Tucker Carlson: i Democratici elitisti vogliono che voi stiate zitti ed obbediate

Stiamo vedendo ora cosa succede quando i paesi tollerano gli autoritari, anche se per un solo momento.

Questo articolo è adattato dal commento di apertura di Tucker Carlson dell’edizione del 23 Agosto 2021 di “Tucker Carlson Tonight”.

Avete mai la sensazione di esserci già passati? Noi sì. Al culmine della peggiore pandemia della storia americana – parliamo dell’influenza spagnola del 1918 – le città del paese fecero qualcosa che l’America moderna troverebbe familiare. Emisero degli obblighi di indossare le mascherine e punirono chiunque non si conformasse. “L’uomo o la donna o il bambino che non indosserà una mascherina ora è un pericoloso fannullone”, si leggeva in un tipico annuncio della Croce Rossa.

La città di San Francisco prese le regole così seriamente che un agente sanitario della città sparò ad un uomo che si rifiutava di indossare una mascherina – colpendo anche due passanti che si trovavano dietro a quell’uomo. Questo sembrò un po’ troppo ad alcune persone, ma molti altri lo assecondarono. Avevano paura del virus. Volevano fare la loro parte per fermarlo. Soprattutto, si fidavano dei loro leader. Se i loro leader mettevano in atto un obbligo, supponevano che fosse per una buona ragione e volevano aiutare.

Poi, una singola foto ha cambiato tutto. Un fotografo che assisteva ad un incontro di boxe proprio a San Francisco ha scattato una foto di diversi alti funzionari della città – tra cui il sindaco, un membro del Congresso e un amministratore sanitario importante – seduti all’evento, tutti completamente senza alcuna mascherina. La fotografia diventò un caso nazionale. Gli americani rimasero scioccati nello scoprire che le persone che emanavano e che facevano rispettare le regole non avevano alcuna intenzione di seguirle. Gli obblighi sulle mascherine in tutto il paese caddero di lì a poco. Il pubblico era disposto a sopportare i disagi, ma non l’ipocrisia.

L’America sta affrontando un momento simile proprio ora. Ancora una volta, i funzionari della California sono stati ripresi dalle telecamere mentre esponevano tutto il loro disprezzo per le loro stesse misure di salute pubblica. Il video è emerso da una raccolta fondi democratica tenutasi domenica [22 agosto] mattina nella Napa Valley, appena a nord di San Francisco. Nancy Pelosi era lì. Ha una tenuta nelle vicinanze. C’erano anche altri funzionari democratici, così come i più grandi donatori del partito, che hanno pagato 30.000 dollari a biglietto per essere lì. La prima cosa che si nota del gruppo, oltre a quanto sia sorprendentemente non-diversificato, è che nessuno di loro indossa una mascherina. Stanno respirando tutta l’aria fresca che vogliono, come se fosse il 2019. Le uniche persone lì con le mascherine erano i loro servitori – di carnagione marrone, senza volto, che correvano avanti e indietro per portare loro delle cose. Non c’è niente di peggio che avere la servitù che ti respira addosso. Ma questo non è un problema per Nancy Pelosi

VIDEO: Nancy Pelosi senza mascherina alla raccolta fondi di Napa Valley, California – domenica 22 agosto: “… Ma per ora, la questione è come raggiungere i giovani.”

È ripugnante ma rivelatore. È abbastanza chiaro a questo punto che Nancy Pelosi – la nostra principale legiferatrice sul COVID – non crede ad una parola di quello che dice sul virus. Ha 81 anni, molto addentro alla zona di rischio del virus. È in piedi ad un evento affollato a Napa, che secondo la mappa a colori dell’amministrazione Biden, è uno dei luoghi più rischiosi del paese per la trasmissione del Coronavirus. Eppure non sta mantenendo il distanziamento sociale, né indossa una mascherina. Non ha nemmeno una mascherina con sé. Sa di non essere in pericolo. Non ci sono evidentemente dei Repubblicani presenti, quindi non c’è motivo di fingere il contrario.

Come promemoria, invece, ecco la solfa che suona a Washington:

Nancy Pelosi: “I membri e lo staff dovranno indossare mascherine in ogni momento // Questa è una mascherina (la mette). Da tutto il paese sto ricevendo queste mascherine // I veri uomini indossano mascherine e le mascherine sono essenzialmente importanti // La presidenza considera il non indossare una mascherina come una grave violazione del decoro. // Non ho consigli da dare loro, tranne che quando vengono qui, devono indossare una mascherina. // Ma in ogni caso (finge di mettersi la mascherina) sono un grande sostenitrice dell’indossare una mascherina e di non respirare inutilmente l’aria.”

La vera giustificazione per l’obbligo di indossare le mascherine è stato quando ha detto: “Non indossare una mascherina è una grave violazione del decoro“, e lei lo intende così. Ecco perché a Napa, i servitori indossano delle mascherine mentre portano il vino alla Pelosi. Il decoro lo richiede.

C’è mai stata uno spaccato più chiaro della società che stanno cercando di costruire? La nostra nazione, un tempo di classe media, ha ora una classe di servi della gleba. Sono quelli che indossano le mascherine, che sono costretti a prendere medicine che non vogliono, a cui viene detto di non comunicare tra di loro, tranne che attraverso i canali digitali che il Partito Democratico controlla. Ora abbiamo due gruppi di americani, non più un ampio gruppo che sta ne mezzo. I favoriti e gli sfavoriti. I sommersi e i salvati. I vaccinati e i non vaccinati. Ecco come gli architetti di tutto questo vedono il paese.

Michael Hayden una volta dirigeva le due agenzie di spionaggio più potenti del paese – la CIA e la NSA. Ieri, un utente su Twitter gli ha posto questa domanda. Citazione: “Possiamo mandare i sostenitori MAGA non vaccinati in Afghanistan?Sì, ha risposto Hayden. “Buona idea“. Ecco quanto disprezzo provano per voi. Stai zitto e prendi un altro bicchiere di Riesling, servo. E assicurati di non alitarmi addosso, o sarai espulso. Questi sono cattivi atteggiamenti e stanno anche diventando molto più frequenti. Fino a che punto si potrà arrivare, vi chiederete?

Considerate la Nuova Zelanda, un avamposto notoriamente placido dell’anglosfera in rapida contrazione. Un singolo caso di COVID sull’isola – attenzione, non un morto di COVID, ma un solo singolo caso di COVID – ha fatto chiudere l’intero paese. Ai neozelandesi è stato detto che non possono più parlare con i loro vicini.

La premier neozelandese Jacinda Ardern, la settimana scorsa: “Rimanete in zona e non assembratevi. Non parlate con i vostri vicini. Per favore, rimanete nelle vostre bolle. Si riduce di nuovo a questi principi molto semplici. Sappiamo da oltreoceano, dai casi della variante Delta, che può essere diffusa da persone che semplicemente camminano l’una accanto all’altra. Quindi mantenete questi movimenti all’esterno al minimo indispensabile. Indossate una mascherina e assicuratevi di mantenere il distanziamento fisico.”

A proposito, la Ardern è molto popolare tra le persone come Michael Hayden. È super impressionante, davvero una visionaria. “Non parlare con i tuoi vicini! – Resta nella tua bolla!” Questa è la Nuova Zelanda…. Ma è più libera dell’Australia.

In Australia, il governo ha attuato chiusure totali in tutta la nazione, ed ha imposto la legge marziale per farle rispettare. Qual è la giustificazione per questo? Ecco i numeri: Da metà luglio alla settimana scorsa, l’intero paese dell’Australia – una popolazione di 25 milioni di abitanti – ha avuto una media di circa 1,5 morti COVID al giorno. Questo è stato sufficiente per giustificare la fine dell’Australia e l’inizio del totalitarismo. In un caso recente, le autorità hanno giustiziato i cani da salvataggio – sparandogli a morte – per impedire agli amanti dei cani australiani di viaggiare per adottarli. Uscire di casa non è permesso, così hanno semplicemente ucciso i cani. E la popolazione ha sopportato. Gli è stato detto che dovevano farlo.

Le notizie notturne in Australia sembrano ormai un film di fantascienza. Un recente servizio ha descritto un fuggitivo di 27 anni. Aveva forse fatto una strage di massa? No. Ha osato avventurarsi fuori dal suo complesso residenziale. Per averlo fatto, i media hanno mostrato un filmato di sorveglianza di lui che entra nel suo ascensore e starnutisce senza mettersi la mano davanti. Non c’era nessun altro nell’ascensore in quel momento. Per questo, ora è in corso una caccia all’uomo a livello nazionale. Un mandato d’arresto è stato appena emesso. Non ce lo stiamo inventando.

E quell’uomo non è l’unica persona a cui i media e la polizia australiani stanno dando la caccia. Una testata giornalistica australiana ha appena riportato, cito: “Una soffiata ai Crime Stoppers ha fatto saltare il coperchio su una funzione religiosa a Blacktown, a cui hanno partecipato 60 adulti e bambini. Il raduno è stato descritto come egoista ed arrogante“.

Cos’altro è egoista ed arrogante in Australia? Non è solo andare in chiesa o lasciare il proprio appartamento o cercare di adottare un cane da soccorso. Anche guardare il tramonto è egoista ed arrogante:

Daniel Andrews, presidente dello Stato di Victoria: “C’è un gruppo di persone ieri sera a Rye Beach che ha pensato che la cosa migliore da fare fosse guardare il tramonto. Sono sicuro che è stato un bellissimo tramonto. Ma questo non è nello spirito o nella lettera di queste regole.”

Rimproveri per aver guardato il tramonto. Esecuzioni di cani da salvataggio. Una caccia all’uomo su scala nazionale per un tizio che ha starnutito da solo in un ascensore… Nessuno in Australia sta ridendo di questo. Nessuno è abbastanza distaccato per vedere la follia in piena mostra – sono troppo lontani.

Ma questo era in preparazione in Australia già da molto tempo, molto prima del COVID. Nel 2016, il governo dell’Australia ha messo fine a quasi tutte le protezioni legali per le proteste pubbliche. All’epoca, la gente lo tollerava; si fidavano del loro governo. Sabato, quando i manifestanti si sono riuniti a Melbourne, il governo ha usato la sua nuova autorità per metterli a tacere:

La polizia australiana ha preso violentemente a pugni i manifestanti contro l’isolamento: (I manifestanti si scontrano con la polizia e tonnellate di manifestanti scappano) // (La polizia spara proiettili di gomma e spray al peperoncino ai manifestanti) // Il manifestante viene arrestato e grida: Perché mi arrestate? Perché mi arrestate? Quale legge ho infranto? // Il manifestante viene spinto violentemente e arrestato da più poliziotti e uno spettatore urla // Una donna con la bandiera australiana viene spinta e arrestata mentre la polizia urla: Metti le mani dietro la schiena! // (La polizia arresta e spinge il manifestante mentre partono le sirene)”

Se questo accadesse a Teheran, ci tireremmo tutti il mento e diremmo: “Sono i mullah, non sono come noi”. Ma non è l’Iran, non è la Corea del Nord – è l’Australia. Quella che pensavamo fosse una società basata sulle regole.

“Quale legge ho infranto?”, chiede il manifestante. Sarebbe stata una buona domanda qualche anno fa. Ora è troppo tardi. Stiamo vedendo ora cosa succede quando i paesi tollerano gli autoritari, anche solo per un momento. Puoi ribellarti immediatamente come fece San Francisco nel 1918. Oppure puoi startene zitto e fare la fine dell’Australia, e guardarli mentre sparano ai tuoi cani.


FoxNews.com

Seguici sui Social


Tucker Carlson Tonight” è un talk show americano e programma di attualità condotto dal commentatore paleoconservatore Tucker Carlson. Lo show viene trasmesso in diretta da Washington, D.C., su Fox News Channel alle 8:00 P.M. ET nei giorni feriali. Lo show include tipicamente commenti politici, monologhi, interviste e analisi. Ha debuttato come programma nella lineup di Fox News Channel il 14 novembre del 2016. Nel luglio 2020, “Tucker Carlson Tonight” ha battuto il record di programma con il più alto indice di gradimento nella storia delle notizie via cavo degli Stati Uniti, raccogliendo un’audience media di 4,33 milioni di spettatori.

Tucker Carlson è un conduttore di Fox News. Si è unito alla rete nel 2009 come collaboratore. Sostenitore dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, si dice anche che abbia influenzato alcune decisioni politiche chiave di Trump stesso. Le sue controverse dichiarazioni su razzismo, immigrazione e femminismo hanno portato al boicottaggio degli inserzionisti contro lo show. Fiero oppositore del progressismo politico, è stato definito un “nazionalista” ed un “paleoconservatore”. È un critico dell’immigrazione. Originariamente sostenitore della politica economica libertaria, ha poi criticato l’ideologia come “controllata dalle banche” ed è diventato un “protezionista”. È anche uno scettico sugli interventi militari all’estero degli Stati Uniti.