Donald Trump boccia la ‘faziosa’ Commissione sui fatti del 6 gennaio: “Nancy indagherà su se stessa?”

Donald Trump rifiuta la ‘faziosa’ Commissione sui fatti del 6 gennaio: “Nancy indagherà su se stessa?”

Con la presidente della Camera Nancy Pelosi, D-Calif., che va avanti con il comitato ristretto del 6 gennaio con solo esponenti Democratici e due Repubblicani anti-Trump non approvati dal leader della minoranza della Camera Kevin McCarthy, R-Calif. l’ex presidente Donald Trump ha parlato di un evidente conflitto di interessi di Nancy Pelosi.

“Nancy Pelosi sta sprecando una grande quantità di tempo, sforzi e denaro per la formulazione di un comitato fasullo ed ampiamente di parte sul 6 gennaio per chiedersi, ‘cosa è successo?” Trump ha scritto lunedì sera in una dichiarazione del suo Save America PAC.

Nancy indagherà su se stessa e su coloro che in Campidoglio non hanno voluto una protezione aggiuntiva, tra cui più polizia e la Guardia Nazionale, facendosi quindi trovare impreparati nonostante la grande folla di persone che tutti sapevano sarebbe arrivata?”

Numerosi repubblicani non solo hanno sottolineato il rifiuto “senza precedenti” di Nancy Pelosi della rosa dei candidati da inserire nel comitato avanzati dal Partito Repubblicano, ma hanno anche definito lei stessa un “bersaglio” di qualsiasi indagine sui fatti del 6 gennaio perché era la responsabile della sicurezza del Campidoglio. Inoltre, come ha notato Trump, ha rifiutato l’intervento della Guardia Nazionale ben prima della protesta così come le sessioni congiunte del Congresso per certificare le elezioni presidenziali del 2020 e anche solo di considerare che si tenesse un dibattito sulle accuse di frode elettorale nei principali stati chiave.

“Nancy e il suo comitato studieranno le massicce frodi elettorali che hanno avuto luogo durante le elezioni presidenziali del 2020, in particolare negli swing states, che sono state la ragione per cui centinaia di migliaia di persone si sono riversate a Washington e che, quindi, dovranno essere un fattore chiave nel rapporto finale del comitato?” prosegue la dichiarazione di Trump.

“Ora sarebbe un ottimo momento per studiare la frode elettorale su larga scala delle nostre elezioni presidenziali”.

I giornalisti di Newsmax, i corrispondenti della Casa Bianca e di Washington, D.C., hanno fatto notare che la piena trasparenza sugli eventi del 6 gennaio è già stata compromessa a causa del sequestro dei filmati della sorveglianza, ancora sotto custodia, che hanno ripreso la protesta al Campidoglio ed il successivo assalto.

“Nancy rilascerà le migliaia di ore di filmati in modo che possiamo vedere la misura in cui ANTIFA e Black Lives Matter hanno giocato un ruolo, rivelando anche ‘chi ha ucciso Ashli Babbitt?‘” prosegue la dichiarazione di Trump. “Un’indagine reale ed approfondita su questo deve essere fatta – e che dire di tutte le violenze, gli omicidi, le rivolte e gli incendi che hanno avuto luogo nelle città gestite dai democratici in tutti gli Stati Uniti da ANTIFA e Black Lives Matter, con praticamente nessuna conseguenza per queste morti e distruzioni?”

Donald Trump ha anche rivelato all’inizio di quest’estate che chi ha sparato ad Ashli Babbitt, il cui nome non è ancora stato reso noto, fosse presumibilmente un “capo della sicurezza” di un alto esponente democratico della Camera, aggiungendo potenziali conflitti di interesse per Nancy Pelosi e gli stessi Democratici del comitato ristretto sul 6 gennaio.

Ashli Babbitt, una veterana disarmata degli Stati Uniti, è stata colpita mentre tentava di arrampicarsi attraverso una porta di vetro rotta nel Campidoglio. Nonostante una miriade di affermazioni – cinque americani sono morti in totale nei disordini al Campidoglio – lei è stata l’unica vittima attribuita alla mischia. Le altre morti sono state giudicate come “suicidi” o attribuite a “cause naturali”.

L’uomo che ha sparato ad Ashli Babbit, ancora senza un volto, è stato scagionato da qualsiasi indagine del Dipartimento di Giustizia dell’amministrazione Biden, che il rappresentante Chip Roy, R-Texas, ha descritto su “Spicer & Co.” di Newsmax lunedì sera come un “fin troppo felice” abuso di potere.

L’avvocato personale di Trump, Rudy Giuliani, ha sostenuto che ci sia stato un “insabbiamento” democratico in una precedente apparizione su Newsmax.

La dichiarazione di Trump si è conclusa con un rimprovero per gli attacchi contro di lui, i suoi sostenitori al Congresso, e i sostenitori di Make America Great Again/America First.

“Nancy esaminerà le indagini viziate e faziose contro i conservatori e i repubblicani che sono in corso da parte dei procuratori di tutto il paese?” Si legge nella dichiarazione di Trump. “L’indagine durata cinque anni su di me, e tutto quello che tanti hanno passato, compresa la falsa accusa di collusione con la Russia!, Russia!, Russia!, e compresi i procuratori locali di New York controllati dai democratici che lavorano 24 ore su 24 per arrestare il presidente Donald Trump, mentre assassini, spacciatori di droga e trafficanti di esseri umani sono liberi!”

Il comitato ristretto della Pelosi sul 6 gennaio è impostato per sentire prima quattro agenti delle forze dell’ordine sulla difesa dall’assalto al Campidoglio. L’udienza inizierà alle 9:30 a.m. ET con le dichiarazioni di apertura del presidente della Homeland Security Bennie Thompson, D-Miss. – il presidente del comitato selezionato – e della Rep. Liz Cheney, R-Wyo.

Liz Cheney è stata rimossa dalla sua posizione nella leadership del GOP alla Camera per aver rotto con il partito ed aver votato per l’impeachment dell’ex presidente per “incitamento all’insurrezione” dopo che Trump ha lasciato l’incarico.

Newsmax.com