Fox News – Guerra Russia-Ucraina: La promessa di Joe Biden di ristabilire l’ordine mondiale crolla mentre regna il caos globale

Joe Biden aveva promesso che, se fosse stato eletto, i giorni in cui Putin “cercava di intimidire” l’Europa orientale sarebbero finiti.

Per come Joe Biden l’aveva raccontata in campagna elettorale, le cose sembravano semplici: eleggetemi presidente, e l’ordine mondiale ritornerà a quello in cui l’America non doveva essere nemmeno sfidata.

“Il mondo non si organizza da solo. La leadership americana, sostenuta da obiettivi chiari e da strategie solide, è necessaria per affrontare efficacemente le sfide globali che definiscono il nostro tempo”, affermava il sito web della campagna elettorale di Joe Biden. “Per poter guidare il mondo di nuovo, dobbiamo ripristinare la nostra credibilità e influenza. Dal primo giorno dell’amministrazione Biden, gli altri paesi avranno ancora una volta motivo di fidarsi e di rispettare la parola di un presidente americano” diceva.

Ed ha anche sempre parlato duramente del presidente russo Vladimir Putin.

LA RUSSIA HA INVASO L’UCRAINA: GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA DI FOX NEWS (CLICCA QUI)

Vladimir Putin non vuole che io sia presidente. Non vuole che io sia il vostro candidato. Se vi state chiedendo perché – è perché sono l’unica persona che è mai andata faccia a faccia con lui“, recitava quel famoso tweet di Biden del 21 febbraio 2020.

Ma a poco più di 13 mesi da quando Joe Biden è entrato in carica, l’ordine mondiale post Guerra Fredda è sul punto di sgretolarsi del tutto.

È iniziata con un’umiliante ritirata americana dall’Afghanistan, in cui gli afghani disperati si sono aggrappati agli aerei americani in partenza solo per cadere verso la morte, la sicurezza dei soldati americani dipendeva dai combattenti talebani mentre i civili americani sono rimasti bloccati nel paese dopo che il loro leader ha rotto la promessa di non lasciarli indietro.

L’ordine globale oggi assomiglia a qualcosa di più vicino ad una versione mondiale del re della collina“. La Russia sta conducendo una violenta invasione dell’Ucraina – nonostante le rassicurazioni di Joe Biden che, se fosse stato eletto, Putin non avrebbe più maltrattato l’Europa orientale.

Putin sa che quando sarò presidente degli Stati Uniti i suoi giorni di tirannia e di tentativo di intimidire gli Stati Uniti e quelli dell’Europa orientale saranno finiti“, aveva detto Joe Biden nell’ottobre 2019.

L’addetta stampa della Casa Bianca Jen Psaki è stata incalzata martedì sulla promessa di Biden che Putin non avrebbe più cercato più di “intimidire” l’Europa orientale, ma ha negato che la garanzia di Biden sia venuta meno.

“Guarderei la cosa, in realtà, con l’ottica di: Gli Stati Uniti ed il presidente Biden hanno radunato il mondo, hanno radunato l’Europa per opporsi agli sforzi ed alle azioni del presidente Putin”, ha detto la Psaki.

La Russia ha lanciato una guerra su larga scala contro l’Ucraina dopo che Putin ha dichiarato una “operazione militare speciale” nel paese. Putin è ampiamente additato di aver cercato un pretesto per invadere, dopo aver radunato in massa truppe russe lungo il confine ucraino ed aver dichiarato l’indipendenza di due regioni ucraine.

Un totale di 137 soldati e civili ucraini sono morti dopo il primo giorno di combattimento, ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy in un discorso video. Questo numero è destinato a salire.

L’offensiva russa sembrava essere l’inizio di unainvasione su larga scala” volta a prendere la capitale Kiev, ha detto giovedì un alto funzionario della difesa degli Stati Uniti.

“La nostra valutazione è che abbiano tutte le intenzioni di decapitare il governo“, ha proseguito il funzionario, specificando che “stanno facendo delle manovre verso Kiev”.

Gli osservatori internazionali erano allarmati dalla possibilità che la violenza si riversasse oltre i confini ucraini in una più ampia guerra europea.

Un Invito all’aggressione

Mentre alcuni critici continuano a sostenere che il caos globale sarebbe stato peggiore con il presidente Donald Trump, i Repubblicani hanno invece risposto come in realtà sia la debolezza percepita di Joe Biden sulla scena mondiale ad aver invitato all’aggressione degli alleati dell’America.

Non è solamente la Russia che cerca di capitalizzare sull’instabilità globale.

La Cina sta, a quanto pare, cercando di prendere il controllo di Taiwan. I propagandisti del Partito Comunista Cinese (PCC) sono già stati informati.

Uno dei media statali cinesi sembra aver pubblicato accidentalmente delle linee guida su ciò che dovrebbe e non dovrebbe essere pubblicato sul conflitto Russia-Ucraina, mentre un redattore di un’altra testata ha dato indicazioni sul linguaggio e sugli approcci che riteneva necessari per soddisfare queste linee guida.

Horizon News, un account sui social media che appartiene a Beijing News, di proprietà del PCC, sembra aver pubblicato le istruzioni insieme ad una nota che riportava: “nessun post sfavorevole alla Russia o con contenuti filo-occidentali dovrebbe essere pubblicato”.

Ming Jinwei, redattore senior della Xinhua News Agency, allo stesso modo ha scritto nel suo blog WeChat su come il suo sito dovesse camminare su questa linea ristretta nella sua copertura delle notizie sull’Ucraina, notando che la Cinadeve sostenere la Russia con un sostegno emotivo e morale, evitando di pestare i piedi agli Stati Uniti e all’Unione europea“.

Il suo post ha aggiunto: “In futuro, la Cina avrà anche bisogno della comprensione e del sostegno della Russia quando lotterà contro l’America per risolvere la questione di Taiwan una volta per tutte”.


FoxNews.com

Seguici sui Social