Policy Papers – Medicare Advantage: una copertura sanitaria molto conveniente

Medicare Advantage: una copertura sanitaria molto conveniente.

Questo articolo è tratto e tradotto da un Policy Paper del Republican Policy Committee del Senato degli Stati Uniti d’America.

PUNTI CHIAVE


  • I Democratici stanno spingendo per espandere i benefici forniti dalla copertura sanitaria tradizionale Medicare, una mossa che danneggerebbe le già fragili finanze del programma.
  • Medicare Advantage, un’opzione di copertura sanitaria economica e molto ampia per gli anziani, si affida ad assicuratori privati e fornisce prestazioni supplementari come la vista, l’udito e l’odontoiatria ad un costo aggiuntivo minimo o nullo.
  • Quando i politici cercano strategie per migliorare la copertura dell’assicurazione sanitaria, dovrebbero basarsi sui successi di Medicare Advantage.

Invece di affrontare i problemi di insolvenza di Medicare per proteggere il programma per gli attuali e futuri beneficiari e i contribuenti, i Democratici vogliono aggiungere nuovi benefici al programma. Questa espansione costerebbe ai contribuenti centinaia di miliardi di dollari. I Democratici dimenticano all’occorrenza che i piani privati Medicare Advantage offrono già ai beneficiari servizi per la vista, l’udito e i denti a costi minimi o nulli. I piani di assistenza sanitaria stanno già facendo un buon lavoro nel fornire benefici alle persone che li vogliono, senza mettere i contribuenti all’amo con i costi aggiuntivi.

COME FUNZIONA MEDICARE ADVANTAGE

Il Medicare tradizionale comprende le parti A e B. La “Parte A” di Medicare è un programma obbligatorio che copre le cure ospedaliere in degenza, i servizi infermieristici qualificati, le cure in ospizio e alcune cure sanitarie a domicilio. Medicare “Parte B” è una copertura opzionale per le visite mediche, i servizi ospedalieri ambulatoriali, la salute mentale, i servizi di ambulanza, le attrezzature mediche portatili e alcuni farmaci somministrati dal medico. I beneficiari pagano i premi per la copertura della “Parte B”, e dopo che il paziente soddisfa una franchigia, il programma copre generalmente l’80% dei costi del trattamento. Il Medicare tradizionale non copre alcuni servizi, come le cure dentistiche e oculistiche di routine, gli esami dell’udito e gli apparecchi acustici, e le cure a lungo termine. I beneficiari pagano di tasca propria o possono acquistare una polizza supplementare, come un piano “Medicare Advantage”. Il Centers for Medicare and Medicaid Services stabilisce i prezzi per i servizi dei fornitori. Il programma Medicare tradizionale si basa su un modello di pagamento fee-for-service con i medici pagati per ogni servizio fornito. Di fatto, i fornitori vengono premiati per fornire più cure piuttosto che per fornire cure di alta qualità.

Medicare Advantage, conosciuto come “Parte C”, è stato creato nel 2003 come alternativa al programma Medicare tradizionale. Combina le Parti A e B in un unico piano che fornisce prestazioni più complete del Medicare tradizionale, tra cui la vista, l’udito e le cure dentistiche. Molte persone iscritte a Medicare guardano la rete di medici e i benefici e decidono che i benefici extra di un piano Medicare Advantage sono un buon valore aggiunto per loro. Questi piani spesso comportano dei costi di tasca propria e ticket più bassi rispetto alla tradizionale copertura Medicare.

LA MAGGIOR PARTE DEI PIANI MEDICARE ADVANTAGE COPRE SERVIZI CHE MEDICARE NON COPRE

Il CMS approva gli assicuratori privati per offrire la copertura Medicare; questi assicuratori sono pagati da Medicare per coprire le richieste di assistenza sanitaria dei membri. I piani Medicare Advantage competono per attirare i clienti e strutturano i loro benefici di piano secondo i desideri e le esigenze dei pazienti. Con un costo accessibile grazie alla struttura a mercato privato del programma, i piani Medicare Advantage offrono agli iscritti una copertura più completa e superano Medicare tradizionale nella cura delle persone più bisognose di cure.

I PIANI MEDICARE ADVANTAGE OFFRONO UNA COPERTURA COMPLETA

I benefici per la vista, l’udito e i denti sono quasi universalmente disponibili per le persone che si iscrivono ai piani Medicare Advantage. Il 99% dei piani include la vista, il 93% copre l’udito e il 94% le prestazioni dentistiche. Quasi tutti i piani offrono anche servizi di fitness, come la copertura per le iscrizioni in palestra. L’anno scorso, l’amministrazione Trump ha anche permesso ai piani Medicare Advantage di ampliare l’accesso all’assistenza sanitaria attraverso servizi di telemedicina nel loro pacchetto di benefici.

Nel 2019, CMS ha anche ampliato i tipi di benefici che i piani Medicare Advantage possono coprire per includere il trasporto medicalmente assistito e la consegna dei pasti. I piani possono offrire ulteriori benefici supplementari finché i benefici aiutano a diagnosticare, prevenire o curare malattie o lesioni e aiutano a ridurre l’assistenza sanitaria di emergenza evitabile. Questi possono includere benefici per i malati cronici come il supporto a domicilio, i servizi di assistenza giornaliera per adulti, la sanificazione e il trasporto, a seconda del piano.

Quasi 4 milioni di beneficiari Medicare sono iscritti ai piani Medicare Advantage “special needs”. Questi piani sono disponibili per le persone con certe esigenze di assistenza sanitaria specializzata o per le persone che sono idonee sia per Medicare che per Medicaid. I piani Medicare Advantage fanno rivestono un ruolo migliore del programma tradizionale nella gestione di questi iscritti “dual eligible”. Secondo uno studio del 2019, Medicare Advantage ha superato Medicare tradizionale del 17% sul costo complessivo delle cure. Il programma Medicare Advantage ha anche avuto migliori risultati in qualità, e i pazienti “dual eligible” hanno sperimentato tassi significativamente più bassi di complicazioni, ospedalizzazioni evitabili e riammissioni, ed hanno ricevuto più servizi di assistenza preventiva rispetto ai pazienti “fee-for-service Medicare dual eligible.” La migliore assistenza e i costi più bassi del programma Medicare Advantage sono in parte dovuti al fatto che permette una maggiore flessibilità nel coordinare l’assistenza e di adattare i benefici alle esigenze del paziente.

ISCRIZIONI IN AUMENTO

Quest’anno, il 42% dei beneficiari di Medicare – 26 milioni di persone – sono iscritti a un piano Medicare Advantage, e hanno avuto una media di 33 opzioni di copertura tra cui scegliere. Questo è il maggior numero di piani sul mercato da un decennio. L’iscrizione ai piani di Medicare Advantage è più che raddoppiata nell’ultimo decennio, e il Congressional Budget Office si aspetta che l’iscrizione continui ad aumentare. Entro il 2030, il CBO stima che circa il 51% di tutti gli iscritti a Medicare avranno un piano Medicare Advantage.

L’iscrizione ai piani varia in tutto il paese. In Florida, il 49% di tutti i beneficiari sono iscritti a un piano Medicare Advantage, mentre meno del 5% in Alaska, Nord Dakota e Wyoming lo sono. Molte delle aree con minori iscrizioni sono in contee rurali. Il premio medio mensile del piano individuale è di 21 dollari quest’anno, e la maggior parte degli iscritti non paga un premio oltre a quello della “Parte B”. I premi per i piani Medicare Advantage sono rimasti relativamente stabili sin dall’inizio del programma, e sono in calo dal 2015.

I Democratici dovrebbero lavorare con i Repubblicani per rendere i piani Medicare Advantage più a basso costo e disponibili in più aree del paese.

I DEMOCRATICI ATTACCANO CIÒ CHE FUNZIONA

Il programma Medicare tradizionale è sulla via dell’insolvenza ed ha bisogno di una riforma. Ogni anno, i beneficiari di Medicare avvertono dei problemi finanziari per il fondo fiduciario. Hanno sottolineato la crescente tensione dell’aumento delle iscrizioni al programma ed il declino del numero di lavoratori che sostengono i beneficiari. Secondo il CBO, il fondo fiduciario dell’assicurazione ospedaliera “Parte A” raggiungerà l’insolvenza entro il 2024.

Aumentare le tasse sui salari per affrontare l’insolvenza di Medicare finirebbe per danneggiare le piccole imprese, i loro lavoratori e le famiglie. Tagliare i pagamenti ai fornitori di assistenza sanitaria si tradurrebbe in un minore accesso alle cure di qualità per i beneficiari. Invece di affrontare i problemi fiscali e strutturali del programma e di costruire sul successo di Medicare Advantage, i Medicare Advantage, i Democratici stanno proponendo di espandere Medicare, aggiungendo al programma la copertura per le visite oculistiche, dell’udito e dei denti nel loro piano di bilancio da 3,5 trilioni di dollari.

Medicare Advantage permette la scelta del consumatore e la concorrenza sul mercato privato, con conseguente miglioramento delle cure e del controllo dei costi. Il programma ha avuto successo perché offre un buon servizio ad un prezzo equo. Anche se i piani Medicare Advantage hanno funzionato bene e sono popolari, i Democratici li vedono come una minaccia. Non vogliono vedere il settore privato fare bene un lavoro quando il governo potrebbe farlo peggio e a costi maggiori.

RPC.Senate.gov

Che cos’è il Republican Policy Committee?

Il Republican Policy Committee (RPC) del Senato degli Stati Uniti è stato istituito nel 1947. Il senatore Roy Blunt del Missouri ne è il 16° presidente ed è il quarto membro della leadership repubblicana al Senato degli Stati Uniti. Il comitato promuove le politiche repubblicane fornendo posizioni sulla legislazione, sul dibattito in aula e sulle votazioni. L’RPC fornisce anche un’analisi approfondita su questioni specifiche, soluzioni politiche ed alternative, e una guida strategica. Fornisce anche un’analisi registrata dei voti e gestisce la trasmissione televisiva interna di RPC. Nella tradizione dei presidenti passati, l’RPC fornisce un forum per i senatori repubblicani per discussioni politiche. Questo si svolge principalmente attraverso un pranzo settimanale dove vengono discusse le policy. L’RPC ospita anche i direttori del personale repubblicano e i direttori legislativi per discutere le commissioni del Senato e l’agenda politica.

Le origini di RPC risalgono al 1947 e al suo presidente fondatore, il senatore Robert A. Taft dell’Ohio. Il Comitato fu creato in seguito a una proposta bipartisan del Comitato congiunto sull’organizzazione del Congresso nel 1946. L’RPC era originariamente composto da nove senatori repubblicani. Essi fornivano a tutti gli altri senatori repubblicani una descrizione delle discussioni della riunione ed il presidente teneva una conferenza per la stampa dopo la riunione. Le discussioni politiche oggi includono tutti i senatori repubblicani.