Byron York – Per i Democratici la parola d’ordine è ora “trasformare”

Byron York’s Daily Memo – Per i Democratici la parola d’ordine è ora “trasformare”

Ricordate quando Joe Biden correva per la presidenza in quella che i commentatori chiamavano la corsiacentrista” delle primarie democratiche? L’idea era che un “moderato” come Biden, a differenza del suo principale rivale, Bernie Sanders, non avrebbe spinto dei piani politici troppo radicali per cambiare completamente la società. Questo avrebbe ‘rassicurato‘ anche i Democratici non progressisti e gli elettori indipendenti, su come Biden sarebbe stata una “scelta sicura” come presidente. Non volevano rifare il mondo. Volevano solo che le cose migliorassero.

Si poteva vedere la differenza nei dibattiti dei Democratici. Per fare un esempio, in un dibattito del novembre 2019, Bernie Sanders aveva esortato le persone ad unirsi attorno a lui: “se volete essere parte di un movimento che non solo batterà Trump, ma che trasformerà l’America“. Il passo di Joe Biden era stato molto più modesto; battere Donald Trump e ritornare alle vecchie abitudini era sufficiente. “Riprendiamoci questo paese“, ha detto Biden, “e guidiamo di nuovo il mondo“.

Ebbene, oggi Biden è alla Casa Bianca ma lo vediamo spingere per vasti progetti di spesa pubblica multimiliardari, l’ultimo dei quali è il “Build Back Better Act“, un colosso da 2,2 trilioni di dollari approvato dai Democratici (e solo, sottolineiamo, dai Democratici) alla Camera dei Rappresentanti. Ed il vecchio copionecentristadi Biden non si trova più da nessuna parte.

Ora, la parola d’ordine che la Casa Bianca e i Democratici di Capitol Hill hanno scelto per descrivere l’agenda del presidente è “trasformare” – proprio come diceva Bernie Sanders.

La Casa Bianca manda spesso delle email intitolate “What They Are Saying” che raccolgono citazioni di politici Democratici e leader dei gruppi di interesse che lodano le azioni di Biden. Ora, stanno lodando il Build Back Better Act. Il tessuto delle lodi ha una certa trama ricorrente.

Una mail “What They Are Saying” che elenca le dichiarazioni dei leaders della comunità LGBTQI+ definisce Build Back Better una “legge di trasformazione” che farà un “investimento trasformativo” per “trasformare la vita di milioni di americani“. Una mail con i commenti di “Women and Family Advocates” dice che la legge ha “iniziative di trasformazione” e che faranno “investimenti di trasformazione” per effettuare una “trasformazione storica” che “trasformerà la vita dei bambini e delle famiglie“. Un’email dei “Black Leaders” dice che il “disegno di legge di trasformazione” farà un “investimento trasformativo” che “trasformerà la nostra nazione per i decenni a venire”. Un’email degli “Young Leaders” definisce sempre Build Back Better un “disegno di legge trasformativo“, mentre i “Leader della prevenzione della violenza delle armi” acclamano l’agendatrasformativa di Biden.

Avete dunque un’idea. Ma nessuno è più a bordo della “trasformazione di Biden” dei Democratici alla Camera, dove i membri del partito sembrano essere in disaccordo solo sul fatto che la legge debba essere chiamata “trasformazionale” o “trasformativa“. Lo Speaker Nancy Pelosi la chiama “trasformativa”. Il rappresentante John Yarmouth la chiama “trasformativa”. Il rappresentante Raul Grijalva sceglie “trasformazionale“. Mark Takano, “trasformativa”. Jerry Nadler, “trasformativa”. Adam Smith, “trasformazionale”. Judy Chu, “trasformazionale”. Pramila Jayapal, “trasformativa”. Brenda Lawrence, “trasformazionale”. Louis Frankel, “trasformazionale”. Barbara Lee, “trasformazionale”. Mike Quigley, “trasformativa”. Joe Neguse, “trasformazionale”. Ayanna Pressley, “trasformazionale”. Mary Gay Scanlon, “trasformazionale”. Infine, il rappresentante Richard Neal, scegliendo di non prendere una delle parti in questo (affascinate) dibattito, dice semplicemente che la Build Back Better Agendatrasformerà il nostro paese“.

Quando Bernie Sanders aveva promesso ditrasformaregli Stati Uniti, immaginava spese strabilianti – diciamo nell’ordine dei 10 trilioni di dollari – che avrebbero toccato ogni aspetto della vita degli americani.

Non ha vinto la Casa Bianca, ma ha vinto la causa. Durante l’amministrazione Biden, il Congresso ha approvato un disegno di legge per i ristori COVID-19 da 1,9 trilioni di dollari (che aveva poco a che fare però con il COVID-19) ed una legge sulle infrastrutture da 1,2 trilioni di dollari, ed ora alla Camera ha approvato il Build Back Better Act da 2,2 trilioni di dollari. Alla fine, Joe Biden probabilmente otterrà circa 5 trilioni di dollari di spesa extra solo quest’anno – circa la metà di quello che immaginava Bernie Sanders, ma comunque sbalorditivo. E toccherà ogni aspetto della vita degli americani.

Insomma, quando si tratta di retorica, non c’è dubbio che Bernie Sanders abbia ottenuto una vittoria schiacciante. La Casa Bianca di Biden suona come quella che sarebbe potuta essere quella di Bernie Sanders. I membri della leadership democratica suonano la stessa melodia di Bernie Sanders. I gruppi di interesse che affiancano il Partito Democratico suonano come Bernie Sanders. Si potrebbe dire che il vecchio senatore socialista, un tempo outsider e voce solitaria, è riuscito, su questo sì, a trasformare il suo partito.


WashingtonExaminer.com

Seguici sui Social


Byron York è il corrispondente politico capo del Washington Examiner e un collaboratore di Fox News. Ha seguito le amministrazioni Bush, Obama, Trump e ora Biden, così come il Congresso ed ogni campagna presidenziale sin dal 2000. È l’autore di “The Vast Left Wing Conspiracy”, un resoconto dell’attivismo liberal nelle elezioni del 2004. Già corrispondente dalla Casa Bianca per il National Review, i suoi scritti sono stati pubblicati sul Wall Street Journal, Washington Post, Atlantic Monthly, Foreign Affairs e New Republic. Laureato all’Università dell’Alabama e all’Università di Chicago, vive a Washington, D.C.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...