The Federalist – Sondaggio: Gavin Newsom sotto di due punti nelle elezioni di recall

Sondaggio: Gavin Newsom sotto di due punti nelle elezioni di recall.

I risultati di un nuovo sondaggio di giovedì mostrano il governatore democratico della California Gavin Newsom profondamente sott’acqua a poco più di un mese dall’inizio delle votazioni per un referendum in tutto lo stato.

Secondo il sondaggio condotto tra 1.100 californiani dal 2 al 4 agosto, infatti, più della metà era a favore della rimozione di Newsom, mentre solo il 40% era contrario.

Il sondaggio, condotto da Survey USA e la San Diego Union Tribune, ha illustrato il sostegno bipartisan per il tentativo di rimozione, bipartitismo che era stato anche evidenziato nelle petizioni che hanno raccolto circa un terzo di tutte le firme tra democratici e indipendenti. I repubblicani hanno detto di sostenere la rimozione di Newsom con un margine di 8 a 1, mentre i democratici hanno detto lo stesso, con un margine di 3 a 1.

Il sondaggio sta lanciando l’allarme per il team di Newsom a 40 giorni dalla data del recall, il 14 settembre, quando gli elettori decideranno con una domanda “sì o no” se il governatore dovrà rimanere in carica oppure essere rimosso. I residenti voteranno poi su un sostituto. A meno che la maggioranza non voti per la rimozione, i risultati del secondo scrutinio saranno privi di significato, tranne che per mostrare chi potrebbe essere il candidato principale nel 2022.

Un precedente sondaggio di Survey USA e del San Diego Union Tribune di maggio aveva rilevato soltanto il 36% a favore della rimozione di Newsom, mentre il 47 era contrario.

Almeno 46 candidati hanno depositato i documenti per ricoprire il resto del primo mandato di Newsom, secondo Calmatters, la redazione non-profit della California. Tra loro ci sono l’uomo d’affari John Cox, l’ex sindaco di San Diego Kevin Faulconer, il deputato statale Kevin Kiley e l’ex deputato Doug Ose. I quattro repubblicani hanno partecipato al loro primo dibattito mercoledì 4 agosto. Altri repubblicani di spicco nella corsa, l’olimpionica Caitlyn Jenner e il conduttore radiofonico Larry Elder, hanno negato la propria partecipazione, secondo quanto riportato da un’affiliata locale della Fox.

Nessun democratico di spicco ha a rotto gli indugi e si è presentato come serio contendente a Gavin Newsom.

Tra i repubblicani che corrono, il GOP della California stava considerando di appoggiare qualcuno tra Elder, Faulconer, Kiley o Ose.

Sabato, 7 agosto, i repubblicani californiani hanno scelto di non appoggiare alcun candidato, sperando che la decisione unisca la loro base per sconfiggere Newsom. “Non possiamo permetterci di scoraggiare gli elettori che sono appassionati di un particolare candidato, ma potrebbero non votare perché il loro candidato preferito non ha ricevuto l’approvazione”, hanno detto Harmeet Dhillon e Shawn Steel, membri del Comitato Nazionale Repubblicano.

“Il Partito Repubblicano della California dovrebbe unirsi con l’unico obiettivo di guidare il sostegno per quests storica rimozione”, ha detto Kevin Faulconer, ex sindaco di San Diego.

A causa dalle implacabili chiusure e dalla frustrazione per l’indecente rete elettrica dello stato, Gavin Newsom è il secondo governatore ad affrontare un tentativo di rimozione via scheda elettorale nella storia dello stato, dopo che gli elettori spodestarono il democratico Gray Davis nel 2003, che fu sostituito dall’attore Hollywoodiano Arnold Schwarzenegger.

Mentre il sondaggio di Survey USA/San Diego Union Tribune mostra un sostegno a due cifre per il tentativo di rimozione, potrebbe essere ancora trattarsi di un’eccezione. Altri recenti sondaggi evidenziati nel raccoglitore di sondaggi RealClearPolitics mostrano che l’iniziativa si trovi in realtà “in un vicolo cieco“, con uno studio di Emerson College e Nexstar condotto dal 30 luglio al 1° agosto che mostra il 46% a favore e il 48% contrario con un margine di errore del 3%.

Un altro sondaggio del Berkeley Institute of Governmental Studies e del Los Angeles Times mostra risultati simili, con il 47% a favore ed il 50% contrario sulla questione se Newsom debba rimanere governatore.

Chi tra i candidati alla successione sia in questo momento in testa rimane ancora poco chiaro. Mentre Survey USA/San Diego Union Tribune mostra lo YouTuber Kevin Paffrath, un democratico, in testa con il 27% di sostegno, il sondaggio di Emerson mostra lo stesso Paffrath con solo l’1%.

Larry Elder conduce nel sondaggio Emerson con il 23%, seguito da Cox e Jenner in parità al 7%, Kiley al 5%, e Faulconer al 4%.


TheFederalist.com

Seguici sui Social