CALIFORNIA DISTRUTTA – Gavin Newsom rimarrà in carica; i Democratici vogliono ora limitare futuri recall

Il governatore della California Gavin Newsom rimarrà in carica dopo aver sconfitto un tentativo per rimuoverlo in un’apparente landslide, secondo diverse reti di notizie che hanno dichiarato il vincitore già entro la prima ora dopo la chiusura dei seggi martedì sera.

E così, l’undicesimo recall nella storia della California è andato incontro alla sconfitta.

Il conduttore radiofonico conservatore Larry Elder (R) ha dominato la corsa dei potenziali sostituti di Gavin Newsom con un ampio margine, ma il voto per il “Sì” alla rimozione era semplicemente troppo piccolo per potergli consentire di tagliare il traguardo.

I voti sono ancora in fase di conteggio, e le schede postali arriveranno ancora per diversi giorni, il che significa che i margini potrebbero cambiare. Tuttavia, un’ondata di voti per il “Sì” sufficiente a superare quelli per il “No” viene considerata ora un’impossibilità statistica.

Alla fine di luglio, i sondaggi suggerivano che Newsom fosse vulnerabile al recall. Ma quando Newsom e i Democratici hanno cominciato a spenderci dei soldi, e i media hanno iniziato a demonizzare Larry Elder – spesso in termini razzisti – i Democratici si sono compattati dietro al leader del loro partito.

Le domande resteranno sul futuro politico di Gavin Newsom. La sua decisione di cenare al ristorante d’élite French Laundry, in barba alle sue stesse restrizioni sul Coronavirus, ha fornito carburante alla campagna per rimuoverlo che altrimenti non avrebbe avuto.

Inoltre, mentre Larry Elder veniva attaccato in tutti i modi, anche usando termini razzisti – e pure in presenza del liberal-progressista Newsom – il governatore non ha mai sconfessato le opinioni dei suoi sostenitori, né ha mai condannato il violento attacco razzista nei confronti del suo avversario. Se Newsom in futuro dovesse candidarsi ad una carica più alta – come molti ipotizzano da tempo – il suo silenzio sarà probabilmente foraggio per i suoi futuri avversari alle primarie del Partito Democratico.

Ma Newsom ha voluto correre contro il “trumpismo” e le “caricature repubblicane”, il che si è rivelato sufficiente per portare a casa il risultato.

Con il recall sconfitto, i Democratici ora stanno già discutendo i modi per chiudere la porta a futuri recall, discutendo i modi per riformare un processo che è stato stabilito più di un secolo fa nell’originale era “progressista” come ultima risorsa per garantire la responsabilità dei governanti.

Noi ci vediamo STASERA, Mercoledì 15 settembre, alle ore 20.30, per commentare assieme questa elezione!




BreitbartNews.com

Seguici sui Social