Byron York – Il motto di Biden-Buttigieg: “È tutto gratis!”

Byron York’s Daily Memo – Il motto di Biden-Buttigieg: “È tutto gratis!”

La campagna elettorale per le primarie presidenziali dei Democratici del 2020 è stata essenzialmente una “guerra di offerte” in cui ogni candidato si è impegnato a spendere trilioni di dollari anche oltre il necessario per gestire il paese, apparentemente per “ricostruire la nazione” dopo la Pandemia di Coronavirus. Il candidato Joe Biden ha vinto quella gara e, finora, ha firmato un disegno di legge “COVID Relief” da 1,9 trilioni di dollari (che però ha avuto poco a che fare con il sostegno per mitigare gli effetti della crisi economica causata dal COVID-19) ed un disegno di legge sulle infrastrutture da 1,2 trilioni di dollari che va oltre la definizione tradizionale di “infrastrutture“.

Ora, Joe Biden e la sua squadra stanno disperatamente cercando di convincere il pubblico che devono approvare un’altra massiccia legge di spesa – ovunque riportata tra 1,2 trilioni e i 2 trilioni di dollari – che, in qualche modo, “ricostruirà meglio” (lett. questo significa Build Back Better, n.d.r.) il paese dopo la pandemia, anche se la pandemia non è quasi certamente finita. Molti sono preoccupati per l’orgia di spesa pubblica dei Democratici, temendo in particolare che pompare così tanto denaro extra nell’economia alimenterà l’inflazione, che è diventata la più grande preoccupazione economica del momento.

Così, Joe Biden si è presentato con un argomento che essenzialmente dice che nessuno dovrebbe preoccuparsi perché saràtutto gratis“. “La mia agenda Build Back Better costa zero dollari”, aveva twittato il 25 settembre. Il capo dello staff della Casa Bianca, Ron Klain, ha ribadito che “il costo netto di Build Back Better è zero”. La presidente della Camera Nancy Pelosi ha poi aggiunto: “L’importo in dollari, come ha detto il presidente, è zero”.

Erano tutte assurdità, naturalmente. Due trilioni di dollari non possono apparire dal nulla. Interrogato, il team di Biden ha spiegato che il loro capo intendeva dire che il disegno di legge saràcompletamente pagatodalle tasse più alte su alcune categorie di persone. Questo è l’esatto opposto rispetto al dire che costeràzero dollari“. E anche questo argomento è stato dimostrato com falso, quando il Congressional Budget Office ha stimato che la legge Build Back Better non verrà, infatti, completamente finanziata, ma che invece aggiungerà altri 367 miliardi di dollari al debito pubblico americano.

Ora, un altro membro della squadra di Biden, il segretario ai trasporti Pete Buttigieg, sta suggerendo che il disegno di legge potrebbe addirittura eliminare i costi per le persone che acquisteranno delle auto elettriche sovvenzionate dal governo.

Per settimane, Buttigieg ha propagandato gli enormi sussidi previsti dalla legge per gli acquirenti di auto elettriche. “Il pacchetto Build Back Better include incentivi fiscali per aiutare l’acquisto di un auto elettrica”, ha twittato Buttigieg il 1 novembre. “Come usereste uno sconto fino a 12.500 dollari per un veicolo elettrico?” Non è uno sconto, naturalmente, ma un sussidio governativoè il governo che dà ai consumatori i soldi con cui acquistare l’auto elettrica.

Ma ecco il grande rilancio: Coloro che approfitteranno della grande elargizione del governo, ha detto recentemente Buttigieg, “non dovranno mai più preoccuparsi dei prezzi della benzina“. Buttigieg ha detto che le auto elettriche sovvenzionate dal governo avrebbero conferito i maggiori benefici alle persone nelle zone rurali che guidano per lunghe distanze ed ai residenti urbani che pagano i prezzi della benzina più alti. Niente più preoccupazioni insomma!

Il problema qui, naturalmente, è che le auto devono pur funzionare con qualcosa. I veicoli elettrici funzionano con l’elettricità, che non è di certo gratis. E – questo ovviamente non faceva parte del discorso di Buttigieg – l’amministrazione Biden sta cercando di rendere l’elettricità più costosa. “I piani dell’amministrazione per un settore elettrico ‘pulito’ (entro il 2035) sono davvero costosi”, nota l’ex capo del Congressional Budget Office Douglas Holtz-Eakin. Due trilioni di dollari per la produzione, altri due trilioni per la trasmissione ed un costo sconosciuto per la distribuzione, ma di cui un trilione di dollari sicuramente per “i costi imposti al sistema di distribuzione dalla sola adozione di veicoli elettrici e pannelli solari fotovoltaici”. Questo conto è di circa 50 dollari a settimana per i consumatori, che è sulla stessa linea del caro-benzina che ha dato inizio a questa tempesta politica. “Sono i costi dell’energia, caro Pete, non solo della benzina”.

Quindi, proprio come il costo del programma Build Back Better non è “zero dollari”, il costo di funzionamento di un’auto elettrica è molto più che non dover mai più preoccuparsi dei prezzi della benzina“.

Il discorso dell’amministrazione Biden sulle “cose gratuite” è fondamentalmente ingannevole.

Ma gli americani non sono stupidi. Sanno che c’è un costo per ogni cosa. Sommano il costo della vita e prendono decisioni economiche ogni giorno. Non hanno bisogno di essere insultati da funzionari governativi che dicono loro che i piani di ridistribuzione della ricchezza da miliardi di dollari non avranno alcun costo.

Lo sanno bene, non importa quello che dicano Biden & Buttigieg.


WashingtonExaminer.com

Seguici sui Social


Byron York è il corrispondente politico capo del Washington Examiner e un collaboratore di Fox News. Ha seguito le amministrazioni Bush, Obama, Trump e ora Biden, così come il Congresso ed ogni campagna presidenziale sin dal 2000. È l’autore di “The Vast Left Wing Conspiracy”, un resoconto dell’attivismo liberal nelle elezioni del 2004. Già corrispondente dalla Casa Bianca per il National Review, i suoi scritti sono stati pubblicati sul Wall Street Journal, Washington Post, Atlantic Monthly, Foreign Affairs e New Republic. Laureato all’Università dell’Alabama e all’Università di Chicago, vive a Washington, D.C.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...