Washington Examiner – Kyle Rittenhouse incontra Donald Trump a Mar-a-Lago e accusa Biden di diffamazione

Kyle Rittenhouse incontra Donald Trump a Mar-a-Lago e accusa Biden di diffamazione.

L’ex presidente Donald Trump ha descritto Kyle Rittenhouse come un “giovane simpatico” che ha subito una “cattiva condotta processuale” dopo averlo incontrato.

L’incontro è avvenuto al resort Mar-a-Lago di Trump in Florida, e il conduttore di Fox News Sean Hannity ha mostrato una foto alla fine di un’intervista con l’ex presidente andata in onda martedì sera. Rittenhouse, le cui azioni la scorsa estate si sono mescolate nella discussione sulle elezioni del 2020, ha fatto notizia all’inizio di questa settimana dopo aver messo in guardia Joe Biden per quella che lui considera una diffamazione.

È venuto con sua madre“, ha detto Trump. “Davvero un bel giovane, e quello che ha passato, è stato un comportamento scorretto da parte dell’accusa. Non avrebbe dovuto subire un processo del genere“.

Ho avuto modo di conoscerlo un po’“, ha detto Trump. “Ha chiamato, voleva sapere se poteva venire a salutarmi perché era un fan”.

Una giuria del Wisconsin venerdì ha dichiarato Rittenhouse, 18 anni, non colpevole di tutte e cinque le accuse nella sparatoria fatale a due uomini ed il ferimento di un terzo durante i disordini a Kenosha, Wisconsin, la scorsa estate. L’adolescente sostiene di aver agito per autodifesa, ed il dramma legale che lo ha circondato ha catturato l’attenzione del paese.

Non avrebbe mai dovuto essere messo in mezzo“, ha detto Trump. “Questa è stata una cattiva condotta processuale, e sta accadendo dappertutto negli Stati Uniti in questo momento con i Democratici”.

Rittenhouse ha accusato Joe Biden durante un’intervista con Tucker Carlson, lunedì, affermando che un annuncio della campagna del 2020 che lo collegava ai suprematisti bianchi era “malizia effettiva” e che ha diffamato la sua persona.

L’addetta stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha difeso quel video martedì.

“Bene, cerchiamo di essere chiari su che cosa stiamo parlando qui. Si tratta di un video della campagna rilasciato l’anno scorso che ha usato le parole del presidente Trump durante un dibattito, mentre rifiutava di condannare i suprematisti bianchi e i gruppi di miliziani, ed il presidente Trump, come sappiamo dalla storia, e come molti di voi hanno seguito, non ha solo ha rifiutato di condannare i gruppi di miliziani sul palco del dibattito – li ha attivamente incoraggiati durante la sua presidenza”, ha detto la Psaki in risposta a una domanda sull’argomento. “Quindi, sapete, quello che abbiamo visto sono le tragiche conseguenze di ciò, quando la gente pensa che sia giusto prendere la legge nelle proprie mani, invece di permettere alle forze dell’ordine di fare il loro lavoro, e il presidente crede nel condannare l’odio, la divisione e la violenza. Questo è esattamente ciò che è stato fatto in quel video”.


WashingtonExaminer.com

Seguici sui Social