Fox News – I Democratici volevano anche l’amnistia per milioni di immigrati illegali nel pacchetto di Riconciliazione

Il rappresentante Jim Jordan aveva dichiarato: I Democratici stanno andando ad “aggiungere oltre al danno pure la beffa”

Il leader repubblicano Kevin McCarthy ha tenuto una tavola rotonda ad ottobre per “esporre” una delle disposizioni più sottovalutate nel pacchetto di Riconciliazione multimiliardario dei Democratici: Un tentativo di concedere l’amnistia a fino a 10 milioni di immigrati illegali.

Eco che cose è emerso da quella discussione:

Circa 1,3 milioni di migranti sono stati presi in custodia al confine da quando Joe Biden è entrato in carica, ha notato McCarthy all’inizio del suo briefing al Campidoglio. Era affiancato dai rappresentanti. Jim Jordan dell’Ohio, Tony Gonzales e Troy Nehls del Texas, Kat Cammack e John Rutherford della Florida. I legislatori sono stati anche raggiunti via Zoom da Brandon Judd, presidente del National Border Patrol Council, lo sceriffo Mark Dannels di Cochise County, in Arizona, e dal sindaco Don McLaughlin di Uvalde, in Texas.

Brandon Judd, che è stato in prima linea durante la crisi, ha sottolineato la lettura delle statistiche sul confine fatta da McCarthy, dicendo di non aver “mai visto niente di simile“. E se i Democratici riusciranno a spingere l’amnistia attraverso la Riconciliazione, aveva detto, i trafficanti di esseri umani ed altri cattivi personaggi al confine “saranno premiati”.

Il rappresentante Jim Jordan dell’Ohio ha condiviso qualche altro numero, dicendo che circa 208.000 migranti sono stati arrestati ad agosto. Ha notato che il Congresso non ha ancora ricevuto i numeri di settembre dal Dipartimento della Sicurezza Nazionale.

I Democratici stanno solo per “aggiungere oltre al danno pure la beffa” aggiungendo l’amnistia al pacchetto di Riconciliazione, aveva detto Jordan.

Il rappresentante Cammack aveva commentato ironico che sarebbe stato “un giorno grandioso se sei un membro del cartello” della droga. Gli Americani, ha detto, sono “inconsapevolidi ciò che sta realmente accadendo, definendo i programmi sociali di Riconciliazione e i tentativi di amnistia spaventosi“. L’aumento del crimine nelle comunità locali è un “risultato diretto” delle politiche della Casa Bianca, ha aggiunto Cammack, suggerendo che la legge di Riconciliazione non influenzerà solo l’economia degli Stati Uniti.

“Il disegno di legge non solo ci tasserà e butterà giù per lo scarico i soldi”, ha detto. “Ci renderà più vulnerabili che mai“.

La maggioranza dei legislatori in sala ha condannato la Casa Bianca per le sue recenti mosse – o mancanza di azione – sul confine. Biden è stato criticato, per esempio, per aver abrogato la politica Remain in Mexico dell’ex presidente Donald Trump, che ha tenuto i migranti in Messico in attesa delle loro udienze per il permesso ad entrare nel paese, salvo poi doverla ripristinare a novembre in risposta ad un ordine di un giudice federale che è stato poi confermato dalla Corte Suprema.

Lo sceriffo Dannels, chiamando dall’Arizona, ha detto ai legislatori che Kamala Harris, che ha gestito alcune questioni riguardo al confine, non lo ha contattato per discutere la situazione caotica. La Harris era stata precedentemente criticata per aver aspettato quasi 100 giorni per visitare il confine meridionale dalla sua nomina come incaricata di risolvere le “cause profonde” del problema. Quando i giornalisti le chiedevano perché avesse aspettato così a lungo per fissare il viaggio, la Harris è stata spesso irriverente nelle sue risposte.

Cammack ha poi aggiunto che quando ha contattato il segretario per la Sicurezza Interna Alejandro Mayorkas, lui ha detto che Kamala Harris era la responsabile delle decisioni riguardanti il confine, suggerendo che ci fosse una cattiva comunicazione diffusa a tutti i livelli nell’amministrazione su un problema che ha bisogno di alcune soluzioni immediate.

Per quanto travolgente sia la situazione al confine, i legislatori hanno previsto che “peggiorerà” perché la Casa Bianca non sembra essere disposta a cambiare il suo approccio.

“L’amministrazione sta mandando un segnale a favore dei clandestini con l’amnistia“, ha detto Gonzales.

Gonzales ha detto a Fox News Digital che ha bisogno di vedere tre cose accadere al confine prima di considerare di negoziare con i Democratici sulla crisi: Un muro o una barriera, più tecnologia come i droni di sorveglianza, e più uomini sul terreno. Solo fino a quando tutte queste caselle saranno riempite, aveva detto, si sarebbe potuto iniziare a parlare della riforma dell’immigrazione.

Judd ha poi fatto notare che, nonostante la narrazione secondo cui siano solo gli immigrati dall’America Centrale a riversarsi negli Stati Uniti, nelle ultime settimane sono stati intercettati molti migranti provenienti da paesi come Niger, Georgia, Russia e Romania.

“Se questo non spaventa il popolo americano… non so cosa lo farà”, ha detto Judd.

I tentativi dei Democratici del Senato di aggiungere l’amnistia alla legge di riconciliazione sono stati finora respinti dalla consulente ufficiale del Senato degli Stati Uniti sull’interpretazione delle regole permanenti del Senato e delle procedure, Elizabeth MacDonough.

Nella sua recente consulenza, la MacDonough ha detto che un tale cambiamento nella legge è un “tremendo e duraturo cambiamento politico che rende nullo il suo impatto sul Bilancio” ed è quindi uno sforzo mal riposto.


FoxNews.com

Seguici sui Social