Fox News – Trump va verso l’Iowa con numeri da record nei sondaggi dello stato chiave per il 2024

Il commento di Trump “batterei tutti gli altri” viene visto come un colpo di avvertimento ai possibili sfidanti per la nomination del Partito Repubblicano nel 2024.

A pochi giorni dalla sua prima visita di quest’anno nello stato che dà il via alla corsa verso la Casa Bianca, un nuovo sondaggio indica che l’ex presidente Donald Trump è più popolare che mai in Iowa.

Il 53% degli abitanti dell’Iowa ha un’opinione favorevole dell’ex presidente mentre il 45% ha un’opinione sfavorevole, secondo un sondaggio del Des Moines Register/Mediacom pubblicato lunedì.

La pubblicazione del sondaggio arriva a meno di una settimana dal raduno dell’ex presidente sabato all’Iowa State Fairgrounds a Des Moines. Nel suo primo viaggio in Iowa da quando ha perso le elezioni presidenziali dello scorso novembre, Trump sta arrivando nello stato i cui caucus da mezzo secolo aprono il calendario delle primarie presidenziali.

I commenti favorevoli a Trump sono i più alti di sempre nei sondaggi del Des Moines Register. Secondo il sondaggio, che è stato condotto dal 12 al 15 settembre, è visto favorevolmente dal 73% degli evangelici e dal 68% degli elettori rurali. Ma il sondaggio indica un ampio divario di genere, con il 61% degli uomini che vedono Trump favorevolmente, ma il 52% delle donne che lo vedono in una luce sfavorevole. C’è anche un atteso, enorme, divario partitico tra Democratici e Repubblicani, con gli Indipendenti divisi nelle loro opinioni sull’ex presidente.

L’Iowa una volta era uno dei c.d. “stati chiave” nelle elezioni presidenziali, ma Trump ha vinto lo “Stato degli Hawkeye” di ben 9 punti nella sua vittoria alla Casa Bianca del 2016 e di 8 punti nella sconfitta per la rielezione dello scorso novembre.

Mentre le opinioni favorevoli verso Donald Trump sono sopra il livello del mare in Iowa, Joe Biden si trova con appena il 37% di opinioni favorevoli mentre affronta un 61% di sfavorevoli nello stesso sondaggio, i suoi peggiori risultati di sempre nei sondaggi del Des Moines Register.

I punteggi di Donald Trump tra i Repubblicani dell’Iowa lo mettono nella stessa categoria della Governatrice repubblicana Kim Reynolds, che detiene una valutazione favorevole del 90% nel sondaggio tra gli elettori del suo partito, e supera addirittura il senatore repubblicano di lunga data Chuck Grassley, che è all’81% dei consensi interni al partito.

“Non avevo previsto il giorno in cui Donald Trump sarebbe stato di 10 punti più popolare tra i Repubblicani dell’Iowa rispetto al venerabile Chuck Grassley“, ha detto al Des Moines Register il sondaggista del sondaggio, J. Ann Selzer.

Donald Trump, che rimane molto popolare ed influente tra gli elettori e i politici repubblicani a livello nazionale, ha continuato a giocare un ruolo da kingmaker nella politica all’interno delle primarie del GOP mentre assapora sempre più ripetutamente la possibilità di fare un’altra corsa presidenziale nel 2024 per cercare di ritornare alla Casa Bianca.

Donald Trump e Kim Reynolds

Trump spara quello che sembra essere un “colpo di avvertimento”.

Una fonte vicina all’orbita politica dell’ex presidente ha detto a Fox News che i commenti che Donald Trump ha fatto in una nuova intervista – dove ha detto che se correrà di nuovo per la presidenza, la maggior parte degli altri repubblicani “si ritireranno” e che lui batterà quelli che lo hanno sfidato – possono essere interpretati come una sorta di colpo di avvertimento.

Trump rimane il front-runner in tutti i primissimi sondaggi nella corsa alla nomination presidenziale repubblicana per il 2024. Ma il governatore della Florida Ron DeSantis ha visto la sua posizione tra i conservatori a livello nazionale salire alle stelle nell’ultimo anno e mezzo grazie, in gran parte, alla sua combattiva azione contro le restrizioni sul COVID-19 durante la pandemia.

Non credo che lo affronterò“, ha detto Trump in un’intervista con Yahoo Finance quando gli è stato chiesto cosa avrebbe fatto se avesse dovuto eventualmente affrontare Ron DeSantis in una “resa dei conti” per la nomination presidenziale del GOP nel 2024. “Penso che la maggior parte delle persone si ritirerebbe, penso che lui si ritirerebbe“.

Ma Trump ha sottolineato che “se lo affrontassi, lo batterei come batterei chiunque altro“.

Il consigliere vicino all’orbita politica di Trump – che ha chiesto di rimanere anonimo per poter parlare più liberamente – ha anche detto a Fox News che non pensa che DeSantissi imbarcherà in una primaria contro il presidente. Credo veramente che ci siano zero possibilità che questo accada“.

La fonte ha aggiunto che i commenti di Trump nell’intervista di Yahoo Finance possono essere interpretati più correttamente come un “colpo di avvertimento ad altri potenziali sfidanti per la nomination presidenziale del GOP del 2024, ma “questo dà troppo credito alla preoccupazione che possano partecipare, perché non so se ci sia tutta questa enorme preoccupazione“.

Ron DeSantis, che affronta una rielezione potenzialmente impegnativa il prossimo anno, continua a scatenare più speculazioni sul 2024 con i suoi viaggi politici al di fuori della Florida. Era nello stato di New York martedì, dove ha presieduto una raccolta fondi, mentre continua a raccogliere grandi somme di denaro per la sua campagna di rielezione nel 2022.

DeSantis ha respinto le speculazioni su una sua candidatura nel 2024 la scorsa settimana, dicendo a Sean Hannity, conduttore di Fox News: “Non sto considerando nulla oltre a fare il mio lavoro”.

Abbiamo un sacco di cose da fare in Florida. Mi ricandiderò per la rielezione l’anno prossimo e stiamo anche lavorando su un sacco di cose nello stato al di là della sola corsa a governatore”, ha sottolineato il governatore giovedì sera ad “Hannity” su Fox News.

La fonte non ha contestato un articolo del Washington Post di lunedì, secondo la quale i principali consiglieri di Trump avrebbero dovuto convincere l’ex presidente a non annunciare una ricandidatura per il 2024 già nel mese di agosto, quando i numeri dei sondaggi di Biden erano scesi a causa della turbolenta ritirata degli Stati Uniti dall’Afghanistan.

La fonte ha detto che la notizia era “esagerata” ma “non è una rappresentazione ingiusta di ciò che è successo”, aggiungendo che Trump è “serio nel guardare a queste cose”.


FoxNews.com

Seguici sui Social