Fox News – La dichiarazione sul “Costo Zero” della legge di riconciliazione abbattuta anche dai fact-checker del Washington Post

Persino un editorialista che sostiene l’agenda politica di Joe Biden ha detto: “non è senza costi”.

Joe Biden ed il suo team hanno ripetuto più e più volte l’affermazione secondo cui l’agenda Build Back Better costi “zero dollari” nonostante le forti condanne da parte dei fact-checker del Washington Post, dagli analisti del bilancio ad almeno un editorialista – che tra l’altro sostiene la legge sulle infrastrutture associata a quell’agenda.

“La mia agenda Build Back Better costa zero dollari“, viene riportato sull’account Twitter di Joe Biden la scorsa settimana, sostenendo che l’agenda “aggiunge zero dollari al debito nazionale“. L’addetta stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha ripetuto l’affermazione in una conferenza stampa il lunedì successivo, dicendo: “Questo pacchetto di riconciliazione costerà zero dollari“. Anche la presidente della Camera Nancy Pelosi ha insistito che il costo sia “zero“.

Cedric Richmond, consigliere senior di Biden, ha ripetuto l’affermazione domenica scorsa, dicendo che il disegno di legge di riconciliazione del bilancio da 3,5 trilioni di dollari – che i senatori Joe Manchin e Kyrsten Sinema hanno bloccato – non costerà nulla. “Penso che ciò che è importante che la gente capisca è che questo pezzo di legislazione costa zero”, ha detto Richmond. “Pagheremo tutto aumentando le tasse sui più ricchi e sulle grandi aziende”.

Chris Wallace e Cedric Richmond

Eppure, sempre più analisti confutano l’affermazione. Il fact-checker del Washington Post, Glenn Kessler, ha notato che i legislatori “giocano tutti i tipi di trucchetti di bilancio per raggiungere quel mitico zero nel quadro del bilancio decennale”. Ha etichettato l’affermazione di Biden come “fuorviante“, dando al presidente “due pinocchi” e notando che il numero di questi pinocchi “potrebbe aumentare”.

Biden basa la sua affermazione sul “costo zero” sull’idea che il suo piano per le infrastrutture non aumenterà il deficit federale, perché il costo di molti miliardi di dollari verrà compensato dagli aumenti delle tasse e da altri programmi che genereranno altre entrate. Tuttavia Kessler ha notato che questo modalità di “impacchettamento legislativo” abbia reso questa affermazione – se dubbia fin dall’inizio – ancora meno credibile.

L’agenda consiste ora di due disegni di legge: un disegno di leggebipartisansulle infrastrutture da 1.000 miliardi di dollari con il sostegno di alcuni Repubblicani ed un disegno di legge di riconciliazione da 3.500 miliardi di dollari, che passerebbe al Senato se ogni singolo esponente democratico lo votasse (ma Manchin e Sinema restano attualmente ancora in attesa). Il Congressional Budget Office (CBO) ha stimato che già solo il disegno di legge bipartisan aggiungerebbe 256 miliardi di dollari al deficit in 10 anni, ed addirittura il Committee for a Responsible Budget ha notato che già partendo dai numeri nel rapporto del CBO si possa dire che il disegno di legge aggiungerebbe in realtà 398 miliardi di dollari al debito pubblico. La gran parte dei fondi che copriranno la legge “bipartisan” sulle infrastrutture provengono da una precedente legge di pacchetti di stimolo economici non spesi per affrontare la pandemia di COVID-19.

Il CBO ha stimato un deficit federale di 3.000 miliardi di dollari per il 2021, circa 130 miliardi di dollari in meno rispetto al deficit del 2020 ma tre volte tanto la cifra del 2019. Il debito federale è di circa 28,4 trilioni di dollari.

Biden ora sostiene che la sua agenda Build Back Better non includa il disegno di legge “bipartisan” sulle infrastrutture ma solo il disegno di legge di riconciliazione da 3,5 trilioni di dollari, anche se i Democratici hanno tentato di usare il primo per far passare la seconda.

Mentre il Congress Joint Committee on Taxation ha previsto che la legge di riconciliazione comporterà un aumento di 2,1 trilioni di dollari in tasse in 10 anni, questo probabilmente non coprirà il costo di 3,5 trilioni di dollari complessivi del pacchetto. Il comitato editoriale del Wall Street Journal ha cestinato la cifra di 3,5 trilioni di dollari, sostenendo che “quell’importo è basato su trucchi ed espedienti di bilancio che includono l’eliminazione e l’introduzione graduale dei benefici, ed il costo reale sarà di almeno 5 trilioni di dollari, probabilmente anche molti di più”. Kessler ha sostenuto che l’impatto della legge sul debito pubblico potrebbe “essere basso come zero o alto come 1,75 trilioni di dollari in 10 anni”.

Il Congresso ha già prodotto una legge che aumenterà il deficit ed un’altra che sembra probabile che lo faccia, ha notato Kessler. Ha previsto che “un punteggio di deficit pari a zero sarebbe stato raggiunto solo attraverso alcuni espedienti di dubbia sostanza che però aiutano a mascherare il vero costo dell’agenda di Biden” ma che “per gli americani che non sono esperti di contabilità di bilancio, l’affermazione del presidente è fuorviante“.

Il WAPost ha verificato questa affermazione mercoledì scorso, ma il Team Biden ha continuato a ripeterla.

In agosto, FactCheck.org aveva analizzato simili affermazioni di senatori democratici e repubblicani secondo cui la leggebipartisansulle infrastrutture sarebbe stata “finanziata” senza aumentare le tasse. Gli analisti avevano sostenuto che i senatori avessero usato anche qui degli “espedienti di bilancio” per edulcorare il reale costo della legge, ed il rapporto del CBO di allora aveva confermato che la legge avrebbe effettivamente aggiunto qualcosa al deficit federale.

Joe Concha, opinionista di The Hill, ha criticato i giornalisti presenti alla conferenza stampa della Psaki di lunedì per non aver contestato “la ridicola affermazione del presidente” quando la sua portavoce l’ha ripetuta. “Fortunatamente, i numeri sono numeri e la matematica è la matematica, e quindi non possono essere girati così facilmente”, ha aggiunto.

“Non sapevamo che quando si paga per qualcosa questo la renda gratuita. Ma la Casa Bianca apparentemente pensa di aver vinto” su questo punto, ha commentato ironicamente il comitato editoriale del Wall Street Journal.

Allo stesso modo, il conduttore di FOX News Chris Wallace ha respinto l’affermazione di Cedric Richmond a “Fox News Sunday”.

“Devo fermarti qui, non costa zero“, ha detto. “Ora, si può pagare, o prendere in prestito oppure si può pagare aumentando le tasse sulle società o sui ricchi, ma non costa zero“.

Ian Bremmer, uno scienziato politico e fondatore di Eurasia Group, ha risposto al tweet di Biden esprimendo sostegno per il nuovo piano infrastrutturale, ma insistendo sul fatto che “non è senza costi“.

La tua addetta alle comunicazioni è un analfabeta economica“, ha scritto Erielle Davidson, un analista politico senior presso il Jewish Institute for National Security of America, in risposta all’affermazione di Biden.


FoxNews.com

Seguici sui Social