Washington Examiner – Donald Trump al CPAC definisce Putin “intelligente”, l’attacco in Ucraina “grottesco” e Joe Biden uno “stupido”

Donald Trump al CPAC definisce Putin “intelligente”, l’attacco in Ucraina “grottesco” e Joe Biden uno “stupido”

L’ex presidente Donald Trump è tornato a definire il presidente russo Vladimir Putin intelligente” mentre sta ancora conducendo un’invasione dell’Ucraina, puntando invece il dito contro l’amministrazione di Joe Biden, giudicata “stupida” e “debole“.

Il problema non è che Putin è intelligente, ovvio che è intelligente. Ma il vero problema è che i nostri leader sono stupidi“, ha detto Donald Trump di fronte ad una sala gremita alla Conservative Political Action Conference (CPAC) di sabato.

La Conservative Political Action Conference (CPAC) è una conferenza politica annuale a cui partecipano diversi attivisti conservatori, politici e funzionari eletti da tutti gli Stati Uniti e anche dall’estero. Il CPAC è organizzato dall’American Conservative Union (ACU). Il primo CPAC ha avuto luogo nel 1974 con Ronald Reagan che ha tenuto il discorso inaugurale. È il più grande ed influente raduno di conservatori del mondo, riunisce centinaia di organizzazioni conservatrici, migliaia di attivisti, attira milioni di spettatori ed i migliori e più promettenti leader politici del mondo. La conferenza del 2022 si è tenuta dal 24 al 27 febbraio a Orlando, in Florida. Tra gli oratori più importanti che hanno parlato davanti al pubblico del CPAC ci sono stati l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, il governatore della Florida Ron DeSantis e il conduttore televisivo Sean Hannity. Dall’Italia, quest’anno ha partecipato anche Giorgia Meloni.

La convention annuale dei conservatori è un terreno di prova per i potenziali candidati Repubblicani alla presidenza ed è iniziata il giorno dopo che la Russia ha dato il via ad un’invasione dell’Ucraina, gettando un’ombra sulla conferenza ed evidenziando le divisioni interne sulla politica estera che dovrebbe avere il Partito Repubblicano.

La considerazione di Donald Trump nel definire Vladimir Putinintelligente” è arrivata dopo che ha ricevuto critiche per un commento simile che aveva fatto pochi giorni fa nel suo resort di Mar-a-Lago: “Sta prendendo il controllo di un paese per 2 dollari di sanzioni. Direi che è piuttosto intelligente”.

Al CPAC, Donald Trump non ha però ignorato il costo umano dell’invasione.

“Finora gli hanno permesso di farla franca con questa grossezza ed assalto all’umanità”, ha detto Trump. “Putin le sta suonando a Joe Biden come un tamburo“.

Come Presidente, il rapporto di Donald Trump con entrambi i paesi, Russia e Ucraina, è stato fonte di grandi critiche e causa delle sua azioni di ritorsione.

La Russia era accusata di aver cercato di influenzare le elezioni del 2016 in favore di Donald Trump, ma Trump ha mantenuto comunque buone relazioni con Vladimir Putin, mentre un’indagine del procuratore speciale Robert Mueller indagava sulla presunta collusione tra la campagna di Donald Trump e la Russia. Trump era stato infine stato messo sotto accusa dai Democratici per la prima volta dopo che aveva chiesto al presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, di indagare sul figlio di Joe Biden, Hunter, ed i suoi affari in Ucraina.

Il primo riferimento di Trump all’Ucraina nel suo discorso al CPAC è stato quando ha tirato in ballo il rappresentante democratico Adam Schiff in relazione alla telefonata avuta con Volodymyr Zelensky, aggiungendo che il presidente ucraino, che ha preso le armi per difendere il suo paese dalla Russia, èun uomo molto coraggioso“.

E ha difeso il suo rapporto con Vladimir Putin. “Sono stato molto assieme a Putin. Ho passato molto tempo con lui. Sono andato d’accordo con lui”, ha detto Trump. “È una buona cosa andare d’accordo con le persone, non una cosa negativa. Puoi essere molto duro e andare d’accordo”.

L’invasione, ha sostenuto Donald Trump, è stata il risultato delle elezionitruccatedel 2020.

Questo orribile disastro non sarebbe mai accaduto se le elezioni non fossero state truccate e io fossi rimasto presidente“, ha detto Donald Trump. “Con Bush, la Russia ha invaso la Georgia. Con Obama, la Russia ha preso la Crimea. Con Biden, la Russia ha invaso l’Ucraina. Io sono l’unico presidente del 21° secolo che non ha visto la Russia invadere un altro paese”.

Mentre ha condannato l’invasione e la risposta di Joe Biden, ha anche rivolto un’attenzione e le critiche più dure alla politica interna. Le politiche sull’immigrazione di Biden, ha detto, hanno reso gli Stati Uniti “una discarica per i criminali”.

“L’amministrazione Biden ha passato mesi ad ossessionarsi su come fermare un’invasione di un paese straniero a migliaia di chilometri di distanza”, ha detto Donald Trump. “Credo che gli americani meritino un presidente che fermi anche l’invasione del nostro paese“.

Non si può difendere la civiltà occidentale se non si è in grado di difendere la propria civiltà, e questo significa che abbiamo bisogno di confini che funzionino”, ha detto Donald Trump.


WashingtonExaminer.com

Seguici sui Social