Joe Biden ha perso anche l’ultimo argomento che gli era rimasto e che lo teneva ancora a galla: il contrasto alla pandemia di Covid-19.

Joe Biden ha peso anche l’ultimo argomento che gli era rimasto e che lo teneva ancora a galla: il contrasto alla pandemia di Covid-19.

Joe Biden si trova alla Casa Bianca ormai da più di otto mesi: l’anno scorso, ad ottobre, a otto mesi dalla scoppio della pandemia globale, accusava Donald Trump di non avere ancora messo a punto un piano per uscirne. A quasi un’anno di distanza da quel tweet, a quasi un’anno di “cura” Biden, il COVID-19 ha ucciso comunque più persone nel 2021 che nel 2020, i dati dei Centers for Disease Control and Prevention lo confermano.

Sembra che la maggior parte delle persone abbia ormai capito di essere stata ingannata. La sua promessa di essere l’unico di cui potersi fidare per porre fine rapidamente alla pandemia era una truffa.

La maggioranza degli americani, il 48%, ha “poca” o “nessuna fiducia in Joe Biden nel ricevere informazioni accurate relative al COVID-19. Al momento della sua inaugurazione, il 69% del pubblico aveva detto di fidarsi di lui.

La fiducia in Joe Biden da allora si è sciolta ad un ritmo costante. Perché non dovrebbe? Quando aveva giurato di “spegnere” il virus, gli elettori presumibilmente pensavano che fosse seduto su un “piano inclinato” che li avrebbe portati al sicuro dalla coda dei mesi invernali più deprimenti, quando avevano visto la media giornaliera dei morti schizzare dai 673 dall’anno scorso a metà ottobre, al picco di metà gennaio del 2021 di 4.030.

C’erano già tre diversi vaccini disponibili, e Biden aveva firmato l’ennesimo pacchetto assistenziale da un miliardo di dollari (a volte indicato come “soccorso COVID”) che veniva venduto come un rimedio disperatamente necessario per contrastare la pandemia.

Ma grazie ai Democratici – compresi Biden e la sua vice, che hanno passato il 2020 a mettere in dubbio qualsiasi tipo di vaccino fosse stato sviluppato sotto la precedente amministrazione (dopo tutto, avevano un’elezione da vincere, anche se ciò significava che la gente sarebbe morta lo stesso) – una parte considerevole della popolazione vulnerabile al virus ha resistito a farsi comunque le iniezioni.

E il disegno di legge sulla spesa gonfiata non era tanto inteso a sconfiggere il virus quanto a tenere la gente senza lavoro dando loro oscene quantità di denaro per stare a casa, il cui risultato è stato una frustrante e persistente carenza di lavoro e prezzi della benzina e del cibo alle stelle.

Così, dopo mesi ad un tasso di infezioni in calo, e anche con la maggioranza del paese che era stata vaccinata, ecco che all’inizio di luglio Joe Biden si è trovato di fronte alla la seconda peggiore ondata di nuovi tassi di infezione dall’inizio della pandemia. Il 5 luglio, gli Stati Uniti avevano registrato una media di 10.608 nuovi casi al giorno. A metà settembre, quel numero era salito a 175.822. Nello stesso periodo, gli Stati Uniti avevano una media di 206 morti legate al COVID-19 al giorno. A metà settembre, il numero era salito a 1.618.

Per tutto il tempo, Biden ha supplicato la gente di indossare le mascherine per 100 giorni, poi dicendo loro di tenerle a tempo indeterminato. E continua ancora adesso.

Biden, in risposta al picco estivo, ha introdotto a settembre il suo piano in sei punti per contrastare la Variante Delta, compresi gli obblighi alla vaccinazione della forza lavoro, pubblica e privata, dopo mesi passati ad insistere che non avrebbe mai considerato l’idea di rendere obbligatori i vaccini. Il suo tono e il suo tenore hanno però rivelato una crescente frustrazione nei confronti di coloro che devono ancora fare la prima dose e, contemporaneamente, hanno scatenato la rabbia dei Repubblicani, che si oppongono all’obbligatorietà dei vaccini e alle restrizioni.

I vaccini erano il biglietto che era stato promesso per tornare alla normalità“. Ora anche ai vaccinati viene detto di indossare le mascherine. Se lasciano il paese e vengono infettati all’estero, non sono autorizzati a tornare fino a quando non avranno un test negativo. I vaccini sono efficaci nel tenere la gente fuori dall’ospedale, ma l’amministrazione Biden sta dicendo alle persone che lo hanno fatto che la loro vita non potrà essere diversa da quella di chi rifiuta l’iniezione.

Le fortune politiche di Joe Biden e dei Democratici dell’anno scorso sono dipese in gran parte dalla loro propaganda, appoggiata dai media a reti unificate, che diceva sostanzialmente come sarebbero stati più bravi a gestire la pandemia di Coronavirus rispetto a Donald Trump e sul convincere gli elettori che con loro la crisi finanziaria e l’emergenza sanitaria indotte dalla pandemia sarebbero rimaste alle spalle.

Ma mentre continuano ovunque a spuntare obblighi di indossare le mascherine e a vaccinarsi, oltre a nuove linee guida per il distanziamento sociale, i problemi che Biden e i suoi alleati politici devono affrontare sono stati esacerbati dalla loro stessa comunicazione. Nei loro tentativi di incoraggiare le persone a vaccinarsi contro il COVID-19, i Democratici hanno glissato sulla probabilità che mascherine e le altre strategie di mitigazione verranno estese anche al 2022.

Alla Casa Bianca un giornalista aveva chiesto a Biden quanta parte della popolazione avrebbe dovuto essere vaccinata per “tornare alla normalità“. Ha risposto almeno fino al 98%. Ad oggi il 59,1% della popolazione americana è completamente vaccinata ed il New York Times ha stimato che, al ritmo attuale, entro la fine del luglio del 2022 l’85% del pubblico idoneo dai 12 anni in su potrebbe aver ricevuto almeno una dose di vaccino.

Se non ci sarà una chiara “fine” alla pandemia di COVID-19, è chiaro che i Democratici verranno travolti nelle elezioni di metà mandato del prossimo anno.

Joe Biden dovrà dunque cominciare a rispondere della sua “gestione” della pandemia, a cominciare dalla decisione di ridurre l’invio di dosi gratuite di anticorpi monoclonali negli stati Repubblicani del Sud, dove sono stati usati come trattamento altamente efficace per salvare i pazienti colpiti dal COVID-19.

La maggior parte degli americani si è apparentemente stancata della sua impressionante incompetenza. È tempo per loro di lasciarsi alle spalle la vita pandemica e di lasciarsi alle spalle anche Joe Biden con essa.


Seguici sui Social