. Ha sostenuto i poliziotti, ha affrontato le potenti lobby dei sindacati degli insegnati per riaprire le scuole ed ha combattuto per i genitori. Discorso eccezionale. Dopo una tiepida lista del bucato di Washington, gli americani hanno avuto modo di sentire un discorso diretto e delle soluzioni reali”, ha twittato McConnell.

Nei minuti che hanno seguito il discorso di Joe Biden, i legislatori Repubblicani hanno fatto ricorso a Twitter per condividere il loro disappunto sulle sue osservazioni.

“Il presidente Joe Biden ha ignorato il fatto che la sua agenda abbia completamente deluso le famiglie americane: Inflazione impetuosa, frontiere aperte, criminalità. Il presidente ha fatto del suo meglio per cercare di tirarsi su e fornire un certo livello di ottimismo, ma non è quello che il popolo americano sta sentendo in questo momento”, ha detto McConnell.

Il leader della minoranza repubblicana alla Camera Kevin McCarthy ha detto: “Alle 13 famiglie americane che hanno perso i loro cari in Afghanistan in agosto, meritavate di essere ricordate dal presidente stasera. Gli americani ricordano il vostro sacrificio, e siamo per sempre in debito con voi“.

Mentre il senatore Tom Cotton dell’Arkansas ha twittato che Joe Bidenpensa che la soluzione per l’inflazione sia spendere altri trilioni che non abbiamo“.

Purtroppo, lo stato della nostra Unione non è buono“, ha detto il senatore Lindsey Graham della Carolina del Sud in una dichiarazione. “Il nostro confine è rotto. L’inflazione è dilagante. Siamo passati dall’indipendenza energetica alla dipendenza dal petrolio straniero proveniente dalla Russia e da altri luoghi. L’Afghanistan è un terreno fertile per i terroristi.

“La politica estera ed interna del presidente Biden non funziona per il popolo americano. Ha bisogno di aggiustare le sue politiche”, ha continuato.

Il Senatore Lindsey Graham ha esortato gli Stati Uniti a tornare alle politiche dell’indipendenza energetica dell’era Trump, compresa la riapertura dell’oleodotto Keystone.

“Abbiamo bisogno di mettere sanzioni sul petrolio e sul gas russo. Dobbiamo rendere sicuro il nostro confine prima che sia troppo tardi. Il nostro confine è completamente rotto, i terroristi possono attraversarlo, la droga scorre ai livelli più alti della storia”, ha aggiunto.

“Odio dirlo, ma lo stato della nostra Unione è davvero in grave pericolo, e il presidente Biden non si sta dimostrando all’altezza del momento”.

La presidente del Comitato Nazionale Repubblicano Ronna McDaniel si è unita al coro di critiche al discorso di Joe Biden martedì sera dicendo che mostra come egli “non riesce a cogliere il male che le sue politiche hanno causato alle famiglie americane“.

Non si è assunto la responsabilità dei suoi fallimenti, non ha offerto soluzioni reali alle molte crisi che gli americani stanno affrontando, e invece ha puntato il doppio sulla sua agenda disastrosa e divisiva”, ha detto la McDaniel. Gli americani stanno lottando e Biden ancora una volta li ha ignorati. I Repubblicani ne chiederanno conto a Biden e ai Democratici a novembre“.

Mentre Joe Biden ha ricevuto diverse standing ovation da parte principalmente dei Democratici e solo pochi momenti dibuuu” da parte dei Repubblicani durante il suo discorso, i suoi commenti hanno trovato riscontro presso alcuni (pochi) Repubblicani.

Mi è piaciuto l’ottimismo che ho sentito stasera. Molti dei nostri obiettivi sono gli stessi. I nostri approcci però sono molto diversi. Qualche volta. Un giorno. Forse potremo incontrarci nel mezzo. Dio benedica l’America #SOTU,” ha scritto la Rep. Nancy Mace, Repubblicana della Carolina del Sud – che sta affrontando una dura campagna alle primarie contro un’avversaria già appoggiata da Donald Trump, che vuole spodestarla per averlo accusato di aver causato l’assalto al Campidoglio del 6 gennaio.


NewYorkPost.com

Seguici sui Social