Fox News – La Corte Suprema salva gli Americani dall’obbligo di farsi il vaccino contro il COVID di Joe Biden, ma la lotta non è finita

Il governo non può essere la tua tata, e non dovrebbe essere neanche il tuo medico.

Tratto e tradotto da un articolo di opinione di Mark Brnovich per Fox News.

L’anno scorso, Joe Biden ha lanciato un assalto senza precedenti alle libertà costituzionali degli americani imponendo degli obblighi illegali alla vaccinazione contro il COVID-19 a milioni di individui. Il nostro ufficio è entrato in azione, presentando la prima causa a livello nazionale contro gli obblighi vaccinali per gli appaltatori e i dipendenti federali, e guidando altre due cause contro gli obblighi per le aziende private e gli operatori sanitari.

Non ci è voluto molto perché queste cause raggiungessero la Corte Suprema degli Stati Uniti, che ha ascoltato entrambi i casi sull’obbligo imposto dall’OSHA e quello sugli operatori sanitari dei CMS con un procedimento accelerato. Questa settimana, la Corte Suprema ha rilasciato le sue opinioni su entrambi i casi, abbattendo il l’obbligo imposto dall’OSHA e consentendo al l’obbligo dei CMS di restare. Grazie alla sentenza sull’obbligo alla vaccinazione dell’OSHA, decine di milioni di americani impiegati in aziende private sono stati salvati da questo obbligo.

Tuttavia, siamo rimasti delusi che agli operatori sanitari non siano stati concessi gli stessi diritti. Ciononostante, questo è stato il primo passo per limitare lo sconfinamento incostituzionale di obblighi inconcepibili emessi dall’amministrazione Biden.

Come abbiamo affermato per mesi, il governo federale non può essere la vostra tata, e non dovrebbe essere nemmeno il vostro medico. Ha usato questa emergenza del COVID-19 per requisire troppe libertà che spettano solo agli stati sovrani e agli americani liberi. La storia ci ha insegnato che una volta che un governo toglie i diritti ai suoi cittadini, questi non vengono quasi mai recuperati. Gli Stati devono essere vigili e sempre pronti a sfidare un governo federale che sta crescendo troppo velocemente e che sta diventando troppo potente.

Ecco perché il nostro ufficio è stato orgoglioso di guidare questo sforzo per proteggere le libertà e i mezzi di sostentamento degli americani. Queste cause non erano un dibattito sull’efficacia dei vaccini contro il COVID-19 – come alcuni hanno tentato di inquadrare questo argomento. Riguardavano l’oltraggio di un presidente prepotente e di burocrati radicali che stanno arrogantemente tentando di prendere decisioni mediche per tutti.

Questa lotta non finisce con queste cause che la Corte Suprema ha deciso. Abbiamo altri casi in corso che riguardano ulteriori obblighi alla vaccinazione che l’amministrazione sta cercando di imporre al popolo americano. Nessuno dovrebbe scegliere tra il proprio lavoro e i propri diritti costituzionali, ed è per questo che continueremo a combattere per conto di tutti gli americani.

In definitiva, questa lotta riguarda molto più di questi obblighi. Riguarda la direzione di questo paese e il futuro che lasceremo ai nostri figli. L’amministrazione Biden crede che non possiamo esistere senza un governo centralizzato che prenda le migliori decisioni per tutti noi. Gli obblighi alla vaccinazione anti COVID-19 non sono stati il primo, e certamente non saranno l’ultimo passo verso questa deriva autoritaria.

Noi rifiutiamo questo esito per gli Stati Uniti. Crediamo che tutti noi abbiamo ricevuto diritti inalienabili dal nostro Creatore, non dal governo. Crediamo che il governo derivi i suoi poteri dal consenso dei governati. Ecco perché abbiamo – e continueremo a – combattere questi obblighi e a proteggere le libertà degli americani.


FoxNews.com

Seguici sui Social