Fox News – Progressisti e Democratici infuriati per l’assoluzione di Kyle Rittenhouse: “È disgustoso”

Deputato democratico: “Prova vivente che le lacrime dei bianchi possono ancora ostacolare la giustizia”.

Democratici di spicco, Progressisti e gruppi della Sinistra sono letteralmente esplosi venerdì dopo l’assoluzione di Kyle Rittenhouse da tutte le accuse nel processo strettamente sorvegliato a Kenosha, nel Wisconsin, definendolo un “errore giudiziario“.

Il diciottenne Rittenhouse è stato trovato non colpevole per tutti e cinque i capi d’accusa, compresi i due più gravi di omicidio intenzionale, nelle sparatorie dello scorso anno durante i violenti disordini a Kenosha. Rittenhouse ha sostenuto con successo di aver agito per autodifesa quando ha ferito un uomo e sparato ed ucciso Joseph Rosenbaum ed Anthony Huber.

Il sindaco di New York City Bill de Blasio, Democratico, ha letteralmente fumato per il verdetto.

“Anthony Huber e Joseph Rosenbaum sono delle vittime. Dovrebbero essere vivi oggi. L’unica ragione per cui non lo sono è perché un uomo violento e pericoloso ha scelto di portarsi una arma oltre i confini dello stato ed iniziare a sparare alla gente. Chiamare questo un errore giudiziario è un eufemismo”, ha detto.

Il rappresentante democratico Adriano Espaillat, Democratico di New York, ha chiamato Rittenhouse un “assassino” le cui “lacrime di un bianco” hanno ostacolato la giustizia, definendo il sistema giudiziario americano come “terribilmente rotto”. Rittenhouse era stato ampiamente deriso dalla Sinistra quando aveva pianto sul banco dei testimoni mentre testimoniava sulle sparatorie.

Il collaboratore di sinistra della MSNBC ed ex aiutante di Barack Obama, Ben Rhodes, si è fatto sentire, definendolo un “messaggio molto oscuro” per altri “aspiranti giustizieri pesantemente armati“. Rittenhouse è stato ripetutamente definito come un “giustiziere” e perfino un “assassino” dagli opinionisti di Sinistra nella copertura del caso.

Lo staffer del Democratic Congressional Campaign Committee Dyjuan Tatro ha twittato: “Nessuna giustizia, nessuna pace“, ed ha aggiunto che “il sistema legale americano è radicato nel razzismo e funziona per sostenere il suprematismo bianco”.

Anche il procuratore distrettuale di San Francisco, Chesa Boudin, ha criticato il verdetto, così come la rappresentante democratica Cori Bush del Missouri, che “col cuore spezzato” ha definito il verdetto “suprematismo bianco in azione”.

Deprimente. E patetico“, ha detto l’ex vice addetto stampa di Biden, TJ Ducklo.

La nipote dei Kamala Harris, Meena Harris, ha scritto: “Non ho parole. Questo è disgustoso“.

Il corrispondente di estrema sinistra di Nation e frequente ospite della MSNBC Elie Mystal ha anche denunciato un “doppio standard“.

Kariann Swart, la fidanzata di Joseph Rosembaum, Susan Hughes, prozia di Anthony Huber, e Hannah Gittings, fidanzata di Anthony Huber, ascoltano il verdetto durante il processo di Kyle Rittenhouse al Kenosha County Courthouse di Kenosha, Wisconsin, 19 novembre 2021. (Sean Krajacic/Pool via REUTERS)

Il collaboratore liberal della MSNBC Eugene Robinson ha detto che il verdetto sarebbe stato visto come “una rivendicazione del giustizialismo“, ripetendo la lamentela spesso usata dai media che Rittenhouse abbia “attraversato i confini dello stato” sebbene abbia effettivamente percorso solo un breve tragitto dalla sua città natale dell’Illinois fino a Kenosha, nel Wisconsin. “Penso che sia molto pericoloso e molto preoccupante andare avanti”.

Il cronista di estrema sinistra Aaron Rupar ha scritto “essere dichiarato non colpevole non significa che sei innocente”, mentre lo scrittore liberal per Bloomberg, Tim O’Brien, ha sostenuto anch’egli l’esistenza di un doppio standard razzista.

L’American Civil Liberties Union (ACLU) ha anch’essa deplorato il fatto che Rittenhouse abbia attraversato i confini del suo stato ed abbia detto di aver preso una “decisione consapevole” nel “prendere la vita di due persone che protestavano contro la sparatoria a Jacob Blake da parte della polizia”, che tuttavia non è una ricostruzione accurata dell’accaduto.

“Purtroppo, questo non è sorprendente”, ha scritto l’organizzazione di sinistra.

La rappresentante Carolyn Bourdeaux, Democratica della Georgia, ha accusato Rittenhouse di aver cercato la violenza ed ha chiesto un riesame delle leggi sull’autodifesa della nazione.

Chris Hayes della MSNBC ha paragonato Rittenhouse a George Zimmerman, che è stato assolto nel 2013 per la sparatoria fatale di Trayvon Martin, ed ha detto che sperava che questo caso non seguisse lo stesso esito.

Lester Holt della NBC News si è chiesto se il verdetto avesse convalidato l’idea che Rittenhouse potesse “provocare” la violenza e poi rivendicare l’autodifesa.

Kyle Rittenhouse, 18 anni, avrebbe dovuto affrontare una condanna a vita se fosse stato giudicato colpevole e condannato per omicidio intenzionale di primo grado. Il verdetto è arrivato al quarto giorno di deliberazioni.

La madre di Kyle Rittenhouse, Wendy Rittenhouse, sollevata mentre suo figlio viene dichiarato non colpevole per tutti i capi d’accusa nel tribunale della contea di Kenosha, Wisconsin, venerdì 19 novembre 2021. La giuria è arrivata ad un verdetto dopo quasi 3 giorni e mezzo di deliberazione. (Sean Krajacic/The Kenosha News via AP, Pool) (Sean Krajacic/The Kenosha News via AP, Pool)

FoxNews.com

Seguici sui Social

Un pensiero su “Fox News – Progressisti e Democratici infuriati per l’assoluzione di Kyle Rittenhouse: “È disgustoso”

I commenti sono chiusi.