Breitbart News – Lo ‘tsunami rosso’ di Long Island segnala il rifiuto della riforma delle cauzioni di New York

I Repubblicani hanno ottenuto vittorie significative a Long Island, mentre l’elezione dei procuratori distrettuali repubblicani nelle Contee di Nassau e Suffolk segnala un ripudio della controversa legge statale di riforma delle cauzioni.

Nella corsa per il procuratore distrettuale della Contea di Nassau, la candidata repubblicana Anne Donnelly ha battuto il senatore statale democratico Todd D. Kaminsky 155.554 a 102.666, secondo i risultati elettorali non ufficiali del sito della Contea di Nassau. Donnelly, una procuratrice locale di carriera, ha ottenuto il 60% dei voti contro il 40% di Kaminsky.

Kaminsky aveva votato per la legge di riforma della cauzione che ha eliminato la cauzione in contanti per gli imputati che affrontano “molti reati minori e ‘reati non violenti'”, secondo il New York Post.

I Democratici avevano apportato delle modifiche alla legge dopo il clamore publico suscitato per le riforme e la disapprovazione da parte delle forze dell’ordine poiché sospettati o imputati tornavano a delinquere subito dopo essere stati rilasciati, sempre secondo il NYPost.

Un uomo era stato arrestato addirittura tre volte in un solo giorno nel febbraio del 2020 a causa della legge, ha riferito Breitbart News.

La campagna della Donnelly ha soprannominato Kaminsky “Turn ‘Em Loose’ Todd” per il suo sostegno alla legge, sempre secondo il New York Post.

“Grazie per esservi preoccupati abbastanza della Contea di Nassau da volerla mantenere sicura, e grazie per aver appoggiato il candidato che sostiene gli uomini delle forze dell’ordine”, ha detto la Donnelly nel suo discorso di vittoria, secondo News 12 Long Island.

Gli elettori stanno mandando un messaggio. La sicurezza prima di tutto. I nostri bambini e le nostre famiglie vengono prima”, ha detto la Donnelly in un’intervista di mercoledì, secondo il NYPost.

I Repubblicani hanno portato a casa anche l’elezione del procuratore distrettuale della Contea di Suffolk, un’altra elezione in cui la riforma delle cauzioni era un tema di primo piano, secondo il NYPost. Il repubblicano Ray Tierney ha rovesciato il democratico in carica Tim Sini con un margine di 145.933 a 109.060, sempre secondo il New York Post. Tierney si è assicurato il 57% dei voti, mentre Sini ha raccolto il 43%, secondo quanto riportato dal NYPost.

Sini ha concesso la vittoria a Tierney martedì sera, secondo News 12 Connecticut.

“Combatterò ogni giorno per mantenere i cittadini della contea di Suffolk al sicuro”, ha detto Tierney nel suo discorso di vittoria, secondo la stessa fonte.

Nella corsa per la carica esecutiva della Contea di Nassau, il candidato repubblicano Bruce A. Blakeman conduce la democratica in carica Laura Curran con un margine di 135.842 a 124.008, secondo i risultati elettorali non ufficiali del sito della Contea di Nassau. Blakeman ha raccolto il 52% dei voti, mentre Curran ha raccolto il 48%.

Blakeman ha dichiarato la vittoria martedì sera, secondo la ABC New York, anche se Curran ha dichiarato durante la notte di non aver ancora concesso.

“Ci sono molte migliaia di schede elettorali assenti che devono ancora essere contate, e altre stanno arrivando”, ha detto, secondo la ABC New York. “Non è finita, e dobbiamo avere fiducia nel processo”.

La Contea di Nassau ha visto un’altra vittoria repubblicana nelle elezioni per il controllore della contea. L’ex senatrice Elaine Phillips (R) si è assicurata 154.787 voti battendo il candidato democratico Ryan Cronin che ha ottenuto 99.811 voti, secondo i risultati non ufficiali del sito web della Contea di Nassau.

“Non è stata una notte particolarmente buona”, ha detto il leader democratico della Contea di Nassau Jay Jacobs, secondo il New York Post.

“I Repubblicani sono sempre molto bravi a spaventare gli elettori”, ha dichiarato Jacobs. “In questo caso, hanno usato la riforma delle cauzioni per ingannare gli elettori e spaventarli”.

Long Island è molto simile al resto del paese: C’è stata un’onda rossa“, ha detto Jacobs. “I Repubblicani erano eccitati perché sono arrabbiati e sono insoddisfatti della direzione del paese. Lo abbiamo visto nei sondaggi. I Democratici sono scoraggiati e poco entusiasti“.

Il New York Post riferisce che il decano del Centro Nazionale di Studi Suburbani della Hofstra University, Lawrence Levy, ha dichiarato: “Donald Trump non è più sulla scheda elettorale”. “Questo è uno tsunami rosso. È una cancellazione totale. Questo è un netto ripudio del Partito Democratico“, ha aggiunto.


BreitbartNews.com

Seguici sui Social