Jonathan Turley: Il New York Times fa causa per ottenere informazioni su Hunter Biden

Il New York Times fa causa per ottenere informazioni su Hunter Biden

Jonathan Turley è “Shapiro Professor of Public Interest Law” presso la George Washington University ed ha servito come consulente durante il processo di Impeachment al Senato. Ha testimoniato come esperto giuridico alle udienze dell’impeachment di Bill Clinton e di Donald Trump.

Si riporta la traduzione dell’articolo, adattato alla comprensione di un pubblico italiano.

Abbiamo ripetutamente discusso sull’apparente blackout delle notizie sul traffico d’influenze della famiglia Biden, in particolare di Hunter Biden. Nonostante le prove schiaccianti di milioni di dollari donati da aziende e funzionari stranieri, i media hanno preferito letteralmente insabbiare qualunque scoop su una storia che è di un livello impressionante, piena di accordi personali e di corruzione da parte della famiglia Biden.

Ora, tuttavia, il New York Times ha fatto causa per costringere l’amministrazione Biden a consegnare le informazioni sugli affari in Romania di Hunter Biden. La causa arriva dopo un altro rapporto secondo cui, nel 2019, l’FBI ha citato in giudizio JP Morgan per i documenti sui rapporti in Cina di Hunter Biden.

In questa nuova causa presentata lunedì, 31 gennaio, il NY Times ha citato in giudizio il Dipartimento di Stato per ottenere le e-mail dei funzionari dell’ambasciata rumena inviate tra il 2015 e il 2019 che menzionano una serie di figure legate agli affari internazionali, tra cui il figlio di Joe Biden ed il suo ex socio in affari Tony Bobulinski.

Mentre la richiesta è stata inviata nel dicembre del 2021, l’amministrazione Biden ha risposto al New York Times che i dati non potranno essere consegnati prima del 15 aprile del 2023. Cioè dopo le elezioni di metà mandato.

Questa storia potrebbe essere un po’ imbarazzante per lo staff della Casa Bianca.

Quando Ken Vogel del New York Times scrisse sui rapporti di Hunter Biden come di una potenziale “responsabilità significativa”, i funzionari di Biden lo attaccarono ferocemente, mentre altri hanno suggerito che fosse una “pedina della disinformazione russa” o di Donald Trump stesso. Naturalmente, quelle accuse si sono rivelate proprio veritiere, ed il famigerato portatile viene ora considerato autentico.

Uno degli aiutanti più schietti che negava l’intera storia era Kate Bedingfield, che ora è la direttrice delle comunicazioni della Casa Bianca. Aveva denunciato la storia come un “egregio atto di negligenza giornalistica”.

Andrew Bates, che ora è vice direttore, aveva twittato “SCOOP da Philadelphia: KEN VOGEL (@kenvogel ) è un CODARDO”.

Ora gestiranno le domande dei giornalisti su questa storia da funzionari della Casa Bianca. Questo include il motivo per cui Joe Biden ha ripetutamente detto che nessuno aveva accusato suo figlio Hunter o la sua famiglia di aver fatto “qualcosa di sbagliato” quando era presumibilmente a conoscenza del mandato di comparizione dell’FBI e del sequestro del portatile. Date queste indagini, c’è anche la questione del perché non sia stato nominato un procuratore speciale, dato che i commenti di Biden che sono stati contraddetti dai testimoni (così come i riferimenti ai suoi conti finanziari in queste e-mail).

Le indagini dei media e dell’FBI ora stanno scoprendo transazioni che vanno dalla Cina, all’Ucraina, alla Russia, alla Romania e ad altri paesi. Milioni di dollari sono fluiti alla famiglia Biden mentre Joe Biden era Vicepresidente e poi mentre si preparava alla corsa presidenziale. Biden va ancora a comprarsi il gelato ed i media lo coprono doverosamente.

Rimane comunque la domanda se questo insabbiamento resterà solo su un dessert.. oppure se Hunter Biden ed altri riceveranno il loro giusto trattamento per il proprio traffico di influenze.

JonathanTurley.org

Seguici sui Social

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...