Il COVID-19 ha ucciso più persone nel 2021 che nel 2020, i dati dei Centers for Disease Control and Prevention lo confermano

Il COVID-19 ha ucciso più persone nel 2021 che nel 2020, i dati dei Centers for Disease Control and Prevention lo confermano.

La malattia è stata segnalata come causa di morte o come causa che ha contribuito alla morte con una stima di 377.883 persone nel 2020, rappresentando l’11,3% dei decessi, secondo il CDC. A partire da lunedì, più di 770.000 persone sono morte a causa del Coronavirus, secondo i dati della Johns Hopkins University (il CDC attualmente mostra 382.861 morti finora quest’anno). Ciò significa che più di 15.000 persone sono morte nel 2021 rispetto all’anno scorso a causa del COVID-19 – e manca ancora più di un mese.

Le cifre del CDC tengono conto solo dei decessi segnalati, ed è probabile che nel 2020 siano morte più persone a causa del COVID-19 rispetto al numero registrato; i decessi legati al Coronavirus del 2020 negli Stati Uniti sono stati registrati a partire dal febbraio del 2020, e il COVID-19 quell’anno è stata la terza causa di morte negli Stati Uniti, secondo un rapporto del CDC di aprile basato sui dati provvisori della mortalità negli Stati Uniti – tali cifre rappresentano solo i decessi segnalati. 

Le nuove infezioni da COVID-19 sono ora in aumento in 38 stati e i funzionari sanitari si stanno preparando alla possibilità di un’impennata dei casi durante il prosieguo dell’inverno.

Gli esperti dicono che l’aumento è guidato da una combinazione di fattori: la stagionalità del virus, l’immunità calante e molti americani ancora non vaccinati, anche se la mappa dei contagi fornita dal CDC mostra che in questo momento il rischio è segnalato come “minimo” o “medio” negli Stati del Sud, che hanno meno popolazione vaccinata, rispetto al resto del paese, dove il rischio è “alto”. 

Il Connecticut sta sperimentando un aumento più rapido nei casi di COVID-19 rispetto a qualsiasi altro stato: Lo stato ha avuto una media di 738 casi giornalieri nell’ultima settimana, che rappresenta un aumento del 116% rispetto a due settimane prima, ha riferito l’Hartford Courant. Quattro dei cinque stati con il più alto aumento di casi di Coronavirus sono nel New England, ha riferito il giornale. A partire dalla scorsa settimana, il 74% di tutti i residenti aveva ricevuto almeno una dose di vaccino contro il COVID-19, secondo lo stato del Connecticut. 

Altri hot spots si sono sviluppati negli stati dal clima più freddo, come il Michigan, il Minnesota e New York, causando movimento negli ospedali. 

Il bilancio delle morti del 2021 negli Stati Uniti ha colto di sorpresa alcuni medici. Si aspettavano che vaccinazioni e misure precauzionali come il distanziamento sociale ed eventi pubblici ridimensionati frenassero la diffusione delle infezioni e minimizzassero i casi più gravi. Ma il Wall Street Journal ha la sua spiegazione, suggerendo che tassi di immunizzazione più bassi del previsto, così come l’affaticamento dovuto a misure precauzionali come le mascherine, abbiano permesso alla variante Delta altamente contagiosa di diffondersi, in gran parte tra i non vaccinati, dicono gli epidemiologi.

Tra i passi falsi, il dottor Abraar Karan, un medico delle malattie infettive all’Università di Stanford, ha detto che i funzionari della sanità pubblica non sono riusciti a comunicare efficacemente che lo scopo dei vaccini è quello di proteggere contro i casi gravi di Covid-19 piuttosto che prevenire interamente la diffusione dell’infezione, il che può aver portato alcuni a dubitare dell’efficacia dei vaccini. 

Anche il CDC ha una scusa, suggerendo che le morti COVID-19 nel 2020 siano in realtà sottostimate, quando la malattia era più recente e la scarsità di test aveva reso più difficile confermare alcune infezioni.

I decessi rimangono concentrati nelle persone anziane (l’81% dei decessi del 2020 erano tra le persone di 65 anni e oltre, e il 69% della stessa popolazione nel 2021).

Gli Stati Uniti hanno registrato più di 47,7 milioni di casi confermati di COVID-19 e più di 771.500 morti, secondo i dati della Johns Hopkins University. Più di 196 milioni di americani – il 59,1% della popolazione – sono completamente vaccinati, secondo il CDC. Più di 36 milioni di persone hanno già ricevuto la terza dose di vaccino.

Fonti:

Fox News: “US COVID-19 deaths in 2021 surpass 2020’s toll”

USA Today: “COVID-19 deaths in 2021 have surpassed last year’s count, CDC data shows: Live updates”

Forbes: “U.S. Covid Deaths In 2021 Pass Toll For 2020”

Wall Street Journal: “U.S. Covid-19 Deaths in 2021 Surpass 2020’s”

Zerohedge.com: “US COVID Deaths In 2021 Have Surpassed 2020’s Total… Despite Vaccines, Treatments”


Seguici sui Social

Un pensiero su “Il COVID-19 ha ucciso più persone nel 2021 che nel 2020, i dati dei Centers for Disease Control and Prevention lo confermano

I commenti sono chiusi.