The Federalist – Il governatore della Florida Ron DeSantis chiede un’indagine sulle Big Tech per violazione delle leggi elettorali

Il governatore della Florida Ron DeSantis chiede un’indagine sulle Big Tech per violazione delle leggi elettorali.

Il governatore della Florida Ron DeSantis sta chiedendo un’indagine sulle grandi aziende tecnologiche per la violazione delle leggi elettorali.

In un annuncio di lunedì, il governatore repubblicano della Florida ha istruito il Segretario di Stato, Laurel M. Lee, ad aprire un’indagine per presunta ingerenza elettorale da parte di Facebook per aver violato le leggi elettorali della Florida. La decisione arriva alla luce del “rapporto bomba” del Wall Street Journal su come Facebook abbia usato il suo potere per esentare alcuni utenti dagli standard della community della grande azienda tecnologica.

Non è un segreto che i censori di Big Tech hanno a lungo applicato le loro regole in modo incoerente“, ha detto il governatore. “Se questo nuovo rapporto è vero, Facebook ha violato la legge della Florida per mettere il suo pollice sulla bilancia di numerose elezioni statali e locali. Gli abitanti della Florida meritano di sapere quanto questo titano tecnologico abbia influenzato le nostre elezioni“.

DeSantis non solo ha condannato il comportamento di Facebook, ma ha detto che “il solo pensiero che Facebook manipoli clandestinamente le elezioni è un affronto ai principi fondamentali della nostra repubblica“.

“Noi, il popolo, abbiamo il diritto di scegliere i nostri rappresentanti, che la Silicon Valley approvi o meno”, ha sottolineato DeSantis.

Nella sua lettera a Lee, DeSantis ha detto che si aspetta che il Segretario di Stato adisca tutte le possibili vie legali per indagare su potenziali illeciti e per coinvolgere le forze dell’ordine quando necessario.

All’inizio di quest’anno, DeSantis ha firmato una legge volta a punire gli oligarchi della Silicon Valley per essere coinvolti nella rimozione degli utenti dalle proprie piattaforme su base faziosa. La legge non solo vieta ai giganti della Silicon Valley di bannare i candidati politici in Florida dalle loro piattaforme, ma afferma che qualsiasi azienda che viola questa parte della legge rischia multe fino a 250.000 dollari al giorno per i candidati a livello statale e 25.000 dollari al giorno per i candidati locali. Permette anche a qualsiasi cittadino della Florida che sia ingiustamente censurato dalle Big Tech di fare causa alle piattaforme citandole per danni.


TheFederalist.com

Seguici sui Social


The Federalist è una rivista conservatrice americana online ed un podcast che tratta i politica, politiche, cultura e religione, e pubblica anche una newsletter. Il sito è stato co-fondato da Ben Domenech e Sean Davis ed è stato lanciato nel settembre 2013. I contenuti di The Federalist vengono promossi dal sito americano di sondaggi RealClearPolitcs.