Byron York – I Democratici pensano davvero che le cose non possano peggiorare?

Byron York’s Daily Memo – I Democratici pensano davvero che le cose non possano peggiorare?

C’è una sorprendente affermazione in un questo articolo del Washington Post su come i Democratici vedano l’attuale situazione politica. “Privatamente, molti funzionari dell’amministrazione e suoi alleati politici sostengono che lo stato delle cose non possa peggiorare“, dice il giornale dei progressisti americani, “pensando che Biden e i Democratici abbiano raggiunto il loro punto più basso negli indici di approvazione”.

Insomma, quei funzionari ed alleati politici dell’amministrazione sembrano credere che stiano per accadere cose meravigliose. Vedono la Pandemia di COVID-19 svanire dalla preoccupazione della gente. Vedono il problema della catena di approvvigionamento migliorare. Vedono l’economia migliorare. E poi Joe Biden sarà di nuovo popolare.

Ecco qual’è il problema. Né Biden né i suoi alleati hanno visto arrivare questi problemi in primo luogo. Infatti, il titolo dell’articolo del Washington Post è: “Biden ha sottovalutato i problemi del paesee i Democratici temono che sia diventato un problema politico“. Il giornale dice che un “numero crescente di Democratici” si preoccupa che il loro leader abbia “ripetutamente sottovalutato la portata delle sfide che il paese deve affrontare” e che la “tendenza di Biden a minimizzare i problemi abbia solo peggiorato le cose“. Ma ora, quegli stessi Democratici “privatamente” sostengono che le cose “non possono peggiorare”.

Ma le cose possono peggiorare eccome. Joe Biden ha ostinatamente minimizzato il pericolo rappresentato dall’inflazione. Ha respinto le opinioni di esperti rispettabili che avvertivano che le sue stesse politiche – le massicce leggi di stimoli economici del suo Partito – avrebbero peggiorato il problema. Sul COVID-19, ha giudicato male la minaccia delle varianti e non ha saputo cosa fare quando la Variante Delta ha colpito. E sull’Afghanistan, ha ignorato i consiglieri che dicevano che il suo piano di uscita sarebbe potuto diventare un fiasco. Considerato questi precedenti, perché credere che Biden, che ha compiuto 79 anni, possa improvvisamente sviluppare nella la gente un sentimento migliore?

Ci sono due questioni qui – la sostanza e la politica. L’inflazione peggiorerà, spazzando via i guadagni salariali e rendendo più difficile per milioni di persone tirare avanti? Questa è la sostanza. L’inflazione continuerà a corrodere l’indice di gradimento del lavoro di Biden? Questa è la politica. Probabilmente non sarete scioccati nell’apprendere che i Democratici stiano parlando soprattutto di politica.

Il vero problema di Biden e del suo Partito, hanno detto alcuni Democratici al Washington Post, è la comunicazione, specialmente riguardo a quelle grandi leggi di spesa. “Non c’è stata una grande comunicazione su ciò che queste leggi comporteranno per la gente”, ha detto al giornale il rappresentante Democratico Josh Gottheimer. Infatti, il Washington Post riferisce che dopo la firma del disegno di legge bipartisan sulle infrastrutture da 1.200 miliardi di dollari, la Casa Bianca condurrà “uno sforzo aggressivo per vendere la sua agenda economica, compresa una robusta campagna di apparizione di Biden e dei funzionari di gabinetto e dei blitz nei media”.

“Non penso che i Democratici si vantino abbastanza”, ha detto Steven Reed, il sindaco Democratico di Montgomery, in Alabama, al Washington Post. “Non penso che stiamo festeggiando abbastanza. Non penso che diciamo alla gente perché ci stiamo vantando e perché stiamo festeggiando”.

Ma la stessa decisione politica che Biden vuole promuovere e celebrare – l’approvazione di quelle enormi leggi di spesaè proprio la decisione che sta facendo peggiorare l’inflazione. Lo scorso febbraio, appena due settimane dopo il via all’amministrazione Biden, l’ex segretario al Tesoro Lawrence Summers aveva avvertito la Casa Bianca che la spesa potrebbe stimolare l’inflazione. La Casa Bianca l’ha snobbato e ha detto a tutti di non preoccuparsi. Ma ora, Summers ha avuto ragione e Biden si è sbagliato. Quindi cosa propone di fare Biden? Spendere ancora di più e cercare di presentare la cosa in modo migliore.

L’inflazione è un problema di sostanza. È una cosa reale, che rende la vita delle persone più difficile. Il COVID-19 è una cosa reale. L’Afghanistan è una cosa reale. Non sono problemi di comunicazione. “Una robusta campagna di apparizione” e dei “blitz mediatici” non risolveranno certo le cose.

La verità è che ogni politico di fronte al calo degli indici di gradimento vuole credere che il suo vero problema sia la comunicazione. In questo modo, non deve cambiare quello che sta facendo; deve solo venderlo in modo più efficace. Ma Joe Biden non ha un problema di comunicazione. Ha un problema di sostanza. E non c’è ragione di credere che migliorerà.


WashingtonExaminer.com

Seguici sui Social


Byron York è il corrispondente politico capo del Washington Examiner e un collaboratore di Fox News. Ha seguito le amministrazioni Bush, Obama, Trump e ora Biden, così come il Congresso ed ogni campagna presidenziale sin dal 2000. È l’autore di “The Vast Left Wing Conspiracy”, un resoconto dell’attivismo liberal nelle elezioni del 2004. Già corrispondente dalla Casa Bianca per il National Review, i suoi scritti sono stati pubblicati sul Wall Street Journal, Washington Post, Atlantic Monthly, Foreign Affairs e New Republic. Laureato all’Università dell’Alabama e all’Università di Chicago, vive a Washington, D.C.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...