Fox News – Alexandria Ocasio-Cortez dubita dell’esistenza delle rapine che stanno flagellando lo Stato della California

I Repubblicani hanno attaccato i commenti della Ocasio-Cortez che sminuiscono le rapine mentre i Democratici in California sono rimasti in silenzio

I leader politici Democratici della California sono rimasti in silenzio sul commento di Alexandria Ocasio-Cortez che sembra dubitare dell’esistenza delle rapine c.d. “smash-and-grab” (un termine che si usa per descrivere una rapina che viene fatta rompendo il finestrino di un’auto, o la vetrina di un negozio, ecc. per rubare tutto ciò che può essere preso velocemente, n.d.r.) sempre più frequenti nello stato.

“Dobbiamo parlare di fatti specifici perché, per esempio, stiamo effettivamente vedendo un sacco di queste accuse di furti organizzati nei negozi che non si stanno effettivamente verificando“, ha detto la Ocasio-Cortez al Washington Times in un’intervista della scorsa settimana. “Credo che un Walgreens in California lo abbia citato, ma i dati non lo confermano“.

Fox News ha contattato l’addetto stampa del governatore Gavin Newsom, il direttore della comunicazione della senatrice Dianne Feinstein, l’addetto stampa del senatore Alex Padilla, così come i rispettivi team del sindaco London Breed (San Francisco) e del sindaco Eric Garcetti (Los Angeles). Fox News non ha ricevuto alcuna risposta sul fatto che i funzionari eletti siano d’accordo o meno con il commento della Ocasio-Cortez.

I politici Repubblicani e gli uomini d’affari, tuttavia, sono stati espliciti nella loro condanna delle osservazioni della democratica newyorkese alla luce dei ripetuti crimini e rapine che stanno scuotendo la California.

Non so di quali dati stia parlando“, ha detto il rappresentante Rodney Davis, un repubblicano dell’Illinois, sempre al Washington Times.

“Con tutto il rispetto, la deputata non ha idea di che cosa stia parlando. Sia i dati che le pile di prove video rendono abbastanza chiaro che questo sia un problema crescente e che abbia bisogno di soluzioni”, ha detto Jason Brewer, vice presidente esecutivo senior delle comunicazioni della Retail Industry Leaders Association. “Se non è preoccupata per i furti organizzati e gli attacchi sempre più violenti contro i dipendenti delle catene di vendite al dettaglio, dovrebbe semplicemente dirlo“.

Il repubblicano dell’Indiana Jim Banks ha detto che i commenti della Ocasio-Cortez sono stati “senza tono ed offensiviper la famiglia della guardia giurata di Oakland Kevin Nishita. L’ex agente di polizia di San Jose è stato ucciso a novembre mentre difendeva una troupe giornalistica che riferiva di una rapina.

L’ex agente Kevin Nishita, ufficiale di polizia in pensione e guardia giurata che forniva sicurezza a molti reporter della regione, è stato colpito all’addome durante un tentativo di rapina dell’attrezzatura fotografica di KRON-TV a Oakland, in California.

L’ufficio della Ocasio-Cortez ha detto lunedì a Fox News che la deputata si riferiva ad un articolo del San Francisco Chronicle di ottobre intitolato “Quello che Walgreens non dice: Le chiusure dei negozi mostrano un cambiamento strategico per sopravvivere nell’era di Amazon“, quando aveva fatto la sua osservazione.

L’articolo riportava le chiusure di alcuni negozi di Walgreens (la seconda catena più grande di farmacie degli Stati Uniti dopo la CVS Health, n.d.r.) a San Francisco, e come la crescita di Amazon durante la pandemia abbia probabilmente giocato un ruolo in queste chiusure.

Walgreens ha detto al Washington Times la settimana scorsa che “il crimine organizzato è una delle principali sfideche l’azienda deve affrontare, e che il problema “si è evoluto ben oltre il taccheggio ed i piccoli furti, arrivando fino alla vendita di merci rubate e contraffatte online”.

La California affronta ripetuti incidenti dovuti alle rapine dall’inizio del mese di novembre, con la maggior parte dei crimini che si sono verificati a Los Angeles e San Francisco.

Bande di ladri hanno saccheggiato almeno due dozzine di aziende della zona di San Francisco in un solo fine settimana del mese scorso, negozi di fascia alta come Nordstrom ed Apple Store hanno visto centinaia di migliaia di dollari di merce rubata e danni ai negozi, ed i centri commerciali dello stato sono alle prese con l’aumento dell’insicurezza.

Il governatore Democratico della California Gavin Newsom ha anche invitato i sindaci a “farsi avanti” e a “chiedere conto ai responsabili dei crimini”. Ha anche aumentato la presenza della California Highway Patrol lungo le autostrade vicino ai centri commerciali.

“Se ci sono persone che fanno irruzione, persone che rubano le tue proprietà, devono essere arrestate. La polizia deve arrestarli. I procuratori devono perseguirli. I giudici devono ritenere le persone responsabili di aver infranto la legge”, ha detto Newsom la scorsa settimana. “Questi non sono crimini senza vittime, e non ho empatia per questi elementi criminali”.

I leader dei sindacati di polizia dello stato hanno dato la colpa delle rapine all’ACLU (l’American Civil Liberties Union è una ONG di estrema Sinistra per la difesa dei diritti civili e delle libertà individuali negli Stati Uniti, n.d.r.) per il suo sostegno alla “Proposizione 47“. Con la “Proposizione 47”, approvata nel 2014, le accuse di taccheggio riguardanti i furti per un valore fino a 950 dollari sono state ridotte da reati a “reati minori“.

Gli elettori di San Francisco sono stati ingannati dall’ACLU. Agli elettori era stato detto che perseguire i ladri fosse in realtà un “attacco razzista” alle persone di colore il cui unico vero crimine era la povertà. Così la “Proposizione 47”, il cosiddetto “Safe Neighborhoods and Schools Act“, ha declassato le pene per alcuni reati facendoli diventare “reati minori”, includendo i furti di beni valutati fino a 950 dollari”, ha detto la settimana scorsa a Fox News Digital il presidente della San Francisco Police Officers Association, Tony Montoya.

“Parlando di stendere il tappeto rosso ai criminali, questi ladri non stanno rubando generi alimentari per sfamare le loro famiglie, stanno saccheggiando e ripulendo i negozi di fascia alta per vendere quei beni al miglior offerente e per alimentare il loro comportamento criminale o le loro abitudini con la droga”.


FoxNews.com

Seguici sui Social