Newsmax – I Repubblicani cercano di aumentare il supporto tra gli ispanici in vista delle elezioni di metà mandato

I Repubblicani cercano di aumentare il supporto tra gli ispanici in vista delle elezioni di metà mandato.

Il Comitato Nazionale Repubblicano (RNC) sta aprendo diversi “centri comunitari per ispanici” in luoghi chiave nel tentativo di fare ulteriori incursioni nel crescente settore di questo elettorato in vista delle elezioni di metà mandato, ha riferito lunedì il Washington Examiner.

Entro la fine di questo mese, il GOP dovrebbe avere tali centri a Doral, Florida; Milwaukee, Wisconsin; e in Texas a McAllen, Laredo e San Antonio, segnando la prima volta in un ciclo elettorale in cui il RNC abbia mai aperto a questo tipo di operazioni.

I centri fanno parte dello sforzo multimilionario del Partito Repubblicano per le minoranze, dopo che gli elettori ispanici e latinos hanno contribuito a dare al GOP alcuni dei suoi maggiori guadagni nelle ultime elezioni.

“Avremo un posto dove non solo potremo trasmettere loro il nostro messaggio, ma saremo anche in grado di ascoltarli e scoprire cosa si aspettano da noi, dal partito, dai loro funzionari eletti”, ha detto Jaime Florez, direttore delle comunicazioni per gli ispanici del RNC.

L’obiettivo principale dei centri è quello di reclutare e formare volontari, registrare gli elettori e portarli a votare durante la stagione elettorale, ma la portavoce del RNC Danielle Alvarez ha detto che gli spazi dell’ufficio potrebbero essere offerti anche come sale studio o per i programmi comunitari o un posto per guardare le partite di calcio nel tentativo di rendere i centri una base più sociale ed accogliente.

Un sondaggio del Comitato Nazionale Repubblicano del Senato sugli elettori ispanici negli stati chiave ha dato al GOP motivo di credere di poter costruire un suo supporto tra questo elettorato, che sembra identificarsi con i valori repubblicani.

Il sondaggio ha trovato che il 63% degli ispanici apprezza il capitalismo rispetto al socialismo, e il 50% ha detto che le politiche presentate come degli aiuti a tutte le minoranze in realtà fanno male alle famiglie ispaniche. Inoltre, la crisi dei confini e il forte aumento dell’immigrazione illegale rendono gli ispanici meno propensi a votare democratico del 48%.

I Repubblicani hanno visto un costante aumento del sostegno da parte degli elettori ispanici e latinos nell’ultimo decennio, anche se il 32% conquistato da Donald Trump lo scorso anno era ancora indietro rispetto al 40% catturato dal presidente George W. Bush nel 2004.

Alcuni degli spostamenti più positivi per il GOP sono avvenuti in Florida, dove il voto latino si è spostato di 10 punti dal 2016 al 2020 a favore dei Repubblicani. Questo è stato un fattore che ha permesso ai Repubblicani di ribaltare due seggi chiave nel sud della Florida.


Newsmax.com

Seguici sui Social