I Repubblicani del Congresso chiedono alla Corte Suprema di rovesciare Roe vs. Wade

I repubblicani del Congresso chiedono alla Corte Suprema di rovesciare Roe vs. Wade

228 legislatori repubblicani hanno firmato una petizione indirizzata alla Corte Suprema, sollecitando i giudici a rovesciare “Roe vs. Wade“, la sentenza che nel 1973 che ha legalizzato l’aborto in tutti e i 50 stati degli Stati Uniti.

I giudici esamineranno il documento in relazione ad un caso di aborto in Mississippi, che la Corte dovrebbe iniziare a considerare questo autunno, dove si chiede una sentenza che permetta agli stati di vietare l’aborto dopo 15 settimane di gestazione.

I firmatari del documento includono 44 senatori e 184 membri della Camera dei Rappresentanti eletti in 40 stati.

“Il caso del Mississippi offre alla Corte la possibilità di allentare la sua presa sulla politica dell’aborto“, si legge nel documento:

“Gli Stati hanno espresso il desiderio di proteggere la vita attraverso un numero crescente di leggi emanate per promuovere gli importanti interessi degli Stati nel proteggere le donne dal pericoloso aborto tardivo, ponendo fine alla distruzione della vita umana basata sul sessismo, il razzismo o l’abilismo, sostenendo l’integrità della professione medica contro la pratica barbara di smembrare gli esseri umani nel grembo materno, e proteggendo i bambini pre-nati dal dolore orribile di tali aborti.”

“È da tempo che questa Corte deve restituire il potere legislativo ai legislatori“, continua il documento, aggiungendo che i co-firmatari “sollecitano rispettosamente la Corte ad affermare l’autorità costituzionale dei governi federale e statale di salvaguardare la vita e la salute dei loro cittadini, nati e non ancora nati:”

“I membri del congresso rispettosamente chiedono che la Corte sostenga la legge del Mississippi come attuazione di importanti interessi statali o, in alternativa, restituisca questo caso alle corti inferiori per l’esame su un patrimonio probatorio completo, riconoscendo che alcuni precedenti [compresi sia Roe vs. Wade che Planned Parenthood vs. Casey] possono essere riconsiderati e, se necessario, essere completamente o parzialmente annullati.”

Il nuovo documento arriva in un momento di crescente slancio tra coloro che chiedono alla Corte di annullare i precedenti legali che hanno permesso all’industria dell’aborto di prosperare negli Stati Uniti dal 1973.

Come riportato da CatholicVote, il procuratore generale del Mississippi Lynn Fitch ha presentato una istanza a metà luglio chiedendo alla Corte Suprema di rovesciare Roe vs. Wade, che ha definito “egregiamente sbagliata” ed “incostituzionale”.

Inoltre, all’inizio di questa settimana “un trio di conservatori repubblicani al Senato – Josh Hawley (del Missouri), Mike Lee (dello Utah) e Ted Cruz (del Texas) – ha presentato un opinione legale favorevole al caso”, ha riportato The Hill.

Anche i gruppi pro-aborto stanno guardando da vicino il caso del Mississippi, con molti di loro che parlano apertamente della necessità di prepararsi per un’Americapost-Roe“.

ChatolicVote.org